Cravenroad7

Forum dylaniato
Oggi è dom nov 28, 2021 4:35 pm

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: gio feb 04, 2021 5:58 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 1799
Località: WENETO
Io vorrei tentare, se ci riesco, di fare una sorta di pro e contro delle storie ripescate (e in ispecie ripescate adesso), e vediamo cosa ne esce fuori.

PRO:
-1) c'è una probabilità (non so di preciso quale, ci vorrebbe Groucho...) che venga ripescata una buona storia. Ma a questo punto bisognerebbe stabilire la ratio storie buone vs storie brutte per poter dire che il gioco vale la candela. Quante storie ripescate buone devono uscire per bilanciare le storie ripescate brutte?

CONTRO:
-1) si prende il lavoro di uno scrittore e lo si snatura (più o meno pesantemente) per riadattarlo

-2) si prende il lavoro di un disegnatore e lo si snatura (più o meno pesantemente) per riadattarlo

-3) alcuni disegnatori si sono lamentati (direi giustamente) perché a distanza di tempo non si sono riconosciuti più nello stile che utilizzavano prima

-4) albi lasciati a metà anni fa vengono terminati ora con uno stile diverso

-5) le storie ripescate vengono spesso e volentieri usate come tappabuchi, o comunque inserite all'ultimo momento, all'insaputa dei diretti interessati, con zero o quasi legami con il corso narrativo attuale

-6) la trama e i disegni possono risultare ormai anacronistici (traduzione del palermitano "avvicchiàti")

-7) di conseguenza è in palese contraddizione con quanto dice Recchioni, quando sostiene che i ritmi di produzione si sono accelerati per rimanere di più agganciati alla realtà (la realtà del passato, evidentemente)

-8) dopo trent'anni e passa di fedeltà e attaccamento e piccioli FORSE vi meritate storie create apposta...

-9) è un sistema che in Bonelli (e non solo) si usa dall'alba dei tempi, e sarebbe pure ora di evolversi

-10) se non lo scopriamo da soli, loro cercano di vendercele come nuove e ci fanno campagna elettorale

-11) la quantità di storie ripescate ultimamente sta raggiungendo un livello poco dignitoso

-12) come cavolo fa Dylan a sapere che la strega si chiama Agnes Senga???

Mi fermo qui. Il lato PRO, lo ammetto, è alquanto scarno. Sentitevi liberi di rimpolparlo, o di snellire il lato CONTRO: l'argomento mi incuriosisce molto.

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: gio feb 04, 2021 6:13 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 21, 2005 1:08 pm
Messaggi: 8684
Località: Eternia
quelli che hanno 2 o 3 anni non possono definirsi vecchi. quelli 5 o 6 si.
quando sono stati disegnati sono per pubblicarli. il contenitore adatto era il maxi ma nostra signoria vroom vroom ha abolito i maxi.
oggi però la qualità della cura e i papà vari hanno sballato tutto e non mi interessa più leggere nulla di dylan dog. mi è rimasto solo interesse per il pianeta dei morti e la parte grafica del personaggio.

_________________
Here Lies Our Beloved Skeletor
Born 21 November 2005
Left us 23 June 2021
R.I.P.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: gio feb 04, 2021 7:29 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 1799
Località: WENETO
Diciamo che per vecchi si intendono anche quelli, pur recenti, di cui si erano smarrite le tracce. Lauria nel 2018 scrisse che secondo lui lo pubblicavano entro quell'anno, ed era pure stato annunciato nella Lucca coeva.
I vecchi albi, per amore del nostro discorso, sono quelli più vecchiotti, quelli dispersi, e in generale quelli usati nel nuovo corso del tutto arbitrariamente. E, finché ce ne saranno le prove, come nel caso Bilotta o Lauria, anche quelli i cui autori vengono a sapere della loro pubblicazione dopo di me!

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: gio feb 04, 2021 8:02 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 29, 2020 10:23 am
Messaggi: 323
Località: Raven Town
RIPOSTO

Mah, l'unico PRO che hai messo può essere grande come una casa se, come in questo caso, la storia è stata consegnata nel 2018, visto e considerato che il suo "immagazzinamento" potrebbe derivare molto probabilmente dalla natura della storia, dalla sua trama per capirci, che mal si adattava (o nel migliore dei casi non si adattava affatto) a ciò che era "necessario" pubblicare durante il ciclo della meteora. Come a dire che in qualsiasi 2019 alternativo, la storia sarebbe stata pubblicata. Stesso discorso per il 2020, che tra cicli 666, manaceracei, e compagnia agonizzante, non poteva essere infilata lì in mezzo. Questo, ripeto, potrebbe essere non solo un PRO, ma quasi una garanzia sulla bontà della storia.

