Cravenroad7

Forum dylaniato
Oggi è gio lug 25, 2024 9:36 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1635 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 99, 100, 101, 102, 103, 104, 105 ... 109  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: ven ago 12, 2022 9:27 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2738
Clift si, ha un comportamento assurdo.
In quattro e quatt'otto inventa un crimine che non c'è, macchinosissimo, quando avrebbe potuto puntare serenamente sulla legittima difesa creando una scena del crimine plausibile.
Quando poi decidere di uccidere Julia, certo, come l'avrebbe spiegata quella storia? Il colpevole presunto era già stato preso, così non solo lo scagionava, ma metteva sé stesso nei guai.
Purtroppo esiste questo assunto per cui, Webb e Julia, devono essere depressi e insoddisfatti della loro vita, per poter riempire pagine di speculazioni filosofiche e rimpianti. Ma anche lì, se la ex moglie ei Ettore sta male, egoisticamente, ma chissenefrega :mrgreen: ! Se devi partire parti e la figlia te la porti dietro o la lasci dai nonni, perché mai rinunci alla vacanza?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: sab ago 20, 2022 6:28 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 24, 2021 1:29 am
Messaggi: 67
bertuccia ha scritto:
Senza alibi


Sembra di ripetersi, perché anche in questa storia, non solo è presente il doppio carpiato, ma diventa un triplo carpiato.
SPOILER
Il momento in cui l'indagine segue il bivio solitario di Julia, mi è sembrato pretestuosissimo, con l'escamotage del sesto senso. Un'intuizione che, peraltro, fa parte del bagaglio del criminologo, ma che in questo contesto, non trova appigli né concreti né fittizi negli interrogatori.
Lo spunto sono le frasi pronunciate dalle due donne, la vicina e la moglie della vittima. Sulla base di quanto si apprende, i motivi per considerare lacunose le ricostruzioni, non ci sono minimamente.

Tanto meno per smontare la ricostruzione dei due poliziotti, ancora meno per incastrare il vicino. Un filo tenue di ricostruzione dei fatti, che ricorda una di quelle ragnatele rabberciate ed effimere, tenute assieme per chissà quale forza.


Letto ora pure io: un' indagine facile tipo quella del Bis ma per me la sufficienza la merita in pieno.
C'è però un tema ricorrente che mi é piaciuto ben oltre la sola sufficienza.
Al contrario però del pensiero sopra riportato di Bertuccia, ho trovato invece telefonata e scontata la soluzione: nel senso che fin dall'inizio, immedesimandomi nel collega baffuto di Clift , anche io avrei trovato parecchio strambo il suo comportamento, aldilà della procedura rispettata .

Spoiler!
Dopo il sei-zero-uno di Webb, immediatamente gli viene in mente di andare in casa del poveraccio che hanno incrociato il giorno prima, con i millemila delinquenti che ci sono a Garden City ; effettua un' irruzione , senza appigli di indizi, nemmeno fosse la casa di Al Zawahiri e infine magicamente, tipo 6 al Superenalotto, trova il portafoglio rubato nella tasca dei jeans. Per non citare l'atteggiamento non proprio neutro nell'interrogatorio in centrale.


Infatti è proprio il finale, con protagonista il collega poliziotto, che a mio modo di vedere risolleva il valore dell'episodio: sarebbe stato poco credibile che non avesse sentito puzza di bruciato in tutta quella faccenda.

Il punto che invece mi é parecchio piaciuto é che tutta la storia é una rappresentazione delle variegate solitudini: tutti i personaggi o quasi mostrano la propria.

Dal racconto delle solitudini dei poliziotti a quelle del tossico o del commerciante, tutti alle prese con una vita non soddisfacente, tutti a modo loro, soli.

