Cravenroad7

Forum dylaniato
Oggi è sab giu 25, 2022 10:03 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 84 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

#422 - Il momento blu
Insufficiente (1-4) 21%  21%  [ 7 ]
Mediocre (5) 12%  12%  [ 4 ]
Accettabile (6) 12%  12%  [ 4 ]
Buono (7-8) 48%  48%  [ 16 ]
Ottimo (9-10) 6%  6%  [ 2 ]
Voti totali : 33
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: ven nov 05, 2021 9:18 pm 
Non connesso

Iscritto il: mar dic 04, 2018 10:03 am
Messaggi: 24
Caspita! io pensavo che quel finale servisse proprio per avviare una qualche saga del momento blu, con altri albi già pronti per i prossimi mesi :3

In ogni caso bella storia, scorrevole e "attiva". Anche lo stile dei disegni è azzeccato e pulito.
Come già è stato detto c'è qualcosa che non va, ma nel complesso è un numero godibilissimo che si legge e rilegge benissimo.
Personalmente ci sono poche cose che non mi sono piaciute o che ho trovato in qualche modo fastidiose:
Spoiler!
il volto del killer identico a quello di Dylan
l'innesco della bomba che si azione schiacciandolo di lato, queta proprio l'ho trovata assurda
la durata della storia e del massacro

Su tutto il resto ci si passa sopra, anche se molti dettagli nei disegni confondono e fanno notare rimaneggiamenti o vere e proprie sviste belle grosse.

Mi è piaciuto, grazie a entrambi per quest'albo :)

Votato Buono


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: ven nov 05, 2021 11:44 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 1888
Località: WENETO
D'accordissimo con te Hakuna.
L'albo sconta una parte iniziale e finale (tolto il prologo e il plot twist, ovviamente) un po' scontate, con le solite colluttazioni insensate + caduta nel vuoto + esplosione finale, ma d'altro canto quasi tutta la parte centrale è bella tesa, e non priva di riflessioni interessanti, specialmente (ma non solo) per chi nella scuola ci "vive" ogni giorno...
Ho riletto l'albo di nuovo oggi, ed è stata di nuovo una lettura piacevolmente disturbante e soddisfacente. La
Spoiler!
morte di Kehoe
all'inizio, per me è un gioiello, con quel dettaglio della quarta vignetta meravigliosamente reso da Possenti.

Peccato solo per l'evidente e cronica mancanza di supervisione generale sulle tavole di Possenti (le "sviste belle grosse" di cui parlava Hakuna!), e per quelle aggiunte "postmoderniste" nei dialoghi che sono un vero e proprio pugno nell'occhio. Sarebbe bello sapere cosa dicevano i dialoghi originari.

Infine, devo ringraziare l'autore: è da una settimana che ho ricominciato ad ascoltare i Rammstein, gruppo che avevo colpevolmente trascurato negli ultimi anni! Anche l'inserimento della loro canzone per me è un tocco da maestro.
A me più che al film di Van Sant, la storia mi ha fatto pensare a 22 luglio di Greengrass, non saprei, forse per l'ambientazione isolata.

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: sab nov 06, 2021 2:34 am 
Non connesso

Iscritto il: mer set 07, 2016 8:16 pm
Messaggi: 20
A proposito dell'editoriale di recchioni dell'albo in cui avverte che i lettori più sensibili potrebbero essere disturbati da quello che leggeranno dico che Recchioni non ricorda "il lago nero" contenuto nel maxi dylan dog old boy del marzo 2016 (di cui peraltro ha scritto l'editoriale) quindi già ricopriva il ruolo che ha adesso; le cose sono due: o non lo ha letto o ha avuto un amnesia perchè "il lago nero" è disturbante, scioccante e impressionante non una ma dieci volte di più (questione di gusti personale); "Nel momento blu" comunque per me è uno dei migliori albi della serie regolare degli ultimi 8-9 anni (epoca in cui ho ricominciato a leggere con regolarità DD)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: sab nov 06, 2021 7:45 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 1888
Località: WENETO
Tanto per aggiungere sviste a sviste (e sempre senza nulla togliere alla storia in sè), vi presento Kevin, fidanzato di Doreen. Sono due personaggi a loro modo importanti, protagonisti di una delle sequenze più crude dell'albo.

