Cravenroad7

Forum dylaniato
Oggi è mar dic 06, 2022 1:47 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1561 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 100, 101, 102, 103, 104, 105  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: mer ott 05, 2022 10:33 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab dic 28, 2013 7:16 pm
Messaggi: 2470
Località: Noland
Seguono S P O I L E R:

Le ereditiere allettava con una trama gialla, ma si è rivelato un altro albo deludente.
Per la serie: quando non si ha voglia di imbastire un solido plot poliziesco, ma ci si gingilla in lezioni universitarie, riempitivi inutili (la povera Toni), un incubo che avrei evitato tanto volentieri (citare così banalmente La dolce vita, ma perché? :? ), chiacchiericcio noioso, scoiattoli, ecc.
Poi si arriva alla fine, il colpevole pensa bene di tentare un omicidio facendosi notare con la sua vettura e caso risolto.
Voto 5.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: sab ott 15, 2022 12:37 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer ott 30, 2013 9:02 pm
Messaggi: 4026
Località: Macondo
Rimatt, io non riesco a inviarti MP. Cosa stai combinando? :mrgreen:

So di sicuro che in questo topic mi leggi

_________________
Di solito ho da far cose più serie, costruir su macerie o mantenermi vivo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: sab ott 15, 2022 4:09 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 18, 2005 12:15 pm
Messaggi: 12265
Località: Verona
leonearmato ha scritto:
Rimatt, io non riesco a inviarti MP. Cosa stai combinando? :mrgreen:

So di sicuro che in questo topic mi leggi


Nulla di male, giuro! :g:

Boh, nella casella della posta in arrivo avevo 4 messaggi (c'è spazio per 5 se non erro), ora ne ho cancellato uno... riprova ora! :dito:

_________________
È la mia opinione, e la condivido.

Ciao,
Teo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: dom ott 16, 2022 6:56 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 24, 2021 1:29 am
Messaggi: 55
Davvero deludente Le ereditiere , concordo su ogni virgola scritta da Aleksandr.
Un giallo che si risolve in maniera insolitamente banale per il livello del Maestro Berardi. Ma che, soprattutto, per me contiene un clamoroso errore di sceneggiatura che metterò nello Spoiler.

Ma non è solo questo: forse per la prima volta ho avuto l'impressione del brodo allungato. Lungo l'intermezzo iniziale con Toni, ancor più la chiamata e l'incubo con Norma, in alcune pagine mi ha dato veramente l'idea che non sapesse cosa aggiungere alla vicenda centrale.

Nella risoluzione dell'omicidio a me non tornano tutti i conti:
Spoiler!
nelle pagine finali, spiegando che la questione del tentato avvelenamento di Todd non è stata chiarita (anche qui, strano per l'abitudine di Berardi di chiudere sempre il cerchio) , a pagina 113 viene scritto che se il farmacista avesse eliminato il suocero prima di sposarsi non avrebbe chiaramente ereditato nulla e quindi ad avvelenare non poteva essere stato lui. Ma a voi risulta che il farmacista si sia sposato successivamente con Jody? A pagina 66 si parla di fidanzato. Nessuna delle due sorelle é attualmente sposata. Quindi che senso ha, per il piano criminale, averlo ucciso?


Infine, al contrario di moltissimi altri albi, non mi ha nemmeno toccato emozionalmente il finale con il riavvicinamento delle 2 sorelle.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: mer ott 19, 2022 5:39 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2447
Con enorme ritardo ho letto Le ereditiere.
Tema fortemente abusato, che trova una risoluzione contorta e improbabile nell'impossibile realizzazione di un triplo carpiato colpo di scena.
SPOILER

