Cravenroad7

Forum dylaniato
Oggi è mer feb 08, 2023 2:30 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 112 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo

#36/S - Il progetto Hicks
Insufficiente (1-4) 14%  14%  [ 4 ]
Mediocre (5) 7%  7%  [ 2 ]
Accettabile (6) 4%  4%  [ 1 ]
Buono (7-8) 50%  50%  [ 14 ]
Ottimo (9-10) 25%  25%  [ 7 ]
Voti totali : 28
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: dom set 11, 2022 11:53 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 19, 2004 2:43 pm
Messaggi: 10569
Località: Sardegna

LA TERRIBILE VICENDA DEI DUE FRATELLI HICKS DAI LONTANISSIMI TEMPI DI UN’EUROPA IN FIAMME!



Immagine



Speciale Dylan Dog
N° : 36
IL PROGETTO HICKS




Soggetto: Bilotta Alessandro
Sceneggiatura: Bilotta Alessandro
Disegni: Mari Nicola
Copertina: Mastrazzo Marco


È più importante la vita che ricordiamo o quella che viviamo veramente? La storia di due fratelli, due personaggi cardine della saga di Dylan Dog, ovvero il Dottor Hicks di Inverary, la terribile Zona del Crepuscolo, e il Professor Hicks londinese del General Hospital, entrambi alle prese con il desiderio di vivere in eterno ricorrendo a tutti i mezzi più folli: dalla reincarnazione alla clonazione, fino all'allucinazione...


-------------------------------------------------------------------------------------------------
Per rendere il topic più consultabile da chi volesse avere pareri in anteprima, tutti i commenti relativi all'attesa dell'albo, fatti prima di avere comprato e letto l'albo, andranno spostati nei topic dell'area ANTICIPAZIONI in modo che, almeno le prime pagine, siano una serie abbastanza pulita di commenti.

Se qualcuno continua qua non è grave, ma sappia che dopo qualche tempo i suoi post saranno spostati senza preavviso.

Inoltre si ricorda a tutti di segnalare gli SPOILER, ove presenti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: ven set 23, 2022 7:56 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer set 22, 2021 9:46 pm
Messaggi: 34
La scoperta che questo Speciale non sarebbe stato dedicato al Pianeta dei Morti mi ha a dir poco spiazzato. Non leggo la regolare, da anni ormai il mio Dylan è esclusivamente quello "del futuro", per cui mi sono accostato a questo albo con molta perplessità. La storia è comunque valida, che dire, Bilotta sa scrivere, e Mari è pur sempre Mari. Il risultato finale è una buona storia (ancorché parecchio confusa in diversi punti) divisa in due tempi dei quali il primo è assolutamente superiore: credo che Bilotta, al netto della sua evidente padronanza dei personaggi, sia molto meno efficace sul Dylan "classico" rispetto alla sua versione futuribile. Un albo scorrevole che prometteva scintille e che alla fine mi ha lasciato poco.

Spoiler!
L'ultima tavola, con quel collegamento posticcio alla continuity del PdM, mi è parsa una paraculata: o è il Pianeta dei Morti o non lo è. Al netto della sua prevedibilità, mi ha lasciato piuttosto freddo.


Non seguendo la regolare, non ho idea di cosa intenda Recchioni quando dice che questo Dylan si ricollega, in qualche misura, al nuovo-nuovo corso Dylaniato, né comprendo per quale motivo scomodare Bilotta per una storia molto al di sotto delle sue capacità, solo per anticipare degli elementi che ritroveremo nella nuova continuità della serie-madre.

_________________
O con amore o con odio, ma sempre con plutocratica sicumera.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 10:01 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 18, 2005 12:15 pm
Messaggi: 12306
Località: Verona
Letto ieri sera, probabilmente troppo stanco per venirne a capo. Una cosa, però, ho capito bene: questo non è in senso stretto un albo del Pianeta dei Morti, ma è comunque un albo che appartiene al progetto bilottiano che fa capo al PdM, vale a dire quello di creare un'unica continuity che unisca i primi 69 albi dylan-sclaviani al suo Pianeta. Questo Speciale è quindi accostabile a quello di due anni fa, che però conteneva dei richiami diretti alla saga dei morti che qui mancano completamente.
Ma non si può nemmeno fingere che questo sia un albo che non c'entra nulla con quelli degli scorsi anni.

A una prima parte potente, con sequenze di grande impatto anche visivo, ne segue una nella quale ho faticato a raccapezzarmi, come dicevo sopra, ma ho intenzione di riprendere in mano lo Speciale fra qualche giorno (o settimana) per leggerlo con più attenzione, in modo da ricostruire bene gli eventi e riuscire a comprendere meglio il discorso bilottiano. Magari dovrei anche ripassare i Crepuscoli sclaviani, prima...