SPOILER SPOILER SPOILER

Qui vediamo Kevin, a pagina 34:

Immagine
photo pic

Lo rivediamo, a pagina 48:

Immagine
photo pic

la pagina DOPO, improvvisamente, Kevin perde gli occhiali...

Immagine
photo pic

...per mai più recuperarli (pagina 54 e seguenti):

Immagine
photo pic

Ovviamente, ormai il personaggio è completamente diverso da come ci era stato presentato all'inizio, ça va sans dire...

In un'altra scena, poverino (pag. 60), perde per qualche istante pure la giacca...

Ripeto, a loro modo sono personaggi di una certa rilevanza, che hanno molto più screen time rispetto ad altre vittime. Ma d'altra parte, se il professor Chandler, che è la chiave di tutto, è trattato graficamente peggio di una comparsa, figuriamoci Kevin...

A breve, una piccola panoramica proprio sul professor Chandler.

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: lun nov 08, 2021 10:23 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 18, 2005 12:15 pm
Messaggi: 12205
Località: Verona
Letta ieri.

Mi è piaciuta molto: dura, secca, angosciante, mai consolatoria, con un buon Dylan e un Bloch perfettamente in parte. Dal punto di vista della sceneggiatura non ho davvero nulla da segnalare. Anche il finale, aperto e quindi ambiguo, mi convince, ma del resto sostengo da sempre l'importanza di non dare troppe spiegazioni e di non razionalizzare troppo le azioni dei "cattivi", perché se lo si fa le si depotenzia e le si riporta a una dimensione a cui non necessariamente appartengono. Tra le migliori sceneggiature dylaniane di Cavaletto fin qui pubblicate, a mio modo di vedere.

I disegni hanno evidenti pregi ma anche evidenti difetti: se da un lato, infatti, contribuiscono pregevolmente all'atmosfera cupa e angosciosa della storia, grazie a un tratto nervoso e all'uso di abbondanti campiture nere, dall'altro ne ostacolano talvolta la fruibilità, a causa di una leggibilità che non è sempre al top. Non tutte le vignette sono immediatamente decifrabili, soprattutto a causa delle fisionomie non abbastanza differenziate e vagamente cangianti. A volte ci vuole un po' per capire chi sta facendo cosa, e questo spezza il ritmo della vicenda. Capiamoci, Possenti mi piace e lo considero molto bravo, ma sulla lunga durata deve lavorare su questi dettagli, altrimenti il risultato finale ne risente: saper raccontare per immagini non è meno importante che saper disegnare in modo tecnicamente impeccabile ed essere in possesso di una riconoscibile e apprezzabile personalità artistica.

Detto questo, l'albo rimane per me molto buono. Avercene!

_________________
È la mia opinione, e la condivido.

Ciao,
Teo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: lun nov 08, 2021 11:14 am 
Non connesso

Iscritto il: mer ago 16, 2006 3:07 pm
Messaggi: 364
Scusate, ma mi avete messo una decisa curiosità, per cui chiedo gentilmente di mandarmi in privato un link a questo famigerato 'video del sub', per capire di cosa si parla.