Come sottolinea Seminole, non ha alcun senso uccidere il padre senza aver sposato l'ereditiera in questione. A dir poco sciocco e prematuro. Soprattutto dopo aver tentato un avventato avvelenamento che ha già sollevato sospetti.
Inoltre i due improbabili amanti, pianificavano anche l'omicidio della ragazza? Siamo al limite della fantascienza.
Come se non bastasse, i melodrammi interiori di Julia, viaggiano in un ordine di grandezza astrale. Ci sono TUTTI.
Al momento del riferimento all'orologio biologico, confesso, ho persino espresso a voce alta tutto il mio disappunto, "nooo anche l'orologio" :?
Una trama labile, un numero esorbitante di pagine inutili e lamenti depressivi, portano questo albo inesorabile nell'abisso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: gio ott 20, 2022 10:46 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 18, 2005 12:15 pm
Messaggi: 12265
Località: Verona
Deludente? Sì, debole, non all'altezza di altri numeri. Però mentre leggo Julia la mia sospensione dell'incredulità se ne va quasi sempre a donnine, e mi accorgo delle magagne solo quando ho chiuso l'albo. Sempre se ci ripenso, cosa che non mi capita così spesso. Finché leggo, sono bello preso e continuo a girare le pagine, per vedere cosa succede in quelle successive. Magie di Berardi e, più in generale, di una buona scrittura.

_________________
È la mia opinione, e la condivido.

Ciao,
Teo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: gio ott 20, 2022 11:11 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 24, 2021 1:29 am
Messaggi: 55
rimatt ha scritto:
Deludente? Sì, debole, non all'altezza di altri numeri. Però mentre leggo Julia la mia sospensione dell'incredulità se ne va quasi sempre a donnine, e mi accorgo delle magagne solo quando ho chiuso l'albo. Sempre se ci ripenso, cosa che non mi capita così spesso. Finché leggo, sono bello preso e continuo a girare le pagine, per vedere cosa succede in quelle successive. Magie di Berardi e, più in generale, di una buona scrittura.


Assolutamente d'accordo Rimatt, dici bene. Anche in albi sotto media, non ben riusciti come quello attuale, la qualità della scrittura ti fa arrivare alla fine volentieri.

Molto diversa la situazione per alcuni (miei) vecchi amori bonelliani (Zagor e Dyd, per non fare cognomi) per i quali alcune volte sfoglio l'albo sperando di arrivare a pagina 98 il più in fretta possibile, e rimpiangendo di aver speso 4 e 40 solo per amore del completismo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: gio ott 20, 2022 12:46 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2447
Però davvero, io riconosco l'abilità di scrittura, ma penso che ci annoierebbe persino Foscolo se dedicasse i suoi sonetti sempre e solo ad un argomento.
Dopo 280 poesie dedicate a Zante, qualche segno di impazienza lo avrebbe chiunque :D
Scherzi a parte, sappiamo che Berardi e i suoi collaboratori sono elevati al rango di maestri, ma proprio perché lo sono, questi riempitivi sono indigesti.
Lo schema "lezione universitaria-cretino che fa battute-risate-velata punizione dell'autore della battuta" è presente al 99% in ogni albo, così come l'incubo, le considerazione sull"età. In questo albo, mi incuriosirebbe contarle, le tavole dedicate alla storia sono in numero inferiore alla normalità. Persino Baxter seminudo, che era già un po' che non vedevamo (grazie a dio) ha uno spazio spropositato.
Siparietto "ragazza di colore-telefonata-babe-gelosia della ragazza-Leo che fa la rassicura ipocritamente" non rappresenta certo una novità.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: gio ott 20, 2022 1:23 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 24, 2021 1:29 am
Messaggi: 55
É vero Bertuccia, lo avevo scritto nel mio commento sopra: i riempitivi in questo albo sono davvero in numero esagerato (mi dimenticavo quello tra Leo e la fidanzata della settimana) e tutti già ampiamente visti e rivisti.

È sembrato davvero che la vicenda noir di per sé non sarebbe potuta andare oltre le 60 pagine e Berardi abbia dovuto ricorrere a tutti gli orpelli Julieschi per arrivare a pagina 114.