Per i CONTRO: i primi 3 punti dipendono in egual misura dagli autori coinvolti e dal tipo di storia, dalla loro evoluzione (che potrebbe essere anche assente) come dal modo in cui la trama coinvolge (soprattutto) i comprimari.
Il quarto punto è molto problematico, e il risultato non può che essere mediocre. È qui che la pratica offre il fianco come dicono quelli che sanno scrivere.
Il quinto e il sesto sono totalmente soggettivi, ne converrai con me, a meno che le storie siano o state spostate dal loro ambiente naturale (come per Chiaverotti) o siano state scritte per un particolare arco narrativo (come mio giudizio per la Baraldi); il termine tappabuchi in una serie infinita lascia un po' il tempo che trova.
Settimo punto: non saprei davvero.
Ottavo: no e la spiegazione è proprio il punto 9 e aggiungo che l'evoluzione anelata si risolve proprio nel punto 10!! Cioè nascondere il tutto perché come dice cypher l'ignoranza è una benedizione.
Punto 11: non lo sapremo mai con certezza, in passato eravamo meno informati e forse più naif.
Ultimo punto: come ho già scritto, perché come ben sappiamo nel 1666 Dylan c'era. Andava all'asilo ed era appassionato di stregoneria. Forse.

V

_________________
-Capo, stai uscendo?
-No, sto entrando all'indietro camminando a ritroso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: gio feb 04, 2021 9:15 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 07, 2011 5:16 pm
Messaggi: 4037
Come già detto accennato da skeletor, due o tre anni sono tempistiche quasi normali per la pubblicazione.
Al di là di fantomatici pro e contro, secondo me di base una storia brutta 5 anni fa resta brutta pure oggi.
Una storia bella 5 anni fa resta bella. Certo, le aggiunte fatte male la renderanno a tratti meno gradevole o fastidiosa ma nel complesso non può diventare brutta, salvo casi di pesante riscrittura, magari senza consultare l'autore, ma è cosa rara. Tipo Il Santuario, giusto per citare qualcosa di quando non c'era LVI.

Edit: aggiungo che penso che avere un serbatoio di storie sia una pratica diffusa perché necessaria. Che fai, rischi che per un qualsiasi imprevisto resti alle strette con le storie da pubblicare? Il grosso problema è sempre alla base: da anni e anni le storie veramente belle di Dylan si contano sulle dita di forse due mani. E chi millantava di poter cambiare questa cosa non ci è riuscito.

Riedit: ho visto ora che questa discussione era partita nel topic del mensile, probabilmente ho scritto cose già dette

_________________
Vai, allora, ci sono altri mondi oltre a questo.

______________________________________
Classifiche dei voti del forum di tutti gli albi anno per anno:
viewtopic.php?p=470652#p470652


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: gio feb 04, 2021 10:51 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer gen 29, 2020 10:23 am
Messaggi: 323
Località: Raven Town
Riguardo all'edit: è una specie di rete di salvataggio e lo capisco; per la qualità invece "via Buonarroti abbiamo un problema": non si sa come ne perché, ma anche accumulando cataste di storie, quelle buone latitano. Si è forse preferito la quantità alla qualità? Meglio un pennello grande o un grande pennello?
Forse esiste un punto di equilibrio che ti permetta di avere una scorta di storie, senza inficiare troppo la qualità delle stesse; o forse no, è meglio rischiare di restare a secco ma prendere solo quelle dal molto buono in sù. Chissà.

Anche il moltiplicarsi delle pubblicazioni può aver influito, tanto un posto a una storia media sufficiente, lo si trova o qui o là. Difficile però capire se sia una causa o un effetto, dell'abbassamento della qualità delle storie.

Quello che è palese è che senza un cura editoriale sopraffina, che indirizzi i vari autori nei luoghi a loro più congeniali, senza trascurare la visione d'insieme, il percorso narrativo che si vuole creare, il risultato sarà sempre zoppo, altalenante o deleterio. Qualunque sia lo scopo iniziale, e per quanto nuove siano le storie.

