Cravenroad7

Forum dylaniato
Oggi è gio dic 03, 2020 10:05 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 150 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 10  Prossimo

# 284 - Nel segno del dolore
Insufficiente (1-4) 6%  6%  [ 6 ]
Mediocre (5) 7%  7%  [ 7 ]
Accettabile (6) 23%  23%  [ 23 ]
Buono (7-8) 52%  52%  [ 52 ]
Ottimo (9-10) 12%  12%  [ 12 ]
Voti totali : 100
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 1:36 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 29, 2006 4:00 am
Messaggi: 828
Come spesso capita, nuoto controcorrente. :g:
A me quest'albo non è piaciuto affatto e lo considero la peggior prova di Enna fino a questo momento.

Seguono
s
p
o
i
l
e
r

Tolti tutti i fronzoli e gli inutili orpelli, la vicenda non è che l'ennesima storia d'amore tra Dylan e una ragazza tormentata con poteri bislacchi. Roba gia vista migliaia - no, centinaia di migliaia di volte. Evidentemente non bastavano Phoenix, Medusa, Manila e chi più ne ha più ne metta.

Nel tentativo di rimpolpare un nucleo esile e prevedibile, Enna lo riveste in maniera confusionaria con troppi argomenti di disparata natura. Spesso addirittura contraddittori. La sceneggiatura ne fa le spese anche dal punto di vista 'tecnico', con scelte narrative discutibilissime: personaggi che entrano ed escono di scena senza un motivo; spunti narrativi iniziati e poi dimenticati; e via di questo passo.

All'inizio Enna affronta l'argomento delle superstizioni e dei pettegolezzi, con gente che sparla solo per sentito dire.
"Mio cuggino mi ha detto che la portinaia gli ha detto..."
Bene, bravo Enna, tranne che per un punto: Pandora ha DAVVERO poteri malefici e fa DAVVERO ammalare la gente! Quindi i pettegolezzi sono fondatissimi.
"Eh, lo dicevo io! Mio cugggino ha sempre raggione..." :D

Poi Enna affronta l'argomento di cartomanti/fattucchieri imbroglioni che si arricchiscono sulla pelle degli ingenui (non manca neanche una frecciatina agli italiani).
"Mio cugggino mi ha detto che quella ha poteri maggici..."
Bene, bravo ancora Enna. Ma c'è un problema: Pandora ha DAVVERO dei poteri! Quindi non c'è nessun imbroglio. Casomai va criticata l'avidità della madre che sfrutta i poteri della figlia per arricchirsi (sai che ricchezza, poi... vivere in quel cesso di appartamento :mrgreen: ), ma la 'ciarlataneria' è tutt'altra cosa.
"Quindi mio cuggino aveva ragione! Eh, lo dicevo io che mio cugggino ha sempre ragggione!" :lol:

Alla fine, non sapendo più a che santo votarsi, Enna si butta sul discorso della persecuzione delle streghe, criticando gli intolleranti che vogliono bruciare viva la cosiddetta 'strega.'
Stavolta il discorso è più fondato, se non fosse che un tizio che ci ha rimesso la faccia e la vita ha forse un tantinello ragione di essere incazzato...

I vari argomenti si accavallano in maniera decisamente confusionaria. Anche la sceneggiatura sprofonda nella confusione.
Per esempio, all'inizio vediamo Dylan contattato dalla gente che dà credito ai pettegolezzi. Tutta gente caratterizzata, di uno ci viene anche detto chi è e che lavoro fa (è Cholsom, che dà ripetizioni). E poi... poi basta! Di questi tizi non sentiremo mai più parlare, neanche di sguincio.
Come non sentiremo mai più parlare dell'assassino della madre di Pandora. Chi era? Perché il volto bendato quando bastava un passamontagna, più facile da sfilare per poi nascondersi tra la folla? Perché non ammazzare subito Pandora e invece perdere tempo a fare inutilmente il gigione, tipo il killer della Strage dei Graham (AAAARGH! Osceno ricordo! :o )?
Come non spremo mai perché alcuni si ammalano a solo essere sfiorati da Pandora mentre altri -tipo *coughcough* Dylan- possono addirittura scoparci e niente, neanche un raffreddore o una febbriciattola del fieno.

