Dylan Dog - Il film

Da Wikidyd.

Jump to: navigation, search
Dylan Dog - Il film
Enlarge
Titolo originale: Dylan Dog: Death of Night
Paese: USA
Anno: 2010
Durata: 1h. 45'
Genere: Horror, Azione
Regia: Kevin Munroe
Soggetto: Thomas Dean Donnelly, Joshua Oppenheimer,

basato sul personaggio dei fumetti creato da Tiziano Sclavi

Sceneggiatura: Thomas Dean Donnelly, Joshua Oppenheimer
Casa di produzione: Platinum Studios, Hyde Park Films,

Long Distance Films

Distributori: Moviemax (Italia), Freestyle Releasing (USA)
Dettagli tecnici
Fotografia: Geoffrey Hall
Montaggio: Paul Hirsch
Musiche: Klaus Badelt
Scenografia: Raymond Pumilia
Costumi: Caroline Eselin
Effetti speciali: Drac Studios, Prana Studios
Interpreti
Dylan Dog: Brandon Routh
Marcus: Sam Huntington
Elizabeth: Anita Briem
Taye Diggs: Vargas
Peter Stormare: Gabriel

Contents

Dylan Dog - Il film (Dylan Dog: Dead of Night) è un film del 2010 diretto da Kevin Munroe e basato su Dylan Dog, personaggio dei fumetti creato da Tiziano Sclavi nel 1986 e pubblicato da Sergio Bonelli Editore. Si tratta della prima trasposizione cinematografica delle avventure dell'indagatore dell'incubo.

Il film, prodotto da Platinum Studios e distribuito in Italia da Moviemax, uscirà nelle sale italiane il 16 marzo 2010. In Italia il film sarà visibile in anteprima il 15 marzo 2011 per i possessori di una tessera "Grande Cinema 3", presso tutte le sale del circuito The Space Cinema. L'uscita per il mercato statunitense è prevista per il 29 aprile 2011, su distribuzione della Freestyle Releasing.

Il budget annunciato del film è stato di 35 milioni di dollari. Secondo il sito IMDB è stato invece di 20 milioni di dollari.

Trama

Dylan Dog, dopo aver abbandonato Londra e aver dismesso i panni dell'indagatore dell'incubo, si è trasferito a New Orleans, dove assolve al più comune impiego di detective privato insieme all'amico e assistente Marcus. Gli incubi di una vita, tuttavia, torneranno a tormentarlo quando alla sua porta busserà la giovane e bella Elizabeth Ryan. La ragazza si rivolge a Dylan nella speranza che egli possa investigare sulla morte di suo padre, avvenuta in circostanze misteriose e, sembrerebbe, ad opera di un mostro. Dylan accetta il caso e torna a indossare la classica divisa costituita da giacca nera e camicia rossa, per far luce su una sconvolgente verità di cui la morte del padre di Elizabeth è soltanto la punta dell'iceberg. L'indagatore, il suo assistente e la ragazza resteranno coinvolti in una lotta soprannaturale fra un clan di vampiri (capeggiato da Vargas) e un branco di lupi mannari (guidato da Gabriel) per il controllo del territorio di New Orleans, ma le cose si complicheranno ulteriormente quando Vargas tenterà di ricorrere al controllo del demone Belial per dominare il mondo. A Dylan spetta il compito di decifrare le iscrizioni rinvenute su un antico manufatto e di scongiurare l'imminente catastrofe che potrebbe annientare per sempre l'intera razza umana.

Produzione

I diritti cinematografici di un film basato su Dylan Dog sono stati acquistati da Platinum Studios nel 1997.