V

_________________
-Capo, stai uscendo?
-No, sto entrando all'indietro camminando a ritroso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: gio feb 04, 2021 11:12 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 21, 2005 1:08 pm
Messaggi: 8684
Località: Eternia
ricordatevi che con l'oldboy nuovo per andare in edicola ogni due mesi ci vuole una bella scorta.

_________________
Here Lies Our Beloved Skeletor
Born 21 November 2005
Left us 23 June 2021
R.I.P.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: gio feb 04, 2021 11:18 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 07, 2011 5:16 pm
Messaggi: 4037
Il discorso che quantità e qualità non possano convivere è da prendere con le pinze perché DD ha un parco autori abbastanza ampio, probabilmente tale da potersi permettere la quantità di storie proposte. Però non saprei dire di preciso perché siano così poco buone, ammesso che lo siano. Certo, è opinione condivisa da molti di noi del forum ma a volte mi prende il dubbio, parlando con amici di parere opposto che reputo anche competenti in materia, che "song i (noi) che song 'o pazz".
Ad ogni modo, facciamo finta che per certo le storie siano scadenti, potremmo provare a indicare alcune cause:
- la curatela di Marcheselli/Sclavi era migliore di quella di Recchioni/Gualdoni?
- la nuova linea editoriale invece che snellire e dare libertà ha creato più paletti di prima?
- gli autori della vecchia guardia sono meno ispirati e i nuovi non hanno ancora nelle loro corde il personaggio?
- Dylan Dog è un fumetto su cui è difficile fare ancora bene senza essere ripetitivi?
- Dylan Dog è in maniera assoluta molto difficile da scrivere perché troppo legato alla genialità e alla poetica del suo creatore?

Probabilmente una concausa delle precedenti più tutta una serie di cose che non mi vengono in mente.

_________________
Vai, allora, ci sono altri mondi oltre a questo.

______________________________________
Classifiche dei voti del forum di tutti gli albi anno per anno:
viewtopic.php?p=470652#p470652


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: ven feb 05, 2021 10:41 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 18, 2005 12:15 pm
Messaggi: 12171
Località: Verona
Grazie, Keanu. Qui il post mi sembra ben collocato. :wink:

Cerco di rispondere punto per punto (o quasi) alle tue obiezioni.

Keanu Coen ha scritto:
PRO:
-1) c'è una probabilità (non so di preciso quale, ci vorrebbe Groucho...) che venga ripescata una buona storia. Ma a questo punto bisognerebbe stabilire la ratio storie buone vs storie brutte per poter dire che il gioco vale la candela. Quante storie ripescate buone devono uscire per bilanciare le storie ripescate brutte?


Qui non so neanche se si può parlare di un vero "pro", perché in linea teorica tutte le storie messe in cantiere sono meritevoli di pubblicazione: banalmente, un editore non paga una storia perché finisca in un cassetto, quindi la storia bell'e finita che rimane impubblicata dovrebbe essere un'eccezione. Insomma, prima o poi le storie pronte dovrebbero vedere tutte l'edicola.

Cita:
CONTRO:
-1) si prende il lavoro di uno scrittore e lo si snatura (più o meno pesantemente) per riadattarlo


Questo è vero solo nella misura in cui la storia ha bisogno di essere riadattata: per dirla in altre parole, in una serie priva di continuity com'era fino a poco fa Dylan questo non sarebbe mai stato un problema. Ora lo è solo fino a un certo punto, perché nonostante tutto la continuity dylaniana rimane blanda, e non è certo sostituendo un "vecchio" con un "papà" che si snatura il lavoro di uno sceneggiatore. Penso quindi che quello che tu intendi come snaturante sia semmai il normale lavoro redazionale, che impone che un curatore di testata, laddove necessario, metta le mani sulle sceneggiature consegnategli e se crede che sia il caso ne riscriva intere sequenze (vedi quanto successo con gli Speciali di Barbato e Gualdoni).

Cita:
-2) si prende il lavoro di un disegnatore e lo si snatura (più o meno pesantemente) per riadattarlo

-3) alcuni disegnatori si sono lamentati (direi giustamente) perché a distanza di tempo non si sono riconosciuti più nello stile che utilizzavano prima


Il punto 2 non mi pare un vero problema, più o meno per i motivi di cui sopra; su Dylan non ricordo casi del genere, a dire il vero. Su Tex, in anni passati, si sono viste cose raccapriccianti, invece, come i volti del Tex di Wilson ridisegnati da Monti. Brrrr... e non è che il Tex di Muzzi con le facce di Galep fosse molto meglio, a ben pensarci.