Nel finale, ancora una volta non sapendo più a che santo votarsi, Enna la butta sulla caciara spettacolare, con trasformazione mostruosa del cattivo di turno. L'effetto è ottimo... per sottolineare la discesa nel ridicolo di una storia partita male e terminata peggio! :g:

Nel tentativo di nobilitare la materia, Enna arriva a iniettarvi dosi massicce di generico 'misticismo'. Ovviamente riesce solo a renderla ancor più pesante e fastidiosamente indigesta.
Non aiuta che Dylan si comporti da trombone saputello. Arriva persino a cucire gli abiti addosso a persone conosciute da neanche due secondi (bolla subito i clienti della 'maga' come impeigato frustrato e innamorata gelosa).

Mari fa quel che può, il che significa che fa moltissimo. Ma salvare questo pastrocchio sarebbe stato impossibile persino per Leonardo da Vinci!

Voto: 5


Dovevo dare retta a mio cugggino che mi diceva: "Non comprare quell'albo... Il mio sesto senso mi dice che fai male a comprarlo... Lo sai che ho sempre ragggione!" :g:

_________________
Ti mostrerò la paura in una manciata di pixel...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 2:05 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 06, 2008 2:44 pm
Messaggi: 482
Località: Terracina (LT)
Cyber Dylan ha scritto:
cut


Mmm..dopo la tua analisi quasi, quasi mi rimangio l'8 che ho dato all'albo. Comunque ho letto di peggio e nonostante la marea di punti in sospeso sparsi nell'albo come mi hai fatto notare tu, la storia mi è piaciuta, come mi è piaciuta la caratterizzazione che ha dato Enna della ragazza e il rapporto che si è instaurato durante la vicenda con l'Old Boy. :lol:


ndIMP: evitate di quotare post immediatamente precedenti al vostro, soprattutto quando sono tanto lunghi

_________________
Visita il Mio Blog: http://diariodibordo1984.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 2:22 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 21, 2005 1:08 pm
Messaggi: 8534
Località: Eternia
vace ha scritto:
Cita:
mari ottimo ma privo di guizzi, ho paura che la bonelli gli abbia chiesto di normalizzare il tratto per non far lagnare il grande pubblico caprone.

E' proprio così. Ma sono accordi presi ormai già  più di 10 anni fa

si ma anche nelle precedenti prove almeno un paio di vignette le infilava.

_________________
pacciugONI "dov'è dylan dog?"
craven road forum "dove non seeeei tuuuuu..."


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 2:41 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven nov 28, 2008 6:30 pm
Messaggi: 8883
Località: Chieti
Grande Cyber! :wink: Sono d' accordo su moltissime delle cose da te scritte.
La sceneggiatura fa acqua in troppi punti, che tu hai tutti spiegato nel tuo post.
Però non vediamo tutto nero! La storia contiene anche qualche spunto originale e virtuosismo narrativo, anch' essi già  sottolineati da altri, e traccia un bel ritratto di Pandora, che è un personaggio difficile da dimenticare subito dopo aver chiuso l' albo.
Io voto "accettabile", una media fra la mediocrità degli autogol che Enna si è fatto e la bontà di alcune idee e del tocco poetico.
Però peccato, il personaggio di Pandora mi piaceva proprio e con un pò più di attenzione se ne poteva fare un albo ottimo.
Mari come sempre mastodontico, ancora di più visto che il clima della storia e lo spessore della protagonista erano decisamente nelle sue corde.

_________________
"Non è morto ciò che in eterno può attendere, e col volgere di strani eoni anche la morte può morire."


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 3:04 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 22, 2004 8:29 pm
Messaggi: 300
Cyber Dylan ha scritto:
Come spesso capita, nuoto controcorrente. :g:
A me quest'albo non è piaciuto affatto e lo considero la peggior prova di Enna fino a questo momento.