Nel 2004 la casa di produzione ha annunciato il progetto di un lungometraggio d'animazione computerizzata dal titolo Dylan Dog: The Fourth Kingdom, per la regia di Ian Person, ma l'idea iniziale è stata successivamente accantonata. Il film avrebbe raccontato la storia dell'ultimo caso di Dylan Dog, alle prese con un serial killer soprannaturale il cui intento sarebbe stato quello di diventare una nuova divinità, nonché dominatore del "quarto regno", una sorta di nuovo piano dell'esistenza oltre la morte. Se Dylan non fosse riuscito a fermare in tempo il serial killer, l'amore della sua vita sarebbe morto e le forze del bene e del male avrebbero scatenato l'Armageddon sulla Terra.

In seguito all'abbandono del progetto animato, le voci su un possibile film su Dylan Dog si sono rincorse per anni. L'unica certezza che si aveva in merito, tuttavia, era la vendita dei diritti e il fatto che nessuno alla Bonelli, incluso Tiziano Sclavi, avesse la minima voce in capitolo sull'evoluzione della faccenda.

Regia

La regia è stata affidata definitivamente a Kevin Munroe il 7 aprile 2009.

Sceneggiatura

Nel 2005 Platinum Studios incarica Joshua Oppenheimer e Thomas Dean Connelly di scrivere la sceneggiatura del film (questa volta pensato per attori reali) che avrebbe dovuto ispirarsi a Dylan Dog, ma il cui protagonista sarebbe stato un certo Derek Donovan, affiancato dall'assistente Marcus Adams. Il film, secondo alcune fonti, avrebbe dovuto avere come titolo The Dead of Night e si sarebbe dovuto ispirare al primo numero delle serie a fumetti, L'alba dei morti viventi, uscito negli Stati Uniti per le edizioni Dark Horse. Tra i possibili canditati al ruolo di Dylan, anzi, di Derek, il produttore Scott Mitchell Rosenberg avanza il nome di Dylan McDermott, famoso soprattutto per il ruolo di un avvocato penalista nella serie televisiva The Practice.

Interpreti

  • Brandon Routh è Dylan Dog. Si è unito al cast del film il 9 ottobre 2007.
  • Sam Huntington è Marcus. Si è unito al cast del film il 2 marzo 2009.
  • Anita Briem è Elizabeth Ryan. Si è unita al cast del film il 24 marzo 2009.
  • Taye Diggs è Vargas. Si è unito al cast del film il 24 marzo 2009.
  • Peter Stormare è Gabriel. Si è unito al cast del film il 28 aprile 2009.

Riprese

Le riprese sono iniziate il 26 febbraio 2008, mentre il termine della produzione era stato annunciato per il 23 luglio 2009.

Promozione

Un'anteprima mondiale con la proiezione di un trailer del film è avvenuta il 31 luglio 2010, in occasione della chiusura della quarantesima edizione del Giffoni Film Festival, mentre il 31 ottobre 2010 il pubblico del Festival Internazionale del Film di Roma ha potuto assistere in esclusiva alla presentazione di venti minuti della pellicola.

Il primo teaser trailer del film è stato lanciato il 17 novembre 2010, in anteprima su internet e in tutti i cinema italiani che hanno proiettato Saw 3D. Esso non contiene nessuna immagine tratta dal film, ma solo una sequenza animata di circa un minuto girata appositamente.

Location

Sebbene il personaggio della serie a fumetti viva e lavori a Londra, nel film Dylan Dog: Dead of Night il protagonista si è trasferito dall'Inghilterra agli Stati Uniti, per la precisione a New Orleans. Nella bozza iniziale dello script, tuttavia, l'ambientazione sarebbe dovuta essere New York.