Sul punto 3, direi che i disegnatori dovrebbero anche smettere di lamentarsi per motivi del genere; posso benissimo capire il loro fastidio, ma questo è un classico imprevisto del mestiere che è connaturato alla natura stessa del loro lavoro.

Cita:
-4) albi lasciati a metà anni fa vengono terminati ora con uno stile diverso


So che come argomentazione non ti convince, ma è una cosa che in Bonelli è standard. Ricordo per esempio una storia di Tex (A sud di Nogales) che palesemente era stata iniziata da Ticci durante i primi anni della sua collaborazione texiana, e conclusa invece all'epoca della pubblicazione, vale a dire 5/6 anni dopo almeno. Idem con una storia di Mister No (Il matador e albi seguenti), iniziata da Diso su sceneggiatura di Nolitta e conclusa qualche anno dopo da Mignacco (e lo stacco, nello stile di disegno di Diso, è evidente). Ma potrei tirare in ballo anche l'ultimo Texone di Villa, scritto e disegnato lungo quasi vent'anni. Di nuovo, è nella natura stessa del fumetto seriale che questo avvenga.

Cita:
-5) le storie ripescate vengono spesso e volentieri usate come tappabuchi, o comunque inserite all'ultimo momento, all'insaputa dei diretti interessati, con zero o quasi legami con il corso narrativo attuale

-6) la trama e i disegni possono risultare ormai anacronistici (traduzione del palermitano "avvicchiàti")


Qui mi rifaccio al punto 1: questo può essere un problema solo nel caso di una stretta continuity, ma non mi pare che la continuity dylaniana si possa definire "stretta". Il punto 6, nello specifico, è un po' "far fetched" (si vede che ti sei impegnato molto più nei "contro" che nei "pro" :D ), perché ci vorrebbe un legame davvero stretto con l'attualità perché questo si vedifichi.

Cita:
-7) di conseguenza è in palese contraddizione con quanto dice Recchioni, quando sostiene che i ritmi di produzione si sono accelerati per rimanere di più agganciati alla realtà (la realtà del passato, evidentemente)


Bisogna anche tener conto che dal momento in cui una storia di 100 pagine viene messa in cantiere a quello in cui arriva in edicola trascorrono mediamente un paio d'anni; gli autori lo sanno bene, pertanto gli agganci alla realtà saranno sempre indiretti e ben ponderati, in modo da evitare che nei due anni in questione la storia possa in qualche modo diventare obsoleta. Che i ritmi di produzione si siano accelerati può voler dire che si lavora con... quanto? Un anno e mezzo di anticipo, invece di due? Comunque tempi lunghi.

Cita:
-8) dopo trent'anni e passa di fedeltà e attaccamento e piccioli FORSE vi meritate storie create apposta...


Ma tutte le storie sono create apposta, no? Create per Dylan. Questi cicli e queste "rivoluzioni" non fanno parte della natura del personaggio, per me, quindi trovo più snaturante un "ciclo 666" o un qualsiasi progetto analogo (tutte cose che infatti, per quanto mi riguarda, rimangono in edicola) che qualsiasi storia ripescata (che invece per me fa molto old fashioned Bonelli).

Cita:
-9) è un sistema che in Bonelli (e non solo) si usa dall'alba dei tempi, e sarebbe pure ora di evolversi


Finché la Bonelli sopravviverà non ci potrà essere evoluzione, perché certi stratagemmi fanno parte della natura stessa del fumetto seriale. Un magazzino di storie è indispensabile quando si porta avanti una serie che, tra una collana e l'altra, esce con una trentina di albi inediti all'anno. Non si può lavorare "sul filo" perché l'imprevisto è sempre dietro l'angolo: e se un disegnatore si fa male? Se decide di lasciare a metà un albo (cosa successa più volte, solo su Tex mi vengono in mente 4 o 5 esempi che però vi risparmio)? Se per un qualsiasi problema un albo finito risulta lacunoso e occorre rimetterci le mani per renderlo pubblicabile? Insomma, non solo occorrono storie di scorta, ma ne occorrono molte (almeno tante quante quelle che devono uscire, a spanne). Inevitabile che alcune di queste vengano momentaneamente messe in disparte.