Seguono
s
p
o
i
l
e
r

All'inizio Enna affronta l'argomento delle superstizioni e dei pettegolezzi, con gente che sparla solo per sentito dire.
"Mio cuggino mi ha detto che la portinaia gli ha detto..."
Bene, bravo Enna, tranne che per un punto: Pandora ha DAVVERO poteri malefici e fa DAVVERO ammalare la gente! Quindi i pettegolezzi sono fondatissimi.

CUT

Poi Enna affronta l'argomento di cartomanti/fattucchieri imbroglioni che si arricchiscono sulla pelle degli ingenui (non manca neanche una frecciatina agli italiani).
"Mio cugggino mi ha detto che quella ha poteri maggici..."
Bene, bravo ancora Enna. Ma c'è un problema: Pandora ha DAVVERO dei poteri! Quindi non c'è nessun imbroglio. Casomai va criticata l'avidità della madre che sfrutta i poteri della figlia per arricchirsi (sai che ricchezza, poi... vivere in quel cesso di appartamento :mrgreen: ), ma la 'ciarlataneria' è tutt'altra cosa.


Al di là  del fatto che i temi vengano abbandonati e non approfonditi, sono sequenze che mostrano lo "scetticismo" e l'umanità di Dylan Dog e io le ho trovate ottime nel loro modo di caratterizzare il personaggio. Lontanissime dall'appiattimento del carattere di Dylan mostrato da altri autori.

Cita:
Per esempio, all'inizio vediamo Dylan contattato dalla gente che dà credito ai pettegolezzi. Tutta gente caratterizzata, di uno ci viene anche detto chi è e che lavoro fa (è Cholsom, che dà ripetizioni). E poi... poi basta! Di questi tizi non sentiremo mai più parlare, neanche di sguincio.


E allora? L'unico scopo di quei personaggi e traghettare Dylan all'interno della vicenda vera e propria, quindi possono sparire senza alcun rimpianto. Altri autori ne avrebbero dato una caratterrizzazione piatta, trattandosi di characters non essenziali e invece Enna in poche vignette li tratteggia con mestria. Direi che si tratta di un elemento che va a vanto dell'autore, non di una pecca.

Cita:
Come non sentiremo mai più parlare dell'assassino della madre di Pandora. Chi era?

Effettivamente non viene spiegato, ma io ho dato per scontato che fosse il dottore, sarebbe una coincidenza eccessiva che due persone diverse avessero tentato di uccidere la ragazza nel giro di pochi giorni. E devo anche dire che non ho sentito la mancanza di una o più pagine che spiegassero per filo e per segno che l'assassino della madre della ragazza era sempre lui.

Cita:
Perché il volto bendato quando bastava un passamontagna, più facile da sfilare per poi nascondersi tra la folla?


Ma saranno anche ca**i suoi :D
No, ma davvero qualcuno sente la necessità di avere spiegazioni precise e puntigliose su questi particolari? Cioè, si trattasse di cose talmente anomale che è difficile immaginarsi una spiegazione posso anche capire, ma qui si discute sul perché ha preferito coprirsi il volto in un modo invece che in un altro?
Magari è perché l'aggressione non era premeditata ma è stata frutto di un raptus, passando di lଠper caso e ricordandosi che quella era l'abitazione di Pandora. Aveva delle bende nella valigetta da dottore, si è coperto il viso e via.
Non mi sembra difficile immaginare una spiegazione.

Cita:
Perché non ammazzare subito Pandora e invece perdere tempo a fare inutilmente il gigione, tipo il killer della Strage dei Graham (AAAARGH! Osceno ricordo! :o )?

Questa è come chiedersi perché c'è gente che davanti a una ragazza non può fare a meno di fare lo sborrone o perché esistono i mitomani, i pazzi, i monomaniaci e i megalomani... perché la gente è strana, caromio, e al mondo ce n'è di tutti i tipi :D

Cita:
Come non spremo mai perché alcuni si ammalano a solo essere sfiorati da Pandora mentre altri -tipo *coughcough* Dylan- possono addirittura scoparci e niente, neanche un raffreddore o una febbriciattola del fieno.