« Non ho mai gradito la postazione newyorkese dello script iniziale. Penso che fosse troppo tipicamente americana e che non potesse offrire quel giusto spessore al complesso. E qualsiasi altra città sarebbe stata troppo generica, anonima. New York è stupenda, non fraintendetemi, ma questo film aveva bisogno di una più spessa riflessione sugli elementi soprannaturali che sono intorno a noi. È Men in Black ad avere praticamente il monopolio del mercato per le "cose strane che accadono a New York e che non sappiamo spiegarci", e così sento che New Orleans è stata la scelta migliore che ci è stata offerta. Il dover girare il film negli Stati Uniti (anziché in Europa) è sicuramente stata una soluzione legata al budget, non voglio mentire, ma sono pienamente a favore della location di New Orleans. È una città straordinariamente ricca dal punto di vista visivo, ed è la più europea fra gli insediamenti che abbiamo in America. »
(Kevin Munroe, regista di Dylan Dog: Dead of Night)


Le riprese sono state effettuate interamente fra New Orleans e River Ridge, in Louisiana.

Effetti speciali

Nel film si assisterà al ricorso a due diverse tipologie di effetti speciali: quella classica, basata soprattutto sul make up, e quella digitale che si avvale della cosiddetta CGI (Computer-Generated Imagery).


« Il direttore della fotografia, Geoffrey Hall, e il regista, Kevin Munroe, hanno voluto che l'illuminazione del film riflettesse la stessa cosa che gli artisti avevano catturato per anni nel fumetto, e per essere sicuri di ciò, hanno consultato ogni giorno il materiale d'origine... L'dea di Kevin era, poi, fin dall'inizio, quella di evitare il più possibile la CGI (effetti digitali). »
(Dan Forcey, vicepresidente per lo sviluppo di Platinum Studios)


« Mi piacciono gli effetti fatti con le protesi, per cui ne avremo un sacco. I cari vecchi trucchi e costumi spaventosi. Ma abbiamo anche degli effetti digitali fatti nella migliore maniera possibile (il più delle volte neanche vi accorgerete che ci sono). Credo che quando la gente vede personaggi interamente realizzati al computer, sullo schermo, in realtà non si preoccupi molto di loro. A chi importerebbe di un personaggio di un videogioco? Dylan, di per sé, è molto reale e urbano e noi vogliamo che si rifletta nei "mostri" che incontra. Un tono alla Van Helsing sarebbe stato tecnicamente discordante dal mondo di Dylan Dog. Quando leggi quegli albi, puoi quasi fisicamente toccare quel mondo e quei mostri, sentire il loro odore. Ciò non riesce facilmente con gli effetti in CGI. »
(Kevin Munroe, regista di Dylan Dog: Dead of Night)


Distribuzione

Date di uscita

L'uscita italiana del film, inizialmente programmata per il 29 ottobre 2010, in un secondo momento sarebbe stata posticipata di due giorni per consentirne la coincidenza con la notte di Halloween, il 31 ottobre 2010; in seguito, un ulteriore slittamento (dovuto molto probabilmente al mancato acquisto dei diritti di riproduzione da parte di un distributore americano) ha fatto cadere la scelta sulla data del 18 marzo 2011 e infine su quella definitiva del 16 marzo 2011.

Dopo molte incertezze, la pellicola ha finalmente trovato un distributore anche negli USA e uscirà nelle sale americane il 29 aprile 2011.

Restrizioni

Il 30 giugno 2010 la MPAA (Motion Picture Association of America) ha valutato il film come PG-13, ovvero non indicato per spettatori di età inferiore ai 13 anni, dal momento che contiene "sequenze di violenza e azione tra creature, linguaggio colorito - inclusi riferimenti sessuali - e uso di medicinali/droghe". Inizialmente era stato assegnata una restrizione di tipo R (film visibile a minori di 17 anni soltanto se accompagnati da un genitore o da un adulto), ma la produzione è riuscita a convincere la MPAA che la categoria più appropriata fosse appunto la PG-13, senza che peraltro il film dovesse essere cambiato di un solo fotogramma.

In Italia il film non avrà restrizioni e sarà visibile al pubblico di qualsiasi età.