Cita:
-10) se non lo scopriamo da soli, loro cercano di vendercele come nuove e ci fanno campagna elettorale


Questo non mi piace, per quanto capisca che un editore debba vendere il proprio prodotto. Ma lo stile, spesso, non è il massimo (eufemismo).

Cita:
-11) la quantità di storie ripescate ultimamente sta raggiungendo un livello poco dignitoso

-12) come cavolo fa Dylan a sapere che la strega si chiama Agnes Senga???


Su questi due punti nello specifico non mi pronuncio, perché di recente non seguo più Dylan con costanza (un albo acquistato nell'ultimo anno), quindi non sono al corrente della situazione.

Commento finale: il problema primario, in tutto ciò, rimane IMO l'adozione della continuity (per blanda che sia) su una collana che la continuity l'ha sempre spernacchiata, oltre che la duplicazione del personaggio (mensile e Old Boy), che in fase di programmazione qualche piccolo disagio lo ha inevitabilmente comportato. A questo si deve senz'altro aggiungere che la continuity stessa è stata gestita in maniera tutt'altro che impeccabile, e che il livello comunicativo del curatore lascia alquanto a desiderare (altro eufemismo).

_________________
È la mia opinione, e la condivido.

Ciao,
Teo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: ven feb 05, 2021 12:02 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 02, 2019 10:39 am
Messaggi: 1846
Località: Ἁρμαγεδών
Volendo esprimere anch'io un'opinione, dico che il problema è relazionato a quanto volevano/dovevano fare i "capoccia" sulla testata.
Non vi è nulla di strano nei ripescaggi, nell'utilizzo di fondi di magazzino in una normale testata bonelliana che non millanti un'eventuale continuity, pretese di consequenzialità a livello strutturale (in una testata come Dylan Dog che di tali "consequenzialità" ha fatto sempre e volentieri a meno, regalandoci pagine indimenticabili alle quali - chi più, chi meno - siamo un po' tutti attaccati) con una sorta di logica interna. Gestire una continuity non è uno scherzo (se la cosa va fatta deve essere fatta bene), e ancor meno in una testata anti-continuity per eccellenza.

Come specificato alcuni post addietro (in un'altra sezione), in altri tempi non avrebbe avuto senso preoccuparsi di determinate inezie tipo "chi è il padre di Dylan? Dylan Senior? Un altro?" o "Dylan è immortale/mesmerizzato? O è mortale e lo si può ritrovare altrove invecchiato?" (per quest'ultimo punto abbiamo esempi sia dell'uno che dell'altro) dato che la logica interna della testata permette(va) la massima libertà creativa. Sclavi poi non ha mai dato troppo peso a certe "coerenze interne", dato che non ce n'era bisogno. Bisognava raccontare. Raccontare bene. E intrattenere. Non dare modo ai lettori, al termine di quel "viaggio" da 10/15 minuti, di storcere il naso per un prodotto sciocco, inconsistente, blando, insipido.

Chi lo ha seguito nel suo viaggio all'epoca (e parlo del parco primigenio di sceneggiatori) immagino lo avesse bene in mente, e non aveva pretese di "mettere toppe", fare aggiustamenti per giustificare/riparare incongruenze. Solo tirare fuori storie funzionanti.

Da un po' di tempo a questa parte la situazione è diversa: sono subentrati nuovi genialoidi che, pensando - erroneamente - che certe "pernacchie anti-continuity" fossero buchi narrativi, incongruenze etc, hanno pensato bene di mettere riparo :?
Ma non ha senso. La - talvolta - palese mancanza di logica in certe scelte (e ancora penso al Dylan di Schrödinger contemporaneamente mortale e immortale, chemmanco la meccanica quantistica...) faceva e dovrebbe far parte ancora del gioco. Ma non lo hanno capito
Razionalizziamo tutto (in un fumetto horror... vabbé) e cerchiamo di spaccare pitagoricamente il capello. Eliminiamo il nonsense strutturale di una testata anticontinuity e "tappiamo buchi narrativi/eliminiamo certe incongruenze".

Ok. Hanno deciso di fare così. Pace.
Ma come ripeto, quando si fanno determinate scelte, vanno fatte bene. Ponderate bene. E portate avanti stoicamente.
Il 666 doveva inaugurare un nuovo "capitolo" nella saga. In cui era prevista una modellazione passo passo di un universo con scelte di consequenzialità più evidenti. Quindi magari succede qualcosa nell'albo 4XX che porta strascichi nell'albo 4XY.