Mari è pulito e spoglio, essenziale (nella costruzione della vignetta, più che nel tratto) come non mai. Forse anche troppo. Non che non sia efficace, sia chiaro.

_________________
È la mia opinione, e la condivido.

Ciao,
Teo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 10:16 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 29, 2020 10:23 am
Messaggi: 400
Località: Raven Town
Mmmm... Non c'ho capito una mazza...

Storia molto intensa, che ti tiene incollati alla lettura, buoni anche i disegno di Mari, a parte il solito problema con le scene d'azione molto confusionarie, godibili e d'atmosfera. Detto questo, urge rilettura.

Voto 8 sulla fiducia.

Un po' deluso che si sia lasciata la saga del Pianeta dei Morti.
Quasi dime ticavo: l'editoriale? Come se fosse antani?


V

_________________
-Capo, stai uscendo?
-No, sto entrando all'indietro camminando a ritroso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 10:52 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer set 22, 2021 9:46 pm
Messaggi: 34
Rimatt, hai perfettamente ragione quando dici che è comunque legato alla continuity di PdM; d'altronde, il lavoro che Bilotta ha fatto in questi ultimi anni è stato chiaramente volto a cucire una continuità "posticcia" - per quanto affascinante e quasi sempre riuscita - tra la saga futuribile e i primi 100 (forse anche oltre il 100) della serie regolare: non un what if dunque, ma il vero avvenire di Dylan Dog. Alla luce di quest'idea, un approfondimento sul personaggio di Hicks, creatore della versione finale del siero dei non-morti, era logico che andasse a gettare un ponte in direzione di quel futuro. Il problema per me è un altro: volgersi, con questo albo, al passato, abbandonando a tempo indeterminato una macro-trama ormai ferma da anni, con numerosi spunti bloccati da tempo immemorabile. A che scopo? Perché, quando bastava veramente poco a trasformare questo in un albo del PdM fatto e finito? Cosa sta succedendo, davvero?
Aggiungerei una piccola postilla: degli speciali di Bilotta questo è, per quanto ben scritto, indubbiamente il meno sperimentale sia da un punto di vista narrativo che da quello grafico: leggendolo ho avuto l'impressione di leggere un albo della regolare, e non mi ha fatto piacere.

_________________
O con amore o con odio, ma sempre con plutocratica sicumera.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 11:02 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 2142
Località: WENETO
Tanto per fare capire la chiarezza per non ingenerare confusioni: Un lettore chiede se lo speciale è il prequel della trilogia 345-347, e la pagina facebook risponde "in qualche modo collegato "filosoficamente" ma non un prequel". Tutto chiaro, ora, grazie!

In qualche modo + le virgolette=chiarissimo.

Tra parentesi, per farvi capire qual è il livello di comunicazioni tra la dirigenza e i social, Oni 2 ha detto papèle papèle che se sulla pagina facebook ufficiale dicono cose non vere la colpa non è certo sua.

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 11:03 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 2142
Località: WENETO
Manuel Crispo ha scritto:
Perché, quando bastava veramente poco a trasformare questo in un albo del PdM fatto e finito?


E viceversa.

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 11:21 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab ago 27, 2011 12:53 pm
Messaggi: 3234
Località: Valsesia
Anche io ho bisogno di almeno una rilettura prima di esprimermi. Un dubbio grosso.. se questa storia riprende davvero il Dylan "classico":

Spoiler!
Come può Mabel Carpenter essere già nata ed essere addirittura più grande di Jacob Hicks se nel n. 7 lui la mesmerizza quando è già anziano?

_________________
https://lastoriadidylandog.blogspot.com


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 12:10 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 18, 2005 12:15 pm
Messaggi: 12306
Località: Verona
Manuel Crispo ha scritto:
Rimatt, hai perfettamente ragione quando dici che è comunque legato alla continuity di PdM; d'altronde, il lavoro che Bilotta ha fatto in questi ultimi anni è stato chiaramente volto a cucire una continuità "posticcia" - per quanto affascinante e quasi sempre riuscita - tra la saga futuribile e i primi 100 (forse anche oltre il 100) della serie regolare: non un what if dunque, ma il vero avvenire di Dylan Dog. Alla luce di quest'idea, un approfondimento sul personaggio di Hicks, creatore della versione finale del siero dei non-morti, era logico che andasse a gettare un ponte in direzione di quel futuro. Il problema per me è un altro: volgersi, con questo albo, al passato, abbandonando a tempo indeterminato una macro-trama ormai ferma da anni, con numerosi spunti bloccati da tempo immemorabile. A che scopo? Perché, quando bastava veramente poco a trasformare questo in un albo del PdM fatto e finito? Cosa sta succedendo, davvero?
Aggiungerei una piccola postilla: degli speciali di Bilotta questo è, per quanto ben scritto, indubbiamente il meno sperimentale sia da un punto di vista narrativo che da quello grafico: leggendolo ho avuto l'impressione di leggere un albo della regolare, e non mi ha fatto piacere.


