Cravenroad7

Forum dylaniato
Oggi è mar giu 28, 2022 8:47 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 98 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: dom mag 10, 2020 5:37 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ott 26, 2006 8:53 pm
Messaggi: 2433
Lord Blendings ha scritto:
In generale, invece, penso che anche Gualdoni è stato una piaga biblica per la testata ma almeno aveva un minimo di rispetto per la storia del personaggio.
Il periodo Recchioni/Barbato/revisione-Gualdoni è stato invece uno dei migliori degli ultimi 15 anni. Ciò a riprova che una pluri curatela del personaggio è attualmente la soluzione migliore (considerando l'organico della Bonelli) e riporto una MIA proposta (e non del buon Wolk :mrgreen: ) che feci parecchio tempo fa qui sul forum: gestione del personaggio di due autori navigati come Chiaverotti e Ambrosini o Ambrosini e Medda o Chiaverotti e Medda, o tutti e tre insieme (scrissi pressapoco in tal modo).


Se parliamo di sogni bagnati, anch'io sarei felicissimo di vedere Medda fra i curatori.
Medda lo reputo, assieme a Bilotta, l'autore che ha saputo scrivere meglio Dylan dopo Sclavi.
Ho qualche riserva in più su Ambrosini e sull'attuale Chiaverotti, ma comunque il loro Dylan sarebbe senz'altro più vicino ai nostri gusti e alle nostre aspettative rispetto a quello di Recchioni.

La dura realtà però è un'altra: Chiaverotti vende poco, Bilotta, Medda e Ambrosini pochissimo.
Sono autori adorati dalla loro nicchia di riferimento, ma ignorati dai media e dal pubblico di massa.
Il loro Dylan piacerebbe ai lettori storici, ma non avrebbe alcuna possibilità di conquistare nuovo pubblico.

Recchioni, invece, si sa vendere e soprattutto sa far parlare dei suoi prodotti. E' onnipresente sui social e sui nuovi media. Può creare ponti col cinema, con le serie tv, con i videogiochi, con la letteratura, persino col mondo dei motori e degli orologi: la gente che lo segue ogni giorno perché interessata a questi settori, potrebbe (non è detto, ma potrebbe) interessarsi anche ai suoi fumetti. E poi: fiuta le tendenze, è esperto di cultura pop contemporanea, conosce a fondo l'editoria e il suo mercato, sa ottenere l'attenzione dei media.
E' vero che può allontanare una parte dei lettori storici, ma i potenziali lettori che può avvicinare sono molti di più.

Non è un caso se parlo di nuovi lettori "potenziali": l'operazione è difficile, anzi, disperata.
Però, probabilmente, nel 2013 l'emorragia di lettori era così drammatica da non lasciare alternative.

Lord Blendings ha scritto:
A parte tutto, comunque rimane il fatto che un personaggio come Dylan non può vivere di divisioni tra i suoi lettori. Questa è un'oggettiva colpa che rimarrà indiscutibilmente a Recchioni.

Più che altro è una conseguenza del suo modo di porsi sui social. Che fa parte del pacchetto e alimenta le discussioni sulla sua persona e sulle sue opere.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: dom mag 10, 2020 7:59 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab giu 19, 2010 5:51 pm
Messaggi: 2763
Lord Blendings ha scritto:
Il periodo Recchioni/Barbato/revisione-Gualdoni è stato invece uno dei migliori degli ultimi 15 anni.


a quali numeri della serie regolare corrisponde?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: dom mag 10, 2020 8:14 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer mag 04, 2011 3:00 pm
Messaggi: 2116
#325/#336
Ma affrontali con aspettative basse. Aiuta.

V.M. ha scritto:
Recchioni, invece, si sa vendere
Agli editori. Ma vende come gli altri.
4Hoods chiude molto prima di Mercurio Loi e Dylan Dog vende da solo.
Poi essere così divisivo non mi sembra molto lungimirante. Un giorno il tuo referente potrebbe cambiare e trovare più simpatico qualcun altro.

_________________
l tuoi noti "sarcasmo" e "voglia di flammare" non attaccano con me. (cit.)

Quindi, sgarbato Dear?
Sì, come al solito.
Sta dicendo cose assurde?
Per niente. (cit.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: dom mag 10, 2020 8:29 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio nov 05, 2015 5:07 pm
Messaggi: 2921
Kramer76 ha scritto:
Lord Blendings ha scritto:
Il periodo Recchioni/Barbato/revisione-Gualdoni è stato invece uno dei migliori degli ultimi 15 anni.


a quali numeri della serie regolare corrisponde?

La cosiddetta fase 1. Dal 325 al 336. Prima di spazio (di idee) profondo. Fase 1 che ancora oggi apprezzo e lodo nel suo tentativo di fondere tre percorsi editoriali diversi in uno solo. Li ancora ancora qualche tenue e sparuta traccia del "fu" dylan si pervepiva ancora. Forse, e dico forse, si sarebbe potuto seguire quel solco senza finire nell'orrore attuale. :3

_________________
Il segno è sottoposto alla legge, le apparenze non sono che sottoposte alle regole del gioco.
https://ilfumettarovetusto.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: dom mag 10, 2020 9:19 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ott 26, 2006 8:53 pm
Messaggi: 2433
Dear Boy ha scritto:
4Hoods chiude molto prima di Mercurio Loi e Dylan Dog vende da solo.