Principali differenze tra il film e il fumetto

  • La storia

Questo film pur discostandosi molto dal fumetto non intende rinnegare la storia passata di Dylan Dog avvenuta a Londra. Secondo le intenzioni del registra infatti, Dylan si è trasferito a New Orleans dopo tutte le sue avventure e ha deciso di ricominciare una nuova vita. Molti sono gli indizi sparsi durante il film che ricorderanno il suo passato: una foto di Groucho e Bloch ad esempio, e una tazza con il logo di Scotland Yard.

  • Location

La prima evidente differenza tra il fumetto di Dylan Dog e la sua trasposizione cinematografica è il cambio di location. La vicenda infatti non si svolge nella gotica Londra ma a New Orleans, nel quartiere di Hell's Kitchen. Kevin Munroe ha definito questa città come la più "europea", quella che di più si avvicina allo spirito di Londra.

  • Groucho

L'assenza di Groucho è fondamentalmente dovuta a problemi legati ai diritti d'autore. In una nota su facebook Kevin Munroe ha affermato che i diritti di immagine di questo attore sono di una società che ha richiesto molto denaro per poterla utilizzare. Al suo posto è stato scritturata come spalla Marcus, uno zombie che, a detta del regista, riprende lo spirito comico di Groucho.

  • Il maggiolone bianco

Anche l'assenza del maggiolone bianco è dovuto a motivi di diritti d'autore e soldi. Infatti i diritti cinematografici per questo modello di Wolkswagen sono di proprietà della Disney che l'ha utilizzato nei film di Herbie.

  • Giuda ballerino!

Nel film mancherà anche la tipica esclamazione di Dylan Dog. Durante le riprese è stata provata, ma è stata ritenuta poco adatta per il film.


Per ulteriori informazioni si rimanda alla pagina Facebook dedicata all'argomento.

Merchandising

  • Pochi giorni prima dell'uscita del film, la Energie ha messo in vendita una T-shirt a tiratura limitata, soltanto 200 pezzi, con il logo del film e la mano di uno zombi. La maglietta in puro cotone ha il costo di 49,00 euro.

Incassi

Nel primo weekend di programmazione il film di Dylan Dog ha incassato 790.282 euro (1.395.466 totali nella prima settimana) aggiudicandosi il quarto posto nella classifica di Box Office. La seconda settimana ha visto un brusco calo degli incassi: appena 385.115 euro. Dopo appena due settimane il film è uscito dai primi dieci posti in classifica ed è stato tolto da molte sale.

Recensioni

Curiosità

  • Il 17 agosto 2010 esce inaspettatamente un trailer del film di circa tre minuti, ma il 20 agosto arriva una rettifica da parte di Dan Forcey, vicepresidente per lo sviluppo di Platinum Studios: il trailer non è ufficiale. Si tratta di una preview destinata ai distrubutori per fornire loro un'idea di ciò che sarà il film. Questo trailer, a detta di Kevin Munroe, è stato "leakato", ovvero "divulgato" online da qualcuno che abita in Russia e che evidentemente ce l'ha con lui. Questo video è stato successivamente pubblicato su molti portali dedicati ai fumetti e al cinema, ma soltanto per essere poi puntualmente rimosso.
  • Ancora oggi è diffusa la convinzione che il primo film ispirato al personaggio di Dylan Dog sia stato Dellamorte Dellamore (1994), diretto da Michele Soavi. In realtà questo film è basato sul romanzo Dellamorte Dellamore (1991), scritto da Tiziano Sclavi. Il personaggio di Francesco Dellamorte è soltanto un prototipo di Dylan Dog, infatti il romanzo, nonostante sia stato pubblicato successivamente, è stato scritto prima che Sclavi inventasse il personaggio a fumetti. Per il ruolo del protagonista la produzione aveva scelto proprio Rupert Everett, l'attore inglese che Sclavi aveva visto al cinema nella pellicola Another country (1984) e che secondo lui era adatto per raffigurare le fattezze del personaggio di Dylan Dog. Quest'ultimo fattore ha contribuito non poco ad alimentare il fraintendimento.

Risorse

Personal tools