Su questo, rinnovo la mia saudade di quando le storie nei fumetti non avevano lunghezza fissa, ora siamo diventati tutti svizzeri, precisini e soprattutto recintati, in nome di non so quale politica corretta e non so quale vantaggio effettivo.

Detto questo, il discorso mio e di Rimatt sulla qualità di scrittura di Berardi rimane sempre valido, ovviamente riferendomi alle parti non riempitive .


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: gio ott 20, 2022 10:19 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab dic 28, 2013 7:16 pm
Messaggi: 2470
Località: Noland
seminole1773 ha scritto:
Detto questo, il discorso mio e di Rimatt sulla qualità di scrittura di Berardi rimane sempre valido, ovviamente riferendomi alle parti non riempitive .


Bisognerebbe (e spesso lo faccio già senza pensarci troppo) valutare Julia in base alla storia effettiva, un po' come il tempo di gioco effettivo nelle partite di calcio. Si ha infatti una divisione del tipo:
- Storie avvincenti senza o con ridotta presenza di riempitivi. Le migliori.
- Storie avvincenti (o interessanti o con altri pregi) con riempitivi anche abbondanti, ma che passano in secondo piano in virtù di una trama convincente. Queste, che sono forse l'80% del totale, andrebbero valutate effettivamente.
- Storie modeste senza o con ridotti riempitivi. Ben poche e vista la scorrevolezza tendono a deludermi meno.
- Storie modeste con abbondanza di riempitivi. Le peggiori, come quella di questo mese. Qui, per la pazienza del lettore, la costante della qualità letteraria di Berardi è messa a dura prova.

Rispetto ad altri fumetti bonelliani è difficile per me essere selettivo con Julia. Posso scartare a priori alcuni albi in base alle presenze, tipo la Seven o il 50% di quelli con Tim se la trama non m'intriga, ma basandomi solo sul trafiletto di trama e sulle due tavole d'anteprima è difficoltoso, per esempio le ultime due storie m'ispiravano molto.
Su Dylan e altre testate mi è invece facile, basandomi su autori / disegnatori / trame, qui o acquisto a casaccio ogni tanto, come facevo, o una selettività è quasi impossibile.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: gio ott 20, 2022 10:45 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2447
Strategie vincenti possono essere saltare l'incubo a piè pari e lo faccio ormai da tempo.
Con gli altri siparietti non funziona.
Ma vogliamo davvero credere che Emily possa mettere materiale urticante al posto della sabbietta di Tony e che questa sua ignoranza costantemente sottolineata, con odioso cazziatone annesso, sia divertente?
O che pencolare tra una malinconia e l'altra, che sia stagionale o la morte dei genitori, la sorella distante, il fidanzato lontano, la nonna nella residenza per anziani, la maternità mancata e via uno dentro l'altro, siano argomenti in grado di suscitare un sentimento piacevole nel lettore?
È di un'amarezza sconfortante, oltre che inutile.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: ven ott 21, 2022 2:43 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 18, 2005 12:15 pm
Messaggi: 12265
Località: Verona
seminole1773 ha scritto:
Detto questo, il discorso mio e di Rimatt sulla qualità di scrittura di Berardi rimane sempre valido, ovviamente riferendomi alle parti non riempitive .


Pure i riempitivi sono scritti divinamente, però. Ci sta che annoino (il sottoscritto ha abbandonato più volte Julia, nel corso degli anni, proprio perché stufo dell'eccessiva ripetitività di certe situazioni), ma il modo stesso in cui Berardi concatena le vignette, fa interagire immagini e parole, rende fluide e verosimili le caratterizzazioni di alcuni personaggi secondari... è magistrale, semplicemente. La fluidità con cui è sceneggiata Julia è imparagonabile (per eccesso di superiorità) con quella di tutte le altre serie bonelliane. Anche quelle buone. Un altro mondo, proprio.