4Hoods in effetti è stato un fiasco, ma è solo una delle sue pubblicazioni recenti.
E il fatto che continui a pubblicare, con editori diversi, una marea di fumetti, libri, articoli e recensioni mi fa pensare che un certo ritorno, per quegli editori, ci sia.
Anche la sua ampia rete di follower e di contatti può trasformarsi in vendite.
Solo su Facebook Recchioni ha quasi 40.000 follower e fra questi solo una minima parte sono lettori storici di Dylan. La maggior parte è gente che segue RRobe per le sue opinioni sui fumetti in generale, sul cinema, sui videogiochi e sugli altri settori di suo interesse. Ora, se un follower su 10 iniziasse a comprare Dylan, Dylan avrebbe 4.000 lettori in più.
Inoltre, Recchioni ha numerosi amici influencer (altri fumettisti, giornalisti, recensori di videogiochi, critici cinematografici, ecc.) che fanno pubblicità gratuita alle sue opere. Pure i loro follower sono potenziali nuovi lettori.
Aggiungi le recensioni sui siti specializzati: sotto Marcheselli e Gualdoni non se ne vedevano, oggi se ne vedono a pacchi. Che siano "spontanee" o meno, conta poco. Ciò che conta è che ci siano, che vengano lette e che generino altri potenziali lettori.
Idem per giornali e TV: ai tempi di Gualdoni, quante volte si sono occupati di Dylan? Io ricordo una volta sola (con Mater Morbi, guarda caso storia di Recchioni). Oggi se ne occupano spesso.

Davvero possiamo pensare che Medda, Bilotta, Chiaverotti e Ambrosini offrano le stesse opportunità di intercettare nuovi tipi di pubblico?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: dom mag 10, 2020 9:51 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven set 23, 2005 2:31 pm
Messaggi: 3036
Località: Palermo
V.M. ha scritto:
Dear Boy ha scritto:
4Hoods chiude molto prima di Mercurio Loi e Dylan Dog vende da solo.

4Hoods in effetti è stato un fiasco, ma è solo una delle sue pubblicazioni recenti.
E il fatto che continui a pubblicare, con editori diversi, una marea di fumetti, libri, articoli e recensioni mi fa pensare che un certo ritorno, per quegli editori, ci sia.
Anche la sua ampia rete di follower e di contatti può trasformarsi in vendite.
Solo su Facebook Recchioni ha quasi 40.000 follower e fra questi solo una minima parte sono lettori storici di Dylan. La maggior parte è gente che segue RRobe per le sue opinioni sui fumetti in generale, sul cinema, sui videogiochi e sugli altri settori di suo interesse. Ora, se un follower su 10 iniziasse a comprare Dylan, Dylan avrebbe 4.000 lettori in più.
Inoltre, Recchioni ha numerosi amici influencer (altri fumettisti, giornalisti, recensori di videogiochi, critici cinematografici, ecc.) che fanno pubblicità gratuita alle sue opere. Pure i loro follower sono potenziali nuovi lettori.
Aggiungi le recensioni sui siti specializzati: sotto Marcheselli e Gualdoni non se ne vedevano, oggi se ne vedono a pacchi. Che siano "spontanee" o meno, conta poco. Ciò che conta è che ci siano, che vengano lette e che generino altri potenziali lettori.
Idem per giornali e TV: ai tempi di Gualdoni, quante volte si sono occupati di Dylan? Io ricordo una volta sola (con Mater Morbi, guarda caso storia di Recchioni). Oggi se ne occupano spesso.

Davvero possiamo pensare che Medda, Bilotta, Chiaverotti e Ambrosini offrano le stesse opportunità di intercettare nuovi tipi di pubblico?


Ciò che conta sono le reali vendite di Dylan Dog e i progetti a lungo termine.
Nel primo caso, non si hanno notizie certe. Ci si dovrebbe affidare alle sole parole di Recchioni (ottimismo massimo) o a quelle delle gole profonde (pessimismo massimo e in passato erano vicine alla realtà). Di certo sappiamo che molti hanno salutato col 400 per gli enormi cambiamenti compiuti. Di contro non mi pare che 1. Nella pagina ufficiale facebook ci sia questo ampio consenso (eppure i nuovi, che siano giovani o recchioniani sono proprio i primi a smanettare sui social... 'ndo stanno?) e 2. che in edicola vada a ruba (per lo meno qua a Palermo vedo sempre più resi). Quindi, se la cosa non è peggiorata, sicuramente non è migliorata come magari ci si aspettava.
Sui follower che giustamente citi, casca l'asino del secondo caso, quello del "lungo termine". Ammettendo che 4000 o magari anche 10000 fan di Recchioni (che ho orgogliosamente definito "lecchioni") stiano comprando Dylan Dog, questi sono semplicemente degli elementi compensativi dell'emorragia dei lettori storici. Così come per ora acquistano il Dylan di Recchioni, il 90% di loro lascerà Dylan quando Recchioni andrà altrove. E alla Bonelli cosa rimane? Un personaggio snaturato e irrimediabilmente compromesso nelle vendite. Insomma, i lettori storici non li recupera più.
Nel complesso è una politica fallimentare.