(Purtroppo non posso capirlo leggendo l'albo, dal momento che potrò acquistarlo solo tra mesi quando ritorno in Italia)

_________________
http://www.buffalora.wordpress.com


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: lun nov 08, 2021 1:55 pm 
Non connesso

Iscritto il: mar mag 26, 2009 2:24 pm
Messaggi: 607
Ma anche no, davvero.
Non è così fondamentale.
E' solo una (macabra) curiosità che ho svelato per far capire quanto questa storia di Dyd sia immersa nella realtà (purtroppo).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: mar nov 09, 2021 11:25 am 
Non connesso

Iscritto il: ven giu 12, 2015 7:29 pm
Messaggi: 1875
cava76 ha scritto:
Chi mi conosce sa che non sono un tipo da sequel.
O meglio, lo sono nel caso lo ritenga oppurtuno.
Questa storia ha un finale volutamente ambiguo (così come il finale del mio Paranoid Boyd, per esempio), ma non necessariamente necessita di un seguito.
Però... Mentre scrivevo IL MOMENTO BLU avevo in mente una possibile prosecuzione.
E' un'idea che mi frulla in testa da tempo, da quando ho iniziato a studiare a fondo la psicologia di Dylan Dog, scavando nei sui angoli più oscuri. Ecco, l'idea c'è, ma è molto estrema. La proporrò in redazione e vedremo cosa mi diranno. Al momento, non ho ancora chiaro il finale che darei al possibile seguito, e quello deve essere ben studiato, calibrato, imprescindibile.
Per ora, quello che volevo dire sull'incubo delle stragi a scuola, e sulla lucida, costruita follia che le alimenta, l'ho detto.
E, se qualcuno lo pensasse, no, non ho scritto questa storia solo per fare qualcosa di splatter. Anzi, non la definirei nemmeno splatter, come storia. Lo splatter (che a me piace e non me ne vergogno, come avete visto in GLI ORRORI DI DUNWICH) per me è altra cosa.
Saluti a tutti
:)

allora spero proprio che ti approvino questo potenziale sequel: come abbiamo già detto, la storia sta bene anche così da sola, ma visto il gradimento, penso che un sequel ci stia bene :)

rimatt ha scritto:
Non tutte le vignette sono immediatamente decifrabili, soprattutto a causa delle fisionomie non abbastanza differenziate e vagamente cangianti. A volte ci vuole un po' per capire chi sta facendo cosa, e questo spezza il ritmo della vicenda.

condivido in pieno

_________________
Regola numero uno: I commenti non rispecchiano l'andamento dei voti.
Regola numero due: Il 6 è un voto contemporaneamente positivo, negativo e neutro.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: mar nov 09, 2021 6:57 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab lug 04, 2020 11:15 am
Messaggi: 75
una buona storia, che va al sodo senza troppi complimenti
devo ammettere, però, che io avrei disegnato le scene degli omicidi con più particolari truculenti; mentre leggevo in effetti ho avuto la sensazione di morti di carta, che danno un taglio poco tragico e straziante alle scene d'omicidio.
ma tant'è, gusti personali.

resta il dubbio però: cos'è questo momento blu e chi sono i suoi credenti? e perchè, come loro, dylan vede i mostri? che guerra è appena iniziata?
questa storia merita un seguito ma che sia credibile, non come la ciofeca rappresentata del tutto e niente del 399 dove rr ha fatto un minestrone di "finali" in salsa altamente trash.
dylan redpillato perchè è un tipo ombroso, non ha amici... vede i mostri. E' la consapevolezza di qualcosa? e cosa? Tante domande che incuriosiscono



p.s. pag. 87 seconda vignetta, mi pare balotelli :lol:
scusate


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: mar nov 09, 2021 11:35 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 20, 2009 12:26 pm
Messaggi: 6397
Località: Inverary 2.0
Non lo dico per fare l'assolo (in shoegazing?) fuori dal coro angelico, o per distorcere la melodia comune e far rumor di noise a parte su una pedaliera scordata... ma per deontologia storica verso me stesso e la disinteressata onestà con cui commento ogni storia da anni, con lo stesso metro, in tutta sincerità questo albo non mi ha convinto molto :roll:
Anche per rispetto al recentissimo Cavaletto visto sull'OB#8 con gli Orrori di Dunwich che sinceramente per me rimane due spanne superiore a questo #422, per macabrosismi morbosi e sana atmosfera disturbata, contando anche su un Rinaldi possentissimamente strepitoso 8-) .

