Angelo Stano

Da Wikidyd.

Jump to: navigation, search
Angelo Stano

Contents

Angelo Stano (Santeramo prov. Bari, 6 gennaio 1953) è un disegnatore e illustratore di fumetti.

Biografia

A Bari nel 1971 ha la sua prima esperienza come grafico pubblicitario, dopo aver abbandonato la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano a cui si era iscritto con poca convinzione.

Desideroso di entrare concretamente nel settore dei fumetti, da sempre la sua grande passione, svolge nel 1973 il suo primo lavoro: la riduzione del romanzo “Dalla Terra alla Luna” di Jules Verne, commissionatagli da Francesco Paolo Conte, direttore de “L'Avventuroso”. Prosegue quindi con alcune storie per Audax e con un racconto per la Collana Super Eroica, per poi collaborare dal 1975 al 1977 con l'illustratore Pino Dangelico nella realizzazione delle matite di diverse copertine di Terror, Oltretomba, Zordon, De Sade e altre appartenenti alla Ediperiodici.

Ritorna a collaborare con la Dardo nel 1977, disegnando alcuni episodi per il periodico Uomini e Guerra, e, nello stesso anno, inizia a lavorare per il Corrier Boy, edito dal Corriere della Sera, occupandosi dei disegni e, per cinque episodi, anche dei testi di Charlie Charleston, personaggio creato dal direttore Dargenzio. Finito con Charlie, nel 1981, inizia, sempre per conto del Corrier Boy, con alcuni episodi di Susy Strike, e al tempo stesso disegna anche un paio di racconti per la testata concorrente, l'Intrepido. Nello stesso anno inizia l'attività fissa di insegnante presso la Scuola del Fumetto di Milano.

Nel 1982 si propone di far parte dei disegnatori di Martin Mystere, ma nonostante le sue tavole di prova vengano subito approvate, non si giunge a un accordo. Propone quindi un soggetto da lui scritto e disegnato, Limbo Rock, a Luigi Bernardi, direttore di Orient Express a quei tempi. Viene accettato ma la testata chiude prematuramente, e il progetto non può realizzarsi. Senza tirarsi indietro, prova con Corto Maltese nel 1984, ma la storia presentata viene rifiutata dalla direttrice Fulvia Serra perché non in linea con la testata.

Altro progetto incompiuto è, nel 1985, quello di Blade, con Renato Queirolo. Frequentando la redazione bonelliana conosce Tiziano Sclavi, che sta preparando il suo primo Dylan Dog e che gli propone di disegnare la prima storia. Si pensa a lui anche per le copertine, ma alla fine viene preferito Claudio Villa. Tre anni dopo disegna la sua seconda storia di Dylan Dog, Morgana, il numero 25. Nel 1990 sostituisce Claudio Villa come copertinista della serie, a partire dal numero 42, La iena, in poi, mantenendo tuttora questo ruolo e avendo quindi disegnato la maggior parte delle copertine degli albi finora usciti. Disegna il numero 43, Storia di nessuno. Nel 1991 lavora su due racconti brevi, ideati da Sclavi, su volumi delle ristampe cartonate dedicate a Dylan Dog: “La bambina” su “L'indagatore dell'incubo” e “La piccola biblioteca di Babele”, su “Gli orrori di altroquando”. Disegna i Tarocchi dell'incubo (con Dylan Dog protagonista) per Lo Scarabeo e si occupa anche di tutte le copertine e le illustrazioni dei romanzi di Tiziano Sclavi editi da Camunia e di quelle della collana di romanzi per ragazzi Super Junior Horror edita da Mondadori.

Nel 1992 riceve il premio Bonaventura di Treviso Comix per la sua collaborazione al primo cartonato Mondadori, mentre nel 1993 riceve un premio, per la sua attività di copertinista, dalla giuria del premio ANAFI.

Si occupa poi dei disegni dell'importante Dylan Dog numero 100, La storia di Dylan Dog, nel 1995, e del racconto breve Era morta contenuto nel Dylan Dog Gigante numero 4.

Ha affermato in un'intervista (fonte: UBC) che nei suoi disegni usa un segno fatto con un pennarello, di contorno, a cui aggiunge dell'inchiostro di china per evitare un rapido deterioramento, per poi usare il tradizionale pennello. Il suo tratto è ispirato in parte a Egon Schiele pittore che, a detto di Stano stesso, gli è molto vicino caratterialmente (Fonte: UBC).

A novembre del 2012, per la prima volta, si cimenterà come sceneggiatore e uscirà una sua storia completa. Verrà pubblicata nella collana mensile.


Bibliografia


Albi Dylan Dog disegnati

Collana Mensile

Altre collane e fuori serie

  • Gigante n. 4 (dicembre 1995) - Era morta
  • Gigante n. 6 (dicembre 1997) - Sangue di lupo
  • Gigante n. 8 (novembre 1999) - Il gatto nero e Il pozzo dei dannati
  • Color Fest n.2 (Agosto 2008) - Videokiller
  • La bambina (1991, volume Mondadori: L'indagatore dell'incubo. Ristampato nel Superbook n.6)
  • La Biblioteca di Babele (1992, volume Mondadori: Gli orrori di Altroquando. Ristampato nel Superbook n.6)

Albi mensili

Risorse

Personal tools