Credo che Bilotta abbia dichiarato che per lui l'ultimo albo dylaniano "canonico" è il numero 69, Caccia alle streghe, e che la sua intenzione è proprio quella di ricucire quelle prime dozzine di numeri alla sua saga post-dylaniana; utenti più sul pezzo di me potranno confermare o meno, ma mi pare che ci siano diverse sue esplicite dichiarazioni al riguardo. Quest'albo è proprio uno di quelli che servono a costruire il ponte fra i primi anni dylaniani e il suo PdM, pertanto rientra a pieno titolo nel suo progetto.

Per il resto, direi che è proprio la scrittura di Bilotta a essere divagante e inconcludente, e infatti questi aggettivi sono stati usati a proposito di almeno 3 o 4 degli albi Speciali del PdM fin qui usciti: come giustamente noti, la macro-trama principale è sostanzialmente ferma da eoni. Ci sta che ad alcuni la cosa dia fastidio, ma io sono contento anche così.

Fermo restando che di quest'ultimo Speciale mi devo ancora formare un'opinione chiara.

_________________
È la mia opinione, e la condivido.

Ciao,
Teo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 3:36 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven giu 27, 2003 10:00 pm
Messaggi: 3774
Speciale che mi è piaciuto molto fino a più della metà, poi le ultime 30 pagine le ho trovate confusionarie oniriche, non le ho capite molto.
Secondo me la gestione dei personaggi è stata ottima,
Alcune serie di pagine di Groucho sono fenomenali, e Hicks lho sempre trovato un ottimo personaggio, mancava se non erro una storia delle sue origini.
Ma questo è il Dylan diretto seguito dei primi numeri o del dopo 400?
Quindi è l'hicks del n. 13 o un altro? Boh

Mari molto preciso, ma alcune tavole mi hanno ricordato Nathan never quando incontra lo scienziato. Quello dei primi numeri.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 4:27 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 2142
Località: WENETO
160 pagine di fumetto... Ma la ciccia dov'è? La sostanza dov'è? Ogni volta che leggo un albo di Bilotta ho l'impressione di aver bevuto un'intera bottiglia di Sprite sgasata.
Ogni cosa è ripetuta due volte, e spiace vedere che l'attenzione ai dettagli di Mari è scesa sotto il livello di guardia... Ogni pagina un non sequitur.
E Bilotta, come tutti gli altri, è una frana quando si tratta di azione.

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 5:03 pm 
Non connesso

Iscritto il: sab mar 29, 2014 12:17 pm
Messaggi: 155
Keanu Coen ha scritto:
160 pagine di fumetto... Ma la ciccia dov'è? La sostanza dov'è? Ogni volta che leggo un albo di Bilotta ho l'impressione di aver bevuto un'intera bottiglia di Sprite sgasata.
Ogni cosa è ripetuta due volte, e spiace vedere che l'attenzione ai dettagli di Mari è scesa sotto il livello di guardia... Ogni pagina un non sequitur.
E Bilotta, come tutti gli altri, è una frana quando si tratta di azione.


Stufo dei giri a vuoto bilottiani, avevo già pensato di mollare la saga del PdM, ma l'idea di qualcosa di nuovo (o vecchio) mi aveva suggerito di comprare questo speciale. Ma se davvero anche questo è ben scritto, ha bei personaggi e belle situazioni (si dice così, a pappagallo, di tutte le storie di Bilotta) ma poi alla fine non racconta una cippa e quel poco lo ripete all'infinito, anche no, grazie.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 5:06 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 2142
Località: WENETO
Ramingo ha scritto:
Keanu Coen ha scritto:
160 pagine di fumetto... Ma la ciccia dov'è? La sostanza dov'è? Ogni volta che leggo un albo di Bilotta ho l'impressione di aver bevuto un'intera bottiglia di Sprite sgasata.
Ogni cosa è ripetuta due volte, e spiace vedere che l'attenzione ai dettagli di Mari è scesa sotto il livello di guardia... Ogni pagina un non sequitur.
E Bilotta, come tutti gli altri, è una frana quando si tratta di azione.


Stufo dei giri a vuoto bilottiani, avevo già pensato di mollare la saga del PdM, ma l'idea di qualcosa di nuovo (o vecchio) mi aveva suggerito di comprare questo speciale. Ma se davvero anche questo è ben scritto, ha bei personaggi e belle situazioni (si dice così, a pappagallo, di tutte le storie di Bilotta) ma poi alla fine non racconta una cippa e quel poco lo ripete all'infinito, anche no, grazie.