Quindi, per quanto i paragoni spesso non tengano, mi devo accontentare di un 6 + (rispetto al 7 abbondanterrimo dell'OB) come gradimento complessivo, senza strimpellare nostalgico di un 'periodo blu' di picassiana memoria.

Immagine


ン ン ン ン ン ン ン ン ン ン N-SPOILER ン ン ン ン ン ン ン ン ン ン ン



Partiamo subito da cosa non mi è piaciuto di base pregiudicando tutto il resto: i disegni.
E detto in un periodo in cui il lato grafico è l'unico che fa sempre un figurone su DD, l'avverto come un'eccezione particolarmente penalizzante :cry: .

Possenti ha a che fare con troppi personaggi da caratterizzare, tra vittime, profs, studentelli etc, e va presto in tilt: come detto già da altri forumisti, si fa molta fatica a distinguere chi faccia cosa. Non si/lo ajuta anche il fatto che venga decisa un'unica divisa per studenti (e custode?)+Dylan, manco si parlasse delle squadra nel futuro anti-zombie del Pianeta dei Morti, che seguiva Dylan con la stessa mise.
Anche la sua continua alternanza di stili, oltre a far pensare una lavorazione divisa in tempi parecchio distanti tra loro, crea una sensazione di scompensamenti a manetta. Basti vedere come passi da primi piani semi-tragici pregni di pathos, e faccioni grotteschi quasi caricaturali abbozzati alla meglio.

Inoltre il modo con cui gestisce le campiture, spaziando dai vuoti in nero a quelli in bianco è abbastanza scadente in generale. Di sicuro disegna bene le auto ed i mezzi militari; sulla mega-scolopendra a p.71 poteva fare meglio, come quelle di p.92 e soprattutto p.8 che ci fanno un figurone a confronto. Abbastanza discutibili anche certe pose pseudo-plastiche, come Kehoe preso alla sprovvista nel capanno (p.26) che sembra invece sul punto di lanciare uno shuriken in Mortal Kombact :g:
Top: il crollo del ponte (per quanto l'onomatopea è quello che è).
Flop: p.70 un esempio di alternanza di stili indigesta, con Dylan che alla fine sembra incappucciato come gli assalitori prima d'indossare la maschera.

[...]

Passiamo a quello che mi è piaciuto della storia :wink: .
Di sicuro il ritmo serrato, e non poteva esser diversamente essendo la faccenda concentrata in un'ora e mezza scarsa. Dialoghi essenziali e senza ricami, con risposte non scontate, come serve in queste occasioni... e anche quando Dean deve abbozzare un discorsetto motivazionale (pp. 78-82) sullo 'spezzare la catena-status quo-ritorno al caos rigenerante (da dinosauri)' sembra più una supercazzola per rendere confusamente scettico Dylan che qualcosa in cui credesse realmente... senza contare che parliamo di una mente in parte plagiata da qualcosa di oscuro/non illuminante, come gli fa notare spesso la sua comare Liza, poco propensa ai filo-solfeggi.

Il presunto disagio giovanile nel complesso non è molto focalizzato, anche perché come detto prima i personaggi sono troppi e troppo diversi fra loro (tranne che per Possenti) per tracciare una linea comune. Forse meglio così, perché si rischiavano pantani di retorica, anche se questo passare da spacconi sensibili a bullizzati sadico-repressi (o viceversa) tra le vittime in tensione dopo un po' stufa, quasi in loop. Buona la resa del panico generale da fuggifuggi, anche se pure qui Possenti non ajuto molto a distinguere i profs da (in)certi studenti.