Noi, lettori di Julia, certe cose le diamo per scontate. Ma non lo sono! Leggetevi una qualsiasi altra serie bonelliana e fate un confronto, da un punto di vista meramente tecnico, tra quella testata e Julia. Poi tornate qui a lamentarvi di Berardi, se ne avete il coraggio. :D

_________________
È la mia opinione, e la condivido.

Ciao,
Teo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: ven ott 21, 2022 2:49 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar ago 24, 2021 1:29 am
Messaggi: 55
Fai un'osservazione giusta, nonché amara, sulle ripetizioni delle situazioni in cui Julia si trova ad agire/riflettere, temo però che sia inevitabile fintanto che ogni albo viene confezionato come se il lettore fosse uno che prende in mano Julia per la prima volta.

E quindi ecco che gli si spiega che i genitori sono morti, che la nonna che l'ha cresciuta è in una RSA, eccetera. È magari perfino utile o quantomeno accettabile per un lettore di primissimo pelo.
Ovvio che per noi, che invece leggiamo Julia per la duecentesimaespiccioli volta, siano invece sottolineature pesanti che tolgono spazio alla vicenda del momento.

Ed è il motivo per cui anche l'evoluzione del personaggio, la sua storia personale procede a rilento.
A differenza di Ken Parker, per il quale fin da subito era stata invece impostata una storia verticale con cambiamenti frequenti.

La mia umile considerazione un po' più ampia è questa: davvero esistono o sperano di acquisire (in Bonelli) nuovi e giovani lettori che ogni mese si avvicinano a Julia per la prima volta? O a Zagor, a Tex o Dylan? Vedo sempre più iniziative, strategie, reboot che sembrerebbero voler avvicinare lettori più moderni, ma ci riescono? Perché se non ce la fanno, non vale la pena tenersi stretti lo zoccolo duro e agire di conseguenza con i personaggi storici?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: ven ott 21, 2022 3:56 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio lug 28, 2005 10:13 am
Messaggi: 2447
Ma anche se fosse che un giovane, o nuovo lettore, si avvicinasse a Julia per la prima volta, vale la pena annoiarne 20.000 per quell' unico caso?
Nell'universo fumettistico è l'unico caso, a memoria d'uomo, in cui si segue uno schema d'informazione così pedante.
Non c'è solo e unicamente l'informazione secondo me, è proprio la volontà manieristica di crogiolarsi in questo stile e in questa particolare afflizione esistenziale del personaggio.
Non a caso ci sono risposte ai lettori che celebrano questo rito, come se fosse una tisana lenitiva, una specie di mantra rilassante.
Una tisana dal sapore anziano, oserei dire.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E Julia?
MessaggioInviato: ven ott 21, 2022 5:20 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 18, 2005 12:15 pm
Messaggi: 12265
Località: Verona
Berardi lo fa evidentemente apposta. È il prezzo che ha deciso di pagare alla serialità bonelliana.

In passato Berardi ha scritto un fumetto (meraviglioso) in rigida continuity, con un personaggio in continua evoluzione e in perenne cambiamento, con il risultato di vedere la sua testata faticare per riuscire a mantenere la periodicità (credo che Ken Parker sia stata l'unica serie Bonelli nata come mensile che, nel prosieguo, non è riuscita a mantenere la mensilità) e poi chiudere abbastanza presto, di certo in enorme anticipo rispetto al potenziale ancora inesplorato del personaggio.

Con Julia Berardi ha imparato la lezione, per così dire, e ha interpretato la serialità in modo diverso, quasi opposto: albi perlopiù intercambiabili con una continuity molto tenue e una serie di elementi ricorrenti sempre uguali, che calano la protagonista in un eterno presente da zona del crepuscolo. Julia, fateci caso, non cresce, non evolve, non cambia se non marginalmente: la Julia del numero 280 è fondamentalmente la stessa del numero 1. Berardi deve aver pensato, più o meno: "I lettori vogliono questo? Diamoglielo!". Almeno lo fa con classe.

_________________
È la mia opinione, e la condivido.

Ciao,
Teo


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1561 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 100, 101, 102, 103, 104, 105  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it