E, parlando ancora di solitudini , bello il finale emotivo creato da Berardi, in cui si contrappongono il rafforzamento di un rapporto di coppia con tanto di cena ufficiale di presentazione (Webb e Silvia) e un indebolimento di quell'altro tra Julia ed Ettore (e qui concordo con Bertuccia: hai 3 giorni di ferie da fare, ma parti senza farti tutti quei problemi!!).
Due solitudini che stavolta si allontanano tra loro: meno solo di prima Webb, più sola Julia.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: mar set 06, 2022 10:50 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab dic 28, 2013 7:16 pm
Messaggi: 2531
Località: Noland
Io chi sono? è stato per me uno dei peggiori albi di Julia degli ultimi anni. L'argomento mi interessava molto, l'inizio faceva molto ben sperare, ma poi si passa d'improbabilità in assurdità. Sto leggendo Julia, non sto guardando una puntata di Chuck.
Voto 4,5.
Prosegue la carrellata d'inutili incubi, anche qui 5 pagine ridicole.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: sab set 10, 2022 2:55 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2738
Io chi sono non è piaciuto nemmeno a me.
Una serie di eventi casuali e impossibili, come il tizio assolutamente anonimo ( :mrgreen: ) in cappotto nero e occhiali neri (cioè, il prototipo del losco, della spia, dell'infiltrato) che bazzica due volte lo stesso posto e viene beccato da due arrangiate che giocano alle detective.
La ricerca del figlio hacker che trova la richiesta di password nei contatti (ridicolo anche solo pensare una cosa del genere, per nulla sospetto) il sito bello pronto, proprio poco losco, con tutti in mimetica a sparare.
Lo smemorato che praticamente è un ninja assassino, ma nello stesso tempo un uomo normale inserito in un ruolo torbido.
La solita stupidaggine di non chiedere alla polizia per non intralciare/essere presa per matta/ perché ha pochi elementi (pochi elementi, ma sono in pericolo di vita).
Invece quando la polizia verrà a sapere tutto, non la prenderà assolutamente per matta, no no :mrgreen: un numero da circo, infrangendo svariate leggi, ma meglio non farsi prendere per matti.
L'incubo. Mamma mia, 5 pagine di incubo sono quanto di più indigesto possa esistere.
Dimenticavo Cross che dovrebbe anche essere l'insegnante di cotanta criminologa, che infrange lui stesso regole logiche, di prudenza e giuridiche.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: sab set 10, 2022 3:59 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab dic 28, 2013 7:16 pm
Messaggi: 2531
Località: Noland
bertuccia ha scritto:
Dimenticavo Cross che dovrebbe anche essere l'insegnante di cotanta criminologa, che infrange lui stesso regole logiche, di prudenza e giuridiche.


Io Cross non me lo ricordo sulla serie regolare, ma per dieci anni ho saltato in pratica l'80-90% delle uscite, l'ho intravisto sfogliando, mai acquistando, l'Almanacco del giallo. Sulla base solo di questa storia quindi la mia impressione è pessima; dovrebbe essere un tipo in gamba, carismatico, invece mi è sembrato uno scappato di casa arruffone.

5 pagine di incubo orrende, il siparietto di Emily con la gang del pet(o)ardo :? ... Ma sinceramente in una storia così per cosa potevano essere usate altrimenti queste pagine? Inserendo Baxter facendolo indagare sull'identità dell'uomo? Avrebbe avuto un senso, non so quanto poi ci avrebbe guadagnato la narrazione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: sab set 10, 2022 6:56 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2738
Aleksandr ha scritto:
bertuccia ha scritto:
Dimenticavo Cross che dovrebbe anche essere l'insegnante di cotanta criminologa, che infrange lui stesso regole logiche, di prudenza e giuridiche.


Io Cross non me lo ricordo sulla serie regolare, ma per dieci anni ho saltato in pratica l'80-90% delle uscite, l'ho intravisto sfogliando, mai acquistando, l'Almanacco del giallo. Sulla base solo di questa storia quindi la mia impressione è pessima; dovrebbe essere un tipo in gamba, carismatico, invece mi è sembrato uno scappato di casa arruffone.

5 pagine di incubo orrende, il siparietto di Emily con la gang del pet(o)ardo :? ... Ma sinceramente in una storia così per cosa potevano essere usate altrimenti queste pagine? Inserendo Baxter facendolo indagare sull'identità dell'uomo? Avrebbe avuto un senso, non so quanto poi ci avrebbe guadagnato la narrazione.



Dio mi scampi dall'ennesimo Baxter che arriva con tizio che gli deve un favore.
Per fortuna a questo giro, mi è stato risparmiato. Ma hai notato che c'è un'intera pagina, la prima, sulla sveglia che suona?
Gli crescono proprio pagine e gli escono da tutti i pori, se si possono permettere orride 5 pagine di incubo, una pagina per far vedere una sveglia che suona!
Per poi ingaggiare l'indagine dei peracottari, con il medico che lascia il fascicolo comodo sul tavolo, loro due che ingaggiano un'indagine con un vizio di forma e procedurale imbarazzante. Sono due criminologi nonché due insegnanti!
Momento apoteosi quando Julia abborda senza vergogna la moglie e le rivela di essere a conoscenza della situazione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: sab set 10, 2022 9:39 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab dic 28, 2013 7:16 pm
Messaggi: 2531
Località: Noland
@Bertuccia: l'ho spesso sostenuto che ci sono storie di Julia per cui una settantina di pagine sarebbero pure troppe e si ricorre a qualsiasi riempitivo, fossero state le pagine di prima in questa storia non ci saremmo risparmiati la nonna.
Gridano vendetta invece le storie con una trama appassionante, in cui ogni pagina potrebbe essere importante e invece ci sono ugualmente dei riempitivi.
Quest'albo particolare se lo potevano giocare con qualcosa di banale, tipo un delitto commesso in stato di confusione (alcolica magari) e conseguente blocco mentale fino al disvelamento, chissà magari alla sufficienza poteva avvicinarsi, invece The Bourne Annoyancy.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: dom set 11, 2022 7:20 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2738
E parliamo della camicia insanguinata...
Coinvolgere la polizia significa ottenere, nel caso, esami di laboratorio.
Capire se si tratta di sangue umano ad esempio, farebbe la differenza per capire se, il furbone, ha riposto nel cassetto, perfettamente piegata, la camicia con cui è venuto in contatto con un uomo ferito o un animale ferito.
Se si tratta di un uomo, quel sangue dice chi è, magari a stretto giro di posta c'è un cadavere senza colpevole e il colpevole è proprio lui, con la camicia nel sottovuoto di Julia e dei polpettoni di Emily.
Guarda, a me basterebbe n.1 vignetta in cui Webb le dice che effettivamente ci sono pochi elementi per un'indagine ufficiale e di procedere autonomamente per qualche giorno, raccogliendo indizi sufficienti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: dom set 11, 2022 10:26 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab dic 28, 2013 7:16 pm
Messaggi: 2531
Località: Noland
bertuccia ha scritto:
Guarda, a me basterebbe n.1 vignetta in cui Webb le dice che effettivamente ci sono pochi elementi per un'indagine ufficiale e di procedere autonomamente per qualche giorno, raccogliendo indizi sufficienti.


