Cravenroad7

Forum dylaniato
Oggi è gio dic 02, 2021 8:25 pm

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 89 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6

#421 - La variabile
Insufficiente (1-4) 54%  54%  [ 20 ]
Mediocre (5) 14%  14%  [ 5 ]
Accettabile (6) 16%  16%  [ 6 ]
Buono (7-8) 14%  14%  [ 5 ]
Ottimo (9-10) 3%  3%  [ 1 ]
Voti totali : 37
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: sab ott 09, 2021 10:55 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 1801
Località: WENETO
Il tuo punto è chiarissimo, Rimatt, e condivisibilissimo. Ma tu sai bene che io invidio tantissimo questa tua posizione direi Zen su questi argomenti. Io invece quando vedo un albo Frankenstein come questo mi si rizzano le carni!

Per quanto riguarda la tavola di Blueberry l'errore ovviamente è macroscopico ed è incredibile come sia passato indenne a duemila ristampe, ma ormai è praticamente storia! E comunque, quando gli errori sono così rari io ci passo sopra senza problemi. Anche in Qwertyngton Dylan ha sempre la faccia diversa, ma lì quasi non ci fa niente, quel disegnatore lì non ha la statura di Celoni, dal quale mi aspetto se non lo stesso stile certosino di sempre, quantomeno omogeneità tra le tavole, che qui è totalmente assente: le pagine 15, 16, 17 e 18, per dire, sono tutte rifatte ex novo, quattro pagine di SEGUITO, e cozzano tremendamente con le prime 10, che invece si vede che sono originarie, Celoni doc. La pagina 59 è tutta rifatta, non so da chi, ma quell'Ash nella quarta vignetta spiegami tu che roba è!
Ma poi, senza sottilizzare tanto, ci sono vignette in cui si usano retini, e vignette in cui non ce ne sono... Come se in un film, Godzilla fatto in CGI combattesse con King Kong fatto di plastilina. Che delirio è?!?

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: sab ott 16, 2021 3:38 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab ott 02, 2004 7:32 pm
Messaggi: 11161
Località: Napoli
Nota da moderatore: siate pure spietati nei confronti dell'albo se non vi è piaciuto, ma ricordatevi di non esagerare nei confronti degli autori. Espressioni sullo zappare la terra sono da evitare, e anche suggerire che siano stati sostituiti da qualcun altro è vietato dal regolamento.


Quanto all'albo, comprato dopo mesi di astinenza in onore del ritorno di Dus & Ash, non sono molto impressionato... i personaggi fanno percepire una certa forza derivata dal loro riuscto background nel 221, ma la narrazione è davvero molto ingarbugliata e confusa. Ho sempre perdonato una certa verbosit sempre presente nelle storie barbatiane, ma quando questa era necessaria per una storia di una certa ricchezza di trama e di concetti... qui mi sembra che alla fine la storia in nuce non sia così complessa, ma semplicemente e inutilmente complicata.
Ash è forse il personaggio più interessante, ma risulta davvero ripetitivo coi suoi tormentoni, Leslie (che è quella che ricordo peggio dallla precedente prova) ha un finale piuttost debole, e Dust è un personaggio molto sfocato, al di là della violenza riesco poco a inquadrarlo, nella precedente apparizione erano tutti e tre molto più interessanti, qui sembra che le rispettive tragedia si siano ormai già consumate e ci sia uno stanco trascinarsi dei residui dei loro personaggi ormai distrutti da queste tragedie. Con tutto che poi non si capisce nemmeno se in questo universo sia effettivamente successo (ma ci torneremo).
Il rapimento finale pure mi convince poco, non ha senso narrativo introdurre tanti personaggi nuovi così all'improvviso senza nessun preavviso e poi dare così poco senso alla loro presenza.
Per concludere, ormai la gestione del reboot è diventata un pastrocchio senza senso, dai tempi di cagliostro doveva esserci una riunione redazionale per decidere insieme come gestire certe cose che impattano tutti e coordinarle.... invece ognuno fa come gli pare e il risultato è rendere ogni trama ticorrente del pre 400 un guazzabuglio cervellotico senza senso. in precedenza certe incerenze facevano parte del fascino sgangherato della serie, oggi a volerle razionalizzare senza poi veramente riuscirici si è ottenuto un minestrone in cui i personaggi si riconoscono ma si ricordanoa fasi alterne a seconda che serva o non serve e non si capisce cosa sia accaduto davvero in questo universo. a questo punto spero un giorno facciano finta di niete e decidano come regolarsi se ignorare tutto il pre400 o fare finte che nel post4000 sia successo tutto in modo uguale al pre400.
Celoni è sempre un piacere rivederlo su Dylan, visto che capita di rado, qui non è al top rispetto ad altri suoi albi ma comunque il suo lavoro mi è piaciuto.