Ecco, questa invece è una domanda che mi sono posto anch'io. Non dico che nella storia dovesse esserci per forza una spiegazione a questa domanda, ma mi sarebbe sembrato giusto che Dylan e Pandora se la ponessero e quindi, e che almeno una banale risposta filosofica alla questione venisse trasmessa al lettore.

Cita:
Nel finale, ancora una volta non sapendo più a che santo votarsi, Enna la butta sulla caciara spettacolare, con trasformazione mostruosa del cattivo di turno. L'effetto è ottimo... per sottolineare la discesa nel ridicolo di una storia partita male e terminata peggio! :g:


Purtroppo su questo punto devo darti perfettamente ragione.

Cita:
Non aiuta che Dylan si comporti da trombone saputello. Arriva persino a cucire gli abiti addosso a persone conosciute da neanche due secondi (bolla subito i clienti della 'maga' come impeigato frustrato e innamorata gelosa).


Ecco, a volte io questo comportamento lo trovavo anche nel Dylan di Sclavi e secondo me è positivo, perché mostra il personaggio come un essere reale, non un eroe di carta perfettino. Quindi mi ha fatto piacere.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 3:08 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 24, 2009 8:22 am
Messaggi: 1409
Località: cremona
credo che cyber abbia fatto un ritratto un po' impietoso di questo albo,ma in alcuni punti probabilmente veritiero.... sicuramente non passera alla storia come il migliore di sempre,ma che ci da' (almeno per me ) una vicenda intrigante, una protagonista MAGNIFICA (....ok ok non è lillie o bree....ma non è inferiore a Phoenix, Medusa, Manila,etc..anzi !!)e ,dulcis in fundo, ci da' un MARI d'antologia!!!!
insomma per me la risposta alla fatidica domanda : " MA QUESTO MESE VALE LA PENA COMPRARE DYD?" è...(rullo di tamburi......).....SIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!

_________________
BASTA CON WINSTON MCCLOUD.....RIVOGLIO LORD WELLS!!!!!!!!!!!
IO SONO RKC E SONO FATTO DELLA STESSA MATERIA DI CUI SONO FATTI GLI INCUBI.......
IT BEGINS......08/09/2012

http://it.wikipedia.org/wiki/Sacello


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 3:11 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 21, 2005 1:08 pm
Messaggi: 8534
Località: Eternia
l'assassino potrebbe essere
Spoiler!
il militare con la faccia rovinata.

_________________
pacciugONI "dov'è dylan dog?"
craven road forum "dove non seeeei tuuuuu..."


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 3:17 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven dic 01, 2006 2:26 pm
Messaggi: 3756
Località: Empoli
dopo la lettura continuo a pensare che Enna sia uno dei migliori sceneggiatori tra gli ultimi arrivati.

Il soggetto, ha ragione Cyber, è alla fine visto e rivisto. Però come viene sviluppato è davvero ottimo. Non dico che non abbia difetti (i personaggi introdotti e poi spariti effettivamente stonano) però a me è piaciuto particolarmente la figura di Pandora, la sua ambiguità, il rapporto con Dylan, la soluzione della vicenda.

Spoiler!
Quello che per Cyber è un difetto per me è un punto di forza. Dylan si trova ad essere innamorato di una persona che effettivamente causa sofferenza. Come non capire il soldato sfigurato (e non 'nnammurato)? Si passa dalle chiacchere ai dati di fatto. Pandora E' colpevole di quello che la accusano. E allora? niente! Non ci sono predicozzi e non c'è catarsi finale. L'unica cosa che Dylan riesce a dire è addossare la colpa della morte della moglie del dottore all'inettitudine del dottore stesso. La frase del dottore prima di morire giustifica quella scena che sembra avulsa dal contesto. Si capisce anche che potrebbe essere lui l'assassino della mamma di Pandora.
Anche la scena del tentato linciaggio secondo me è significativa. Dylan non si mette a rimproverare la folla dicendo che sono tutte superstizioni e blablabla, semplicemente sbatte loro la parta in faccia!!!!!! Certo, non ha tempo, deve salvare Pandora ma forse da ad intendere che anche lui riconosce i poteri di Pandora.