Per me, detto con tanto affetto, è una truffa disegnata male al costo, una storia normalissima, non si capisce perché, di 7.40.

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 8:03 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ott 26, 2006 8:53 pm
Messaggi: 2460
[Piccoli possibili SPOILER]

L'albo è eccellente e regge il confronto con gli episodi del Pianeta dei Morti, oltre a riprenderne in pieno le atmosfere e lo stile.

L'impressione è che non abbia subito alcun rimaneggiamento e che Bilotta lo abbia scritto così come è stato pubblicato, ma pensandolo come ulteriore episodio/prequel del PdM.
Probabilmente i piani alti (Recchioni, Sclavi o chi per loro), visto che la trama lo consentiva, hanno colto l'occasione per rendere canonico l'universo narrativo del Pianeta dei Morti, da qui la scelta di presentare questo speciale come albo ordinario.

Il Dylan che vediamo in questo episodio sembrerebbe più vicino a quello rebootato che all'originale: Groucho ha lo smartphone, i PC sono moderni, Londra sembra quella di oggi e Bloch è dietro la sua scrivania.
Capiremo presto come i temi trattati in questo speciale (clonazione, esistenza di più Dylan in varie epoche, ricordi indotti, impulso a ripetere comportamenti e situazioni vissute da altri) si collegheranno alla restaurazione dylaniata e all'incontro fra gli universi narrativi pre e post 400.
Chiaramente è molto probabile che la matassa venga sbrogliata con realtà parallele, "era tutto un incubo" ed espedienti metafumettistici, ma non vi nascondo che mi è tornata una certa curiosità.

In ogni caso, Bilotta si conferma il miglior sceneggiatore dylaniato dopo Sclavi. Come si è già detto in molte altre occasioni, è quello che riesce meglio a conciliare la forte impronta autoriale e la fedeltà al personaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #36/S - Il progetto Hicks
MessaggioInviato: sab set 24, 2022 8:25 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer set 22, 2021 9:46 pm
Messaggi: 34
Keanu Coen ha scritto:
160 pagine di fumetto... Ma la ciccia dov'è? La sostanza dov'è? Ogni volta che leggo un albo di Bilotta ho l'impressione di aver bevuto un'intera bottiglia di Sprite sgasata.
Ogni cosa è ripetuta due volte, e spiace vedere che l'attenzione ai dettagli di Mari è scesa sotto il livello di guardia... Ogni pagina un non sequitur.
E Bilotta, come tutti gli altri, è una frana quando si tratta di azione.


Allora, io gli ho dato la sufficienza perché mi è piaciuto nettamente meno degli altri... detto questo non si può dire che di ciccia non ce ne sia. Basterebbe la singola tavola

Spoiler!
In cui i due fratelli Hicks, un ebreo e un nazista, si scoprono uniti nella comune volontà di sconfiggere la morte


a giustificare l'esistenza di questo albo. Tutto si può dire meno che sia vuoto.

Spoiler!
Il percorso dei due fratelli è estremamente interessante, e persino la precedente benevola figura di Jacob finisce con l'essere, alla fine del percorso, ammantata di oscurità


Il problema maggiore sta, per me, nello stacco fra la prima e la seconda parte, dove troviamo personaggi principali scritti molto bene ma immersi in una narrazione confusionaria e poco convincente. Il percorso dei due fratelli non è affatto esaurito, e meritava maggior spazio narrativo, in maniera analoga a quanto abbiamo visto negli Speciali dedicati a Xabaras, la Morte e Groucho. in particolar modo avrei amato un approfondimento maggiore della figura di Jacob, che mi è parsa qui solo abbozzata. Aggiungerei che per me questa nuova
Spoiler!
Opal
è un personaggio tremendamente piatto, molto meno intrigante della
Spoiler!
prima, vista in Ritorno al Crepuscolo
.
Dissento con V.M.: per me le due parti dell'albo colloquiano poco, e - non per cedere a facili complottismi - la seconda appare scritta di fretta, poco approfondita e che pare non portare da nessuna parte. Koincidenze??? Io non kreto
Per quanto riguarda il non sequitur, mi sembra banale riportare la nota "sgangherabilità" tipica della narrazione sclaviana, che Bilotta ha sempre tentato di replicare, sebbene non sempre con risultati eccelsi.
Dal commento di V.M. prenderei da parte la sezione in cui parla delle rassomiglianze fra il Dylan di questa storia e quello del reboot: nella mia ingenuità speravo che il Dylan di Bilotta eludesse quello recchioniano, tra molte virgolette "scanonizzandolo". Ora non ho più certezze.

_________________
O con amore o con odio, ma sempre con plutocratica sicumera.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 112 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it