Fa un po' tenerezza la sequenza in cui gli ipo-coraggiosi tentano di reagire agli assalitori armati di righelli e squadre (p.50); un compasso nel cranio li avrebbe salvati? Non ci sono più i cattivi geometri di una volta... :D
In senso contrario, esageratamente sulle righe fetish e abbastanza fuori luogo in senso voyeuristico la scena in cui la tizia sottomessa lecca gli stivali pensando di salvarsi... da un pestaggio letale (p.62): posso capire una reazione simile da sola col suo aguzzino, ma in quel contesto da 'commando' di gruppo stona parecchio :dito: .

Non essendo - almeno nel primo impatto, da episodio con un probabilizzato seguito - una storia d'impianto sovrannaturale (Vs Gli Orrori di Dunwich) ci sono delle cose per cui tutta la suspension of disbelief possibile non credo sia necessaria in eventi prettamente action... pertanto mi stona un tantino il machismo da Terminator del manco 20enne Dean contro cui nessuno può, nell'inermismo imbelle generale di tutta la scuola che se le fa prontamente sotto, quando contro un elemento simile (non dotato di armi automatiche, come un mitra) basterebbe una mezza dozzina di coraggiosi sacrificabili che gli si butta per immolazione addosso, incassando qualche projettile, e verrebbe neutralizzato per sempre, specialmente quando si muove nello stretto .

Per questo non mi ha convinto molto neanche l'atteggiamento di Dylan che passa da scatti violenti alla rassegnazione quasi colpevole (da musone, vedi primi piani di p.76, 80 ed 83) anche se forse certi passaggi di iper-sensibilità frignona servono a renderlo una preda appetibile per i plagiatori mentali del 'momento blu' in un'ottica futura, in vista del sequel. Comunque sia, il finale ad effetto (contro)gombloddo mi è piaciuto parecchio, anche se il lato visionario di Chandler e Rachel meritava un po' di spazio in più, come l'idea della congrega settaria messa troppo in coda per creare appeal nell'episodio in sé. Il fatto di far stillare dubbi comunque rende interessante tutto l'insieme grazie a questo finale, ma si rischia il risicamento per capello, quando il contorno ingoja la portata principale :P .

Non mi torna neanche molto l'atteggiamento del Prof.Chandler che in pratica si porta Dylan dentro l'istituto (un' incognita pericolosa, sulla carta :o ) dopo la rissa di p.23 nel giorno del pianificato attentato, e poi perde troppo facilmente il polso della situazione col suo 'adepto' Dean, facendolo entrare con l'esplosivo nella stanza in cui egli stesso si trova, per farlo poi volare dalla finestra vistosi in pericolo. Valli a capire i movimenti di fanatici... nessun vaccino li salverà :x: .

Qualche nota sparsa per chiudere: la faccenda del sub, complice anche la resa grafica datale dal montaggio di Possenti, non crea pathos come vorrebbe, e sembra quasi out of place nel ficcaggio. Non sempre certi media (video Vs fumetto) si vengono incontro nel ricreare le stesse sensazioni, specialmente quando ci sono impressioni personali di mezzo. Forse ho anche intravisto qualcosa che non torna a livello di sceneggiatura, figlioccia di incomprensioni... mie o tra autori dei testi/designi/revisione :oops: .

    #1) p.10 : Quel Simon (con tanto di grassetto enfatizzato, chissaperché :roll: ) che se ne a sta a mollo con la sua bagnarola a remi mentre pesca... vorrebbe negli intenti degli autori essere lo stesso tizio che saluta la lancia della pula a p.73? No, perché quell'altra è una vera imbarcazione da pesca cabinata, lunga almeno il doppio. Non sarebbe la prima volta che Cavaletto si ritrova in mezzo a natanti mutanti per (dis)grazia dei disegnatori..

    #2 p.41: Perché mai Avril dovrebbe rientrare dalla finestra? Non la vediamo mai tagliare la corda defenestrandosi, anzi la vediamo a p.37 nella stessa stanza bella che accasata con Chandler e Dylan. Se proprio doveva avere un ripensamento nel giro di 3 pagine sarebbe stato meglio almeno rappresentarlo, altrimenti quella presa di Dylan che la ritrascina dentro rimane senza alcun senso.