_________________
Carnage - Teatro online
https://www.youtube.com/watch?reload=9&v=x4qv5rBEs9E


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: dom ott 17, 2021 8:02 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 19, 2010 5:51 pm
Messaggi: 2699
Immagine

la variabile
ho riletto l'anno scorso "il tocco del diavolo" e non la metterei mai tra le migliori di barbato, una buona storia ma antipatica....
uscita in un periodo in cui la barbato era ancora una forza della natura, la migliore, e in cui dylan iniziava già a sbandare terribilmente
e quindi, in mezzo a storie di masiero, faraci e ruju, una storia come il tocco del diavolo spiccava, sembrava quasi un gioiellino....
questo sequel, per quanto mi riguarda, è una catastrofe... quando uno aspetta la fine dell'episodio come una liberazione, allora è grave..
mi ha ricordato "il crollo" o "la lunga notte", una storia insopportabile, incomprensibile, personaggi odiosi da fucilare sul posto....
una trasferta topolinesca in bolivia da cui, secondo me, non si salva nemmeno celoni... non da buttare, ma me lo ricordavo meglio...
si salva solo la beffarda copertina (che non ci azzecca niente) e il nuovo frontespizio più bello di quello che c'era prima...
a questo punto direi che la mia seconda vita dylaniana può anche terminare qua :D

voto 4


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: dom ott 17, 2021 9:46 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer ott 30, 2013 9:02 pm
Messaggi: 3957
Località: Macondo
rimatt ha scritto:
Keanu Coen ha scritto:
Rimatt, a casa ho solo un volume di Blueberry, ti prego di farmi vedere questo errore, voglio assolutamente inorridire!


Non ricordo nel dettaglio di che numero si tratta, ma dopo una ricerca su google ho trovato un'immagine della pagina in questione:

Immagine



Talmente marchiano che ci ho messo cinque minuti a capire dove stesse il problema :mrgreen:

_________________
Di solito ho da far cose più serie, costruir su macerie o mantenermi vivo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: dom ott 17, 2021 11:20 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab ott 02, 2004 7:32 pm
Messaggi: 11161
Località: Napoli
Ah, c'è pure un blooper in cui Dylan parla calabrese, invertendo una D con una T :D

_________________
Carnage - Teatro online
https://www.youtube.com/watch?reload=9&v=x4qv5rBEs9E


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: lun ott 18, 2021 9:23 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab dic 28, 2013 7:16 pm
Messaggi: 2407
Località: Noland
Kramer76 ha scritto:
mi ha ricordato "il crollo" o "la lunga notte", una storia insopportabile, incomprensibile, personaggi odiosi da fucilare sul posto....
a questo punto direi che la mia seconda vita dylaniana può anche terminare qua :D

voto 4


Stessi ricordi e opinioni, come per il tuo ultimo post zagoriano a proposito di Rakosi (e Hellingen e Kandrax).
Ma mollare proprio ora quando sono in arrivo due storie di Ambrosini? Una sul prossimo Oldboy e una prossimamente sulla regolare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: lun ott 18, 2021 11:12 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 02, 2019 10:39 am
Messaggi: 1846
Località: Ἁρμαγεδών
Bene o male mi ritrovo nel commento di Kramer, per quanto Aleksandr non ha tutti i torti (due storie del Conte fanno sempre gola).
Ma la mia "seconda vita dylaniata" è finita ormai da parecchi mesi: è proprio la struttura portante a reggere questo nuovo corso di Dylan Dog ad essere un pastrocchio irritante, un orrore nel senso meno dylaniato del termine, una zozzeria che va avanti a rattoppi quando invece la testata dovrebbe godere di una propria dignità essendo stata tra le maggiori serie a fumetti della nostra penisola.
Una serie divenuta lo spettro di sé stessa (si, ok, dovrebbe essere una testata horror, e il fatto che sia ridotta "a uno spettro" può pure starci :lol: ), senza senso, senza una base solida, senza identità, senza niente.
Ormai la regolare è una specie di OldBoy monoporzione, ma con un Dylan né "Old" né "New".
A questo punto possono pure metterci storie firmate da Mignola, Sienkiewicz, Miller o Mazzucchelli. Il risultato non cambia.

Non escludo una mia "fase tre" da compratore. Quando usciranno da questa palude, è chiaro.

_________________
Rollbacker di Wikipedia dal gennaio del 2021


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: mar ott 19, 2021 11:58 am 
Non connesso

Iscritto il: ven giu 12, 2015 7:29 pm
Messaggi: 1832
non di certo una delle migliori prove della Barbato, ma mi sento di salvare questa storia, alla fine non mi è dispiaciuta... la definirei godibile
in alcuni punti invece non mi sono piaciuti i disegni di Celoni, più che altro perchè faticavo proprio a capire cosa fosse rappresentato...