Pienamente d'accordo e di pagine ce n'erano a bizzeffe per farlo. Che sia un albo concepito male si capisce anche da questo voler a tutti i costi far procedere Julia da sola, con botte di fortuna tipo il doppio incontro col tipo con gli occhiali da sole.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: dom set 11, 2022 11:41 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2738
Il tizio con gli occhiali da sole era già poco plausibile la prima volta. Tutta quella segretezza, poi lo sgama per strada.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: dom set 11, 2022 4:26 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab dic 28, 2013 7:16 pm
Messaggi: 2531
Località: Noland
Ci mancava solo che quando ha incontrato lo smemorato di Gardenio si mettesse a urlare: "Uè Ciccio ti ricordi di quando abbiamo sparato alle spie?" :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: dom set 11, 2022 8:41 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2738
Infatti :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: ven set 16, 2022 4:11 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 18, 2005 12:15 pm
Messaggi: 12557
Località: Verona
La storia di settembre non è piaciuta molto nemmeno a me: specifico che la scrittura è al solito buona e non mancano i consueti tocchi autoriali pregevoli, accompagnati oltretutto da disegni ottimi (Piccoli è forse il mio preferito tra i disegnatori di Julia), ma è proprio a livello di trama/struttura che la vicenda non mi ha convinto. Mi sembra tutto un abbozzo poco rifinito e ancora da sgrezzare; un'idea potenzialmente interessante sviluppata malamente, con troppe ellissi narrative e senza la capacità di andare al sodo, soffermandosi sugli elementi che possano dare solidità alla trama.

E specifico che non è colpa delle pagine, per me: con un simile materiale narrativo si potevano riempire due albi densi densi, è che si è appunto scelto di concentrarsi sulle cose IMO sbagliate. Manca proprio uno scheletro narrativo convincente. Tipico esempio di "curare le foglie senza accorgersi che gli alberi sono morti" (cit. Afterhours, più o meno).

_________________
È la mia opinione, e la condivido.

Ciao,
Teo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: sab set 17, 2022 5:39 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2738
Frase bellissima :o


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: dom set 25, 2022 7:00 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 24, 2021 1:29 am
Messaggi: 67
rimatt ha scritto:
Tipico esempio di "curare le foglie senza accorgersi che gli alberi sono morti" (cit. Afterhours, più o meno).


Curo le foglie, saranno forti. Se riesco ad ignorare che gli alberi son morti (Quello che non c'è- 2002).
Grande citazione Rimatt.

Non posso che concordare con tutti voi, l'albo di settembre è il più deludente dell'anno, finora (e per me forse l'unico).
E sì che l'incipit (e già il bellissimo titolo) mi aveva messo grande curiosità, perché il tema dell'uomo che perde la memoria mi suscita grande fascino, soprattutto in tema di thriller/giallo.

Non ripeterò le cose che non vanno, lo avete fatto voi perfettamente anche riguardo al numero di pagine eccessivo (stavolta non posso dare torto ad Aleksandr), piuttosto aggiungo un aspetto che non avete citato e che a conclusione dell'albo mi ha lasciato perplesso perché pensavo si andasse verso un'altra conclusione: ricordate l'odore della pelle cambiato e soprattutto l'allergia al cioccolato di Andrew che dopo il gelato non compare? Due particolari evocati dalla moglie e il figlioletto?

A quel punto infatti io pensavo che Andrew non fosse Andrew, magari un gemello di cui non si conosceva l'esistenza e si andasse verso quel tipo di percorso. Invece poi si è finito nel modo un po' contorto e irrisolto che sappiamo e quei particolari non hanno avuto risposta.
O perlomeno per me: nella mia ignoranza della materia può un consumo di droga (quale poi?) cambiare PH della pelle e addirittura cancellare un'allergia?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1635 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 99, 100, 101, 102, 103, 104, 105 ... 109  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it