Un saluto a tutti, ci vediamo per un raduno ad Utoya. :tc:

_________________
Io no capito, io no capito

(anta baka?! [...] kimochi warui)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: mer nov 10, 2021 12:52 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 1888
Località: WENETO
wolkoff ha scritto:
Possenti ha a che fare con troppi personaggi da caratterizzare, tra vittime, profs, studentelli etc, e va presto in tilt: come detto già da altri forumisti, si fa molta fatica a distinguere chi faccia cosa. [...] Anche la sua continua alternanza di stili, oltre a far pensare una lavorazione divisa in tempi parecchio distanti tra loro, crea una sensazione di scompensamenti a manetta. Basti vedere come passi da primi piani semi-tragici pregni di pathos, e faccioni grotteschi quasi caricaturali abbozzati alla meglio
.

Per inquadrare il reale problema di Possenti in quest'albo, rimando alla fine del mio post con il delirio del prof. Chandler.

wolkoff ha scritto:
sulla mega-scolopendra a p.71 poteva fare meglio, come quella di p.92 e soprattutto p.8 che ci fanno un figurone a confronto
.

Per me, come scrivevo prima, la scolopendrona è proprio l'indice di tutto quello che non va nell'albo. Se penso alla differenza di precisione che c'è tra la magnifica esplosione del ponte di pag. 43 (anche per me è il top dell'albo), e la superficialità della splash di pag. 92 mi viene da piangere...




wolkoff ha scritto:
Top: il crollo del ponte (per quanto l'onomatopea è quello che è).
Flop: p.70 un esempio di alternanza di stili indigesta, con Dylan che alla fine sembra incappucciato come gli assalitori prima d'indossare la maschera
.

Anche per quanto riguarda la maschera, ci sarebbe da parlare per ore: del fatto che la maschera di lei le lascia scoperta la coda, del fatto che a pag. 47 lei palesemente non ce l'ha più (sfido chiunque a mettersi gli airpods con addosso una maschera!), che a volte le maschere fanno intravedere pure i denti e le bocche spalancate, a volte no, che a pagina 89 Dean ha la maschera, Dylan ha la maschera, e per terra ce n'è un'altra (altrimenti cos'è quella cosa per terra, che tra l'altro non c'entra niente con la scena, e anzi la rovina???)... Tralasciando, per amore di sospensione dell'incredulità, il fatto che queste maschere sono straultra aderenti e trasformano dei capelloni come Dean o Dylan in perfetti Mastri Lindi.

wolkoff ha scritto:
#2 p.41: Perché mai Avril dovrebbe rientrare dalla finestra? Non la vediamo mai tagliare la corda defenestrandosi, anzi la vediamo a p.37 nella stessa stanza bella che accasata con Chandler e Dylan. Se proprio doveva avere un ripensamento nel giro di 3 pagine sarebbe stato meglio almeno rappresentarlo, altrimenti quella presa di Dylan che la ritrascina dentro rimane senza alcun senso.


Qui credo che Avril non stia risalendo. O meglio, quando la vediamo a pagina 41 è colta nel momento in cui sta appena scendendo, e subito Dylan si accorge che c'è la tipa col fucile e cambiano idea, e la ritira su. Non so se questa soluzione risolve qualcosa, certo, aggiungere un semplice "ho deciso di tentare" non credo avrebbe ucciso nessuno.


Infine, per chi non avesse comprato l’albo, per farsi un’idea della situazione, questa è una carrellata di vignette con protagonista il professor Chandler cioè, senza spoilerare troppo, uno dei personaggi chiave della storia.