Ripescare vecchie storie ORA, come se non ci fosse un domani, non aiuta questa modellazione. Non aiuta nulla.
Magari ci dà la possibilità di godere di qualche storia "discreta" (o, non si sa mai, addirittura buona), ma la stessa cosa poteva esser fatta senza millantare nuove scelte strutturali (scelte al momento assolutamente non mantenute: a livello di forma è tutto uguale al pre-meteora).

Quindi il punto è RIPESCARE IN QUESTO PERIODO CERTE STORIE. Cosa assurda (IMHO), considerando che chi ha seguito [con curiosità: e non è esattamente il mio caso] RR nel cosiddetto "dissestamento" voleva anche un "riassestamento" (su nuove coordinate).

ORA non ha senso ripescare quelle storie. Ora avrebbe (avuto) senso "modellare" il new universe.
Per la roba di magazzino ci sarebbe stato tutto il tempo (già un 2020/2021 impostati solo sulla modellazione del "new universe" sarebbero stati momentaneamente sufficienti, e il 2022 poteva essere usato per dare alle stampe un po' di materiale d'archivio).

E... niente, dopo questo post - scritto di getto, tra l'altro - stacco per visionare attentamente i vari punti ed eventualmente dire la mia :wink:

_________________
Rollbacker di Wikipedia dal gennaio del 2021


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: ven feb 05, 2021 1:15 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 20, 2009 12:26 pm
Messaggi: 6288
Località: Inverary 2.0
Nima83 ha scritto:
sono subentrati nuovi genialoidi che, pensando - erroneamente - che certe "pernacchie anti-continuity" fossero buchi narrativi, incongruenze etc, hanno pensato bene di mettere riparo :?
Ma non ha senso [...] Ma non lo hanno capito.
Razionalizziamo tutto (in un fumetto horror... vabbé) e cerchiamo di spaccare pitagoricamente il capello. Eliminiamo il nonsense strutturale di una testata anticontinuity e "tappiamo buchi narrativi/eliminiamo certe incongruenze".

Ok. Hanno deciso di fare così. Pace.


Ripescare vecchie storie ORA, come se non ci fosse un domani, non aiuta questa modellazione. Non aiuta nulla.
Quindi il punto è RIPESCARE IN QUESTO PERIODO CERTE STORIE. Cosa assurda (IMHO),



Il problema è proprio perché quella pseudo-continuity che hanno provato a pasticciare si è rivelata un'abbondante ciofeca scalcagnata (anche nei consensi e $$$)... hanno dovuto fare una vistosa retro-march(etta) ad U per tornar indietro sui propri passi e bloccare la produzione di nuovissime storie già in cantiere su quella falsariga e ri-pensarle per una ulteriore ottica a venire, magari dopo l'ennesimo annunciato botto ( :o :o :o ), che strombazzano avrà conseguenze importanti dopo l'estate.

Quindi, nel frattempo che si riorganizzano all'insegna del ripensamento in corsa per qualche altra saga cialtronesca o menate simili, daje de ripescaggi toppa di galleggiamento/sopravvivenza da albi semipronti in archivio da anni - magari prima destinati alla discarica Maxi/OB o all'oblio - con qualche ritocco al botulino (v. trilogia di Mana) su Papi-Bloch-Sovraintenditore di nuore come Rania, per non farle sembrare âgées :* .

Il giorno che Davide Bonelli capirà (in dis-continuity?) in che mani si è messo, e che per Airoldi la SBE è una specie di Marveliota-Paninari Comics sarà sempre troppo tardi :x:
Spoiler!
Basti vedere per esempio l'altro flop clamoroso delle stagioni del giovane Martin Mystère, il profluvio masochista di universi paralleli di Nathan (poi trombati), i cicli non richiesti di Odessa, etc.

Avanti così... e speriamo anche che Bilotta riprenda sul serio la SUA trama nel PdM, piuttosto che incartarsi sulle rivisitazioni in ordine logico degli episodi-chiave di Sclavi o sul risalire dopo trent'anni alla vena in cui Hicks iniettò il siero mesmerizzante :roll:

_________________
Io no capito, io no capito

(anta baka?! [...] kimochi warui)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: ven feb 05, 2021 3:16 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven giu 12, 2015 7:29 pm
Messaggi: 1832
raffa ha scritto:
Come già detto accennato da skeletor, due o tre anni sono tempistiche quasi normali per la pubblicazione.
Al di là di fantomatici pro e contro, secondo me di base una storia brutta 5 anni fa resta brutta pure oggi.
Una storia bella 5 anni fa resta bella. Certo, le aggiunte fatte male la renderanno a tratti meno gradevole o fastidiosa ma nel complesso non può diventare brutta, salvo casi di pesante riscrittura, magari senza consultare l'autore, ma è cosa rara. Tipo Il Santuario, giusto per citare qualcosa di quando non c'era LVI.