Insomma probabilmente non mi sono spiegato. L'ambiguità è il punto di forza di quest'albo.


Mari eccezionale anche se a volte mi piace un po' poco la fisionomia di dylan.

voto:8 1/2


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 3:25 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 22, 2004 8:29 pm
Messaggi: 300
skeletor ha scritto:
l'assassino potrebbe essere
Spoiler!
il militare con la faccia rovinata.


Spoiler!
Guardando gli occhi dei personaggi, in effetti potrebbe sembrare proprio lui. Io però avevo sospettato del dottore, ad un certo punto e il finale mi ha fatto pensare di aver avuto ragione.


In realtà se ad Enna fosse importato qualcosa dell'identità dell'assassino, l'avrebbe rivelata nel corso della storia. Dato che non lo ha fatto, ritengo inutile scervellarsi su chi sia. Evidentemente per l'autore, ai fini della storia non è importante che se ne conosca l'identità. Una scelta narrativa inusuale, ma interessante.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 4:30 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 27, 2009 3:51 am
Messaggi: 1002
Località: Siena
Albo bellissimo...Enna e Mari non tradiscono le aspettative (mie) e si confermano tra i primi posti nelle rispettive categorie...E aggiungerei vere colonne della serie, se solo potessimo avere più storie di entrambi, sarebbe magnifico...
Premetto che quando leggo non mi pongo molti problemi su come è stata costruita la storia, non cerco dettagli evidenti, mi lascio portare dove vogliono lo sceneggiatore e il disegnatore...Poi, se hanno fatto un buon lavoro, se la storia mi è piaciuta, assegno un voto. Per questo motivo, la disamina di Cyber Dylan mi sembra troppo impietosa ed esagerata, perché dobbiamo sempre spulciare una storia alla ricerca di dettagli scabrosi? Che gusto ci trovi? "Vedi vedi, qui Enna sbaglia...Questa mano è disegnata male....Ma perché l'assassino ha una maglietta bianca e non nera, lo sanno tutti che gli assassini si vestono di nero....."
Trovo questa operazione troppo fredda e razionale, non riuscirei mai a godermi un fumetto, se dovessi ogni volta passarlo alla lente di ingrandimento...
Fortunatamente, non siamo tutti uguali, ed ognuno si comporta, agisce e pensa a proprio modo.

Dico la mia sulla faccenda dell'assassino...
Spoiler!
Ipotesi numero uno:
L'assassino è una delle tante vittime di Pandora e sua madre, che vuole vendicarsi di un torto subito...D'altronde, mica sarà  venuto in mente solo al dottore e al militare di vendicarsi...
Quindi in preda alla rabbia, prova ad ucciderla. Ai fini della storia, che ce frega se poi non ne sappiamo più nulla, se la sua è solo una comparsata ( seppure molto importante) Il punto era mostrare le conseguenze delle azioni delle due donne, e soprattutto, far si che Pandora si avvicinasse a Dylan...
Ipotesi numero due:
L'assassino è davvero il dottore...Mi è sembrato troppo "professionale", quando parlava dell'alcool etilico. E' vero che non è niente di particolare, qualsiasi persona che si sappia informare o abbia fatto studi nell'ambito chimico/medico può sapere delle soluzioni di alcool in acqua, ma rimane comunque un particolare che salta all'occhio...Non so se una persona normale si sarebbe messa a disquisire sull'argomento, nella stessa situazione. E' proprio il tipo di divagazione in cui potrebbe incorrere un medico...Una volta fallito il primo tentativo, decide di avvicinare Pandora in ospedale, conquistarsi la sua fiducia, e avvelenarla lentamente...