_________________
Regola numero uno: I commenti non rispecchiano l'andamento dei voti.
Regola numero due: Il 6 è un voto contemporaneamente positivo, negativo e neutro.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: mar ott 19, 2021 2:01 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2304
Cos'è successo al forum stamattina? Credevo che il sommo avesse hackerato il sito per vendetta! :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: mar ott 19, 2021 4:46 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab lug 03, 2004 10:42 pm
Messaggi: 10855
bertuccia ha scritto:
Cos'è successo al forum stamattina? Credevo che il sommo avesse hackerato il sito per vendetta! :mrgreen:

:lol: :lol:

_________________
Temo di essere frainteso. Forse ho raggiunto il mio obiettivo.
http://luogosegreto.myblog.it/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: mer ott 20, 2021 9:56 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 19, 2004 2:43 pm
Messaggi: 10443
Località: Sardegna
bertuccia ha scritto:
Cos'è successo al forum stamattina? Credevo che il sommo avesse hackerato il sito per vendetta! :mrgreen:

Mirco ha tentato di scappare con i soldi che ha fatto con il forum... arrivato alla fermata del bus è dovuto tornare indietro. :D

_________________
------------------------------------------------------------------------------------------
Un uomo ha bisogno di cinque cose:
una donna, un cavallo, una tenda, un fuoco,
e qualcosa per cui combattere.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: sab ott 23, 2021 6:41 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2304
Solomon Kane ha scritto:
bertuccia ha scritto:
Cos'è successo al forum stamattina? Credevo che il sommo avesse hackerato il sito per vendetta! :mrgreen:

Mirco ha tentato di scappare con i soldi che ha fatto con il forum... arrivato alla fermata del bus è dovuto tornare indietro. :D

:mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: mer ott 27, 2021 11:31 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer ott 30, 2013 9:02 pm
Messaggi: 3957
Località: Macondo
L'albo nun m'è garbato per nulla, ahimé. A questo punto non ricordo neanche se, nel mio recuperone di una quasi ormai decina di anni fa, lessi Il tocco del diavolo (urge rilettura, in ogni caso). Comunque non ricordavo nulla e la storia del mese mi è risultata indigesta, verbosa, piuttosto sconclusionata nella trama.
Almeno è una storia dall'impiano totalmente barbatiano, diverso dal surrogato dello stile di Paola cui troppo spesso sono stato abituato negli ultimi anni.

Celoni non è mai stato tra i miei preferiti, su Dylan Dog. Anche se diede prova di enorme abilità ne I raminghi, sfornando tavole magistrali. Mentre invece le sue prime prove (lo speciale scritto da Faraci, per esempio) non erano troppo di mio gradimento. Qui non mi è dispiaciuto, un po' altalenante, ma in certe vignette ci regala un Dylan secondo me tra i più canonicamente Rupertiani: slanciato, snello, smunto, zigomi pronunciati, sguardo penetrante.
Solo che chissà nelle 98 pagine dove diavolo era questa vignetta :mrgreen:

_________________
Di solito ho da far cose più serie, costruir su macerie o mantenermi vivo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: #421 - La variabile
MessaggioInviato: ven nov 05, 2021 7:36 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom ago 24, 2008 9:27 pm
Messaggi: 663
Keanu Coen ha scritto:
bertuccia ha scritto:
Keanu Coen ha scritto:
Bertuccia, ora ne prende 400 al giorno, di sterline... Ci vuole un coraggio da leoni...


Braccia rubate all'agricoltura! :mrgreen:


Anche chi ha disegnato questa vignetta dovrebbe andare a zappare, insieme a chi l'ha scritta:

Immagine

Cioè guardate Dylan, il braccio sinistro e le scarpe manco finite in particolare, guardate i capelli approssimativi di Leslie che non c'appizzano tra l'altro niente con il taglio di capelli che ha nel resto dell'albo, guardate il pressapochismo con cui è realizzata e ditemi: ma secondo voi questo è lo stile e la qualità di Celoni?!? Secondo me manco per sogno.


Diciamo che Fabio Celoni ci aveva entusiasmato molto di più ne "Il tocco del diavolo".

"La Variabile" parte male già dal titolo e la copertina delle new entry Gianluca e Raul Cestaro fa rimpiangere Gigi Cavenago, emigrato in USA alla Castellini: BUONA FORTUNA. Il teschio di Groucho, oltre a non c'entrare con la storia, ha pure le sopracciglia!!!
Almeno il fronespizio è apprezzabile.

Storia cervellotica o bizantina in perfetto stile Barbato. Nella vignetta mal disegnata qui sopra la nostra Paola tira anche una stoccata a Recchioni.
Il fil rouge per collegare una storia della prima fase a una della seconda (o terza) è un po' raffazzonato, ma se si vuole il revival di Ash, Dust e Leslie come si fa? (Una volta il re dei revival per carenza di idee era Ruju, oggi la Barbato).
La nuova Leslie si è rifatta il seno (era una delle poche piatte dell'universo Dylan, categoria quanto mai discriminata dalle tettone). Anche come personaggio, rispetto ad Ash e Dust, è totalmente stravolto.
Finale che lascia intendere un terzo capitolo della saga. Ma questo è già un bel gradino inferiore al primo.
Groucho presente in poche vignette senza mai proferire parola. Contanto che le sue barzellette nelle storie della Barbato spesso fanno pena, forse non è un male.
Tanti dialoghi, forse troppi, ma siamo in una storia della Barbato. E anche Celoni ha fatto tavole ben migliori.
Però non la giudicherei una ciofeca.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 89 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it