Edit: aggiungo che penso che avere un serbatoio di storie sia una pratica diffusa perché necessaria. Che fai, rischi che per un qualsiasi imprevisto resti alle strette con le storie da pubblicare? Il grosso problema è sempre alla base: da anni e anni le storie veramente belle di Dylan si contano sulle dita di forse due mani. E chi millantava di poter cambiare questa cosa non ci è riuscito.

sottoscrivo tutto e aggiungo che il serbatoio non solo è necessario, ma indispensabile. Sarebbe da pazzi non averlo

_________________
Regola numero uno: I commenti non rispecchiano l'andamento dei voti.
Regola numero due: Il 6 è un voto contemporaneamente positivo, negativo e neutro.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: ven feb 05, 2021 3:31 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 20, 2009 12:26 pm
Messaggi: 6288
Località: Inverary 2.0
Mi sembra il segreto di Pulcinella alla fiera delle ovvietà :o .

Normalissimo che la SBE abbia il suo serbatojo in caso di programmazioni da rattoppare, e che non possa rimetterci tutti i soldi per le storie già semipronte. Quindi legittimo il riciclo in corsa, come solito.

Il problema è che questo ricorso sembra ora come ora un Piano B peggiochemalmesso, improvvisato last-minute in attesa di sfornare altre vaccate, ari-cicli, svolte epocali, comete barbute, etc. Un intervallo prima dell'evacuazione bassointestinale (del cinema) perché si sono pentiti del primo tempo subissato dai fischi o che non può più c'entrare nulla col secondo.

Preparo i poc-corn da portarmi a casa?

_________________
Io no capito, io no capito

(anta baka?! [...] kimochi warui)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: ven feb 05, 2021 3:38 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 29, 2019 12:06 pm
Messaggi: 1799
Località: WENETO
Intervengo solo su questa questione del serbatoio, prima di riepilogare un po' i bellissimi interventi che ho letto.
Il problema gli è che questo serbatoio giustamente indispensabile non tiene alcun conto della tanto sbandierata divisione netta (la pernacchia è obbligatoria) che oggi esiste(rebbe) tra le testate, per cui oltre ad essere usate come comode toppe alla bisogna, si vedono migrazioni di storie da una testata all'altra senza soluzione di continuità. Il serbatoio oggi come oggi avrebbe senso se esistesse un serbatoio per l'Oldboy, uno per la regolare, uno per il color, uno per il magazine,,, Così sarebbe una cosa utile e coerente. La situazione com'è ora, invece, basata sul principio dei vasi comunicanti, è solo utile (leggi: conveniente).

_________________
"You should be ashamed of yourself".
"I am. 24/7".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Una nuova vita" per i vecchi albi. Pro o Contro?
MessaggioInviato: ven feb 05, 2021 3:47 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven giu 12, 2015 7:29 pm
Messaggi: 1832
aggiungo una ulteriore considerazione (anzi un'ipotesi) rispetto al mio commento precedente: penso che il cambio di rotta sia dovuto alla bomba termonucleare 2 la vendetta, ossai al trittico 418-420... forse hanno visto che mal si sposava col resto, quindi hanno messo dei "riempitivi" in attesa di arrivare al 418... o forse hanno pensato che questa cambio di rotta non funzionava e lo hanno accantonato, per poi sostituirlo col nuovo trittico e metterci in mezzo i "riempitivi"... in tutti e due i modi, 1) mi vien da pensare che le due cose siano collegate e 2) così come stanno tirando fuori queste "vecchie storie", potranno rimaneggiare i mini cicli che dovano esserci in origine e pubblicarli successivamente (così nel frattempo diventeranno "vecchi" pure quelli :D )

_________________
Regola numero uno: I commenti non rispecchiano l'andamento dei voti.
Regola numero due: Il 6 è un voto contemporaneamente positivo, negativo e neutro.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it