Lo vediamo qui per la prima volta, pagina 23, vignetta 1, senza cravatta:

Immagine

Lo rivediamo qui nella pagina DOPO, vignetta 3, CON la cravatta:

Immagine

Qualche pagina dopo, 36, vignetta 4, di nuovo SENZA cravatta:

Immagine

Così come a pagina 37, vignetta 7:


Immagine


A pagina 66, finalmente, il capolavoro! Vignetta 1, CON la cravatta:

Immagine

Stessa pagina, vignetta 6, SENZA cravatta, per poi non indossarla più:

Immagine

Avrete notato sicuramente come anche la sua barba faccia va e vieni a seconda delle circostanze. Giusto qualche altro esempio:

Questo è lui a pagina 41, vignetta 2: completamente sbarbato:

Immagine

Questo è lui a pagina 46, vignette 2 e 4, praticamente sbarbato, e anche senza occhiali (come Kevin!):

Immagine

Per non parlare del fatto che in questa vignetta c’è anche lui nella stanza del preside, insieme agli altri:

Immagine

E nella scena immediatamente dopo, non solo lui non c’è più, ma c’è pure Avril, che nella scena prima evidentemente non c’era!

Immagine

Giusto per ricordarci COME si è presentato la prima volta che l’abbiamo visto bene in faccia, Chandler era così (pagina 23, vignetta 4):

Immagine

Ora guardiamo come si è ridotto arrivato a pagina 98, vignetta 2:

Immagine

Bastano queste due ultime immagini per capire che cosa ci vendono certe volte questi signori: non un fumetto di cento pagine, ma solo una successione disorganica di cento pagine.

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: mer nov 10, 2021 1:37 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 20, 2009 12:26 pm
Messaggi: 6397
Località: Inverary 2.0
Keanu Coen ha scritto:
wolkoff ha scritto:
sulla mega-scolopendra a p.71 poteva fare meglio, come quella di p.92 e soprattutto p.8 che ci fanno un figurone a confronto
.

Per me, come scrivevo prima, la scolopendrona è proprio l'indice di tutto quello che non va nell'albo. Se penso alla differenza di precisione che c'è tra la magnifica esplosione del ponte di pag. 43 (anche per me è il top dell'albo), e la superficialità della splash di pag. 92 mi viene da piangere...


Su questo non sono d'accordo al 100%. Le scolopendre 'al negativo' di pagina 8 mi sono piaciute parecchio, nel loro turbinio. Quella di pagina 71 (che diventa pure aracnoide) decisamente no, sembra disegnata da un'altra mano e male. Quella di p.92 è una via di mezzo, piccattiana come stile... un po' tirato ma efficace.


Keanu Coen ha scritto:
wolkoff ha scritto:
#2 p.41: Perché mai Avril dovrebbe rientrare dalla finestra? Non la vediamo mai tagliare la corda defenestrandosi, anzi la vediamo a p.37 nella stessa stanza bella che accasata con Chandler e Dylan. Se proprio doveva avere un ripensamento nel giro di 3 pagine sarebbe stato meglio almeno rappresentarlo, altrimenti quella presa di Dylan che la ritrascina dentro rimane senza alcun senso.


Qui credo che Avril non stia risalendo. O meglio, quando la vediamo a pagina 41 è colta nel momento in cui sta appena scendendo, e subito Dylan si accorge che c'è la tipa col fucile e cambiano idea, e la ritira su. Non so se questa soluzione risolve qualcosa, certo, aggiungere un semplice "ho deciso di tentare" non credo avrebbe ucciso nessuno.


Non saprei, poco prima il mutabarba Chandler (perché vuole fare il buono e depistare?) consiglia a tutti di non uscire, frapponendosi davanti alla finestra. Mi sembra strana questa Avril che di sua iniziativa pensa di sbalconare con Dylan prima d'accordo, e poi intento a ripescarla dentro. Comunque sia, break compreso, sono 4 pagine che non tengono le motivazioni dell'azione in generale.
Mi sa tanto di forzatura a rigore (svirgolato, in curva) di logica, come Bloch occhiodifalcone con 15/10 che individua a p.69 il Maggiolone che chiaramente deve essere al di là del ponte crollato, sull'isoletta isolata.