_________________
- Quelli che ballavano erano visti come pazzi da quelli che non sentivano la musica -

" The mind and the world of the spirit are the same thing. We live in an immanent paradise. "
Emily Dickinson


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 4:42 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven feb 28, 2003 11:08 am
Messaggi: 111
Dico la mia: buona storia, a conferma di un trend positivo nato da Mater Morbi. La speranza è che duri a lungo. Il mio commento, a caldo, era (è) positivo, ma è stato raffreddato parzialmente da Cyber Dylan. Mi ritrovo completamente nella critica su chi è l'assassino della madre e sul pre-finale con la trasformazione di Layton...entrambi i punti stonano con la storia. Certo, l'assassino può essere sia Layton che il militare, ma io sono un lettore vecchio stampo, desideroso di sapere cosa ha pensato l'Autore. Analoga stonatura con la trasformazione di Layton, davvero troppo trash la decisione di chiudere in tale maniera la vicenda.
Quello che mi ha colpito positivamente è il "solito" atteggiamento di Dylan nei confronti del diverso; sì, caratteristica sviscerata datutti gli sceneggiatori, ma Enna ci ha messo del suo, un tocco di candore molto femminile.

_________________
La mia ferita è la geografia.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 4:44 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer mag 06, 2009 9:54 am
Messaggi: 1484
Credo che alla fine non sia molto importante chi sia il singolo assassino; è la collettività il punto focale: essa si scaglia ferocemente contro questa ragazza così triste ma allo stesso tempo così desiderosa di amare, l'assassino è solo uno strumento di un disegno collettivo. Non si capisce bene se effettivamente la maledizione di Pandora sia vera o fittizia perché

Spoiler!
è vero che il dottore si trasforma in un mostro, ma come mai a Dylan non accade nulla?Che Enna abbia voluto attribuire tutto questo alla forza dell'amore?

_________________
‎Una crisi di inspiration? E se non fosse per niente passeggera signorino bello? Se fosse il crollo finale di un bugiardaccio senza più estro né talento?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 4:47 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 06, 2008 2:44 pm
Messaggi: 482
Località: Terracina (LT)
Per quanto mi riguarda le bende stanno lଠper farci capire che l'assassino è il medico...per questo Enna non ha utilizzato il passamontagna, è un piccolo espediente narrativo per evitare spiegoni inutili. :wink:

_________________
Visita il Mio Blog: http://diariodibordo1984.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 4:48 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 24, 2009 8:22 am
Messaggi: 1409
Località: cremona
quoto elettra.........e mi chiedo perché,per una volta che non c' è il tanto contestato "spiegone" molti lo invocano,se ci fosse stato sarebbe stato criticato!!!! insomma....godersi una buona storia,no?? ^_^ ?
PS: i love this forum!!!

_________________
BASTA CON WINSTON MCCLOUD.....RIVOGLIO LORD WELLS!!!!!!!!!!!
IO SONO RKC E SONO FATTO DELLA STESSA MATERIA DI CUI SONO FATTI GLI INCUBI.......
IT BEGINS......08/09/2012

http://it.wikipedia.org/wiki/Sacello


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: ven apr 30, 2010 5:03 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 27, 2009 3:51 am
Messaggi: 1002
Località: Siena
Beh, potremmo sempre dare il merito all'amore, non si sbaglia mai...
Oppure il potere di Pandora agisce a livello emozionale....

Spoiler!
Quando è con la madre, e vive nella disperazione e nell'odio, senza nessuna prospettiva o speranza di felicità, il suo potere è forte e provoca in chi viene toccato sventure e malattie..
Nel periodo passato con Dylan, complice l'innamoramento, acquista quella serenità tanto agognata, e il potere si placa, rimane latente...
Alla fine, di fronte al violento epilogo, e per difendere la propria vita e quella di Dyllan, riappare potente, come mai prima d'ora, al punto da prendere possesso del corpo di Layton e farne scempio



@Rkc :D :D :D

_________________
- Quelli che ballavano erano visti come pazzi da quelli che non sentivano la musica -

" The mind and the world of the spirit are the same thing. We live in an immanent paradise. "
Emily Dickinson


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 150 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 10  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it