[...]

Sulla questione delle maschere in generale sono perfettamente d'accordo.
Forse Possenti dovrebbe darsi una ripassata a Diabolik ed Eva Kant per capire come ci si agghinda attillati in missioni d'assalto, zazzera compresa... 8-)

_________________
Io no capito, io no capito

(anta baka?! [...] kimochi warui)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: mer nov 10, 2021 12:36 pm 
Non connesso

Iscritto il: mar mag 26, 2009 2:24 pm
Messaggi: 607
"e anche quando Dean deve abbozzare un discorsetto motivazionale (pp. 78-82) sullo 'spezzare la catena-status quo-ritorno al caos rigenerante (da dinosauri)' sembra più una supercazzola per rendere confusamente scettico Dylan che qualcosa in cui credesse realmente... senza contare che parliamo di una mente in parte plagiata da qualcosa di oscuro/non illuminante, come gli fa notare spesso la sua comare Liza, poco propensa ai filo-solfeggi."

E bravo Wolkoff!!!
:D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: mer nov 10, 2021 3:46 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 1888
Località: WENETO
wolkoff ha scritto:
Keanu Coen ha scritto:
wolkoff ha scritto:
sulla mega-scolopendra a p.71 poteva fare meglio, come quella di p.92 e soprattutto p.8 che ci fanno un figurone a confronto
.

Per me, come scrivevo prima, la scolopendrona è proprio l'indice di tutto quello che non va nell'albo. Se penso alla differenza di precisione che c'è tra la magnifica esplosione del ponte di pag. 43 (anche per me è il top dell'albo), e la superficialità della splash di pag. 92 mi viene da piangere...


Su questo non sono d'accordo al 100%. Le scolopendre 'al negativo' di pagina 8 mi sono piaciute parecchio, nel loro turbinio. Quella di pagina 71 (che diventa pure aracnoide) decisamente no, sembra disegnata da un'altra mano e male. Quella di p.92 è una via di mezzo, piccattiana come stile... un po' tirato ma efficace.


Dicevo in un altro post proprio questo, che la scolopendra di pagina 8 è molto bella, mentre le altre volte che compare è tra il "dozzinale" e il "completamente diverso". Ed è sicuramente indice di qualche travaglio produttivo. Come tutto il resto dell'albo.

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #422 - Il momento blu
MessaggioInviato: mer nov 10, 2021 5:27 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mag 10, 2020 2:19 pm
Messaggi: 129
Piaciuta molto.
Per certe cose è "old boy", e viene da chiedersi il senso di un reboot se poi si è punto e a capo, ma dato che ai dettagli preferisco il risultato, ho apprezzato il tutto. Tavole stupende e storia realissima... e qui, quasi contraddicendo quanto appena detto, l'attualità di una storia così, proietta Dyd in un "universo del reale", che sconfina dal fumetto, ed è ciò che storicamente, lo ha sempre reso unico.
Confesso che, lavorando con studenti, un po' inquieto lo sono, non tanto per me, che cerco di andare d'accordo anche on quelli che io ho ribattezzato "le MerXXXe", dato come trattano certi loro compagni, ma per un mio collega che ha messo loro delle note disciplinari... anche se dubito che tra "le MerXXXe" ci sia qualcuno che ha mai letto qualcosa di diverso da un post su Tik-Tok o su Instagram (perciò Dylan Dog è per loro come Manzoni), qualcuno in grado di organizzarsi e fare gesti simili a quelli raccontati, potrebbe esserci.
Al tempo stesso resto avvilito davanti al modo di approcciarsi al mondo degli adolescenti, con la consapevolezza, che la mia generazione, ha lasciato loro ben poco in cui credere...

_________________
Qui non entrate, ipocriti bigotti,
Ginocchia fruste, sepolcri imbiancati,
(F. Rabelais)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 84 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it