Sulla questione del trio da me auspicato. E' vero, probabilmente non riuscirebbe a intercettare nuovo tipo di pubblico... ma intanto potrebbe fermare il calo costante dei lettori storici, che sono quelli che realmente tengono in vita il personaggio. E non è detto che con una qualità migliorata e costante il passaparola non faccia riguadagnare piccole fette di mercato fumettistico.

Infine su Recchioni-autore (al netto di tutte le sue più o meno infelici uscite): secondo me non è adatto per la Bonelli. Parlo proprio della casa editrice. Non tanto come attuale organigramma... Airoldi è un ottimo sparring partner e Davide è una specie di ectoplasma nelle politiche aziendali. Piuttosto lo vedo inadatto per quanto riguarda i lettori. La Bonelli è una realtà stratificata con 70 anni di fumetti di qualità e con una certa formula che ne hanno fatto un "genere italiano". Quei lettori non si sposano bene con il Recchioni decisionista. Viceversa mi sembra già più adatto il Recchioni ridimensionato da altri curatori. Senza avere il pieno controllo, ha una scrittura più equilibrata ed edulcorata delle peggiori baggianate del mercato fumettistico americano. Un po' come Freddie Mercury: grandissimo coi Queen mentre solo... meh... 'nzomma...
Sul perché, invece, ha tanto seguito ed è così glorificato dai "siti" del settore... beh... l'Italia è il paese dove ovunque ti ritrovi gente come Salvini, Renzi, Sgarbi, Feltri e Belpietro... quindi di che parliamo? Veramente vogliamo dare peso anche a questi aspetti?

_________________
"Sono gli anni, i mostri ... gli anni che passano ... "


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: dom mag 10, 2020 9:59 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar set 07, 2004 7:10 pm
Messaggi: 3349
Località: Rurrenabaque
Cita:
Anche la sua ampia rete di follower e di contatti può trasformarsi in vendite.
Solo su Facebook Recchioni ha quasi 40.000 follower e fra questi solo una minima parte sono lettori storici di Dylan. La maggior parte è gente che segue RRobe per le sue opinioni sui fumetti in generale, sul cinema, sui videogiochi e sugli altri settori di suo interesse. Ora, se un follower su 10 iniziasse a comprare Dylan, Dylan avrebbe 4.000 lettori in più.


Ciao VM.
Stai però sovrapponendo il ruolo del responsabile della comunicazione a quello del curatore. Che poi è l'errore che ha fatto la Bonelli, a mio parere.

Sul discorso siti specializzati: non voglio generalizzare ma le recensioni che pubblicano mi sembrano una sorta di ridondante cassa di risonanza proautori. Perché se l'autore (che chiameremo con il nome di fantasia Umberto Urocchioni) che recensisco ha 40.000 follower ed invece il mio sito lantrodelnerdsfigato.com fa 100 visualizzazioni al giorno quando va bene posso immaginare che nel caso di una bella recensione positiva (non troppo eh, meglio non esagerare) il suddetto autore si pavoneggerà sui social con la mia recensione ed io avrò un aumento considerevole di accessi. Con queste situazioni win-win ed in un ambiente microscopico dove tutti conoscono tutti per me questi siti lasciano il tempo che trovano.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: dom mag 10, 2020 10:05 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer mag 04, 2011 3:00 pm
Messaggi: 2116
Ancora al discorso dei followers siamo? Fuffa inaffidabile e ininfluente per i numeri di Dylan Dog.
Poi sinceramente frega niente di quanto stia vendendo la testata (ma sicuramente meno dell’era Gualdoni). Sono deluso perché mi fa schifo. E sei anni fa io ero entusiasta dello scelta del curatore!

_________________
l tuoi noti "sarcasmo" e "voglia di flammare" non attaccano con me. (cit.)

Quindi, sgarbato Dear?
Sì, come al solito.
Sta dicendo cose assurde?
Per niente. (cit.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: dom mag 10, 2020 10:27 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven set 23, 2005 2:31 pm
Messaggi: 3036
Località: Palermo
Dear Boy ha scritto:
Ancora al discorso dei followers siamo? Fuffa inaffidabile e ininfluente per i numeri di Dylan Dog.
Poi sinceramente frega niente di quanto stia vendendo la testata (ma sicuramente meno dell’era Gualdoni). Sono deluso perché mi fa schifo. E sei anni fa io ero entusiasta dello scelta del curatore!


A chi lo dici! Io ero così entusiasta di Recchioni che il topic "domande al curatore" l'ho fatto io con un papello infinito di roba che ho scritto delle domande fattegli nei mesi antecedenti al topic stesso... e considera che in 15 anni ho aperto non più di 5 topic. Proprio per darti l'idea di come ero contento delle prospettive che vi erano. Per questo mi scappa un sorriso amaro quando ci si addita come "haters" di Recchioni per partito preso.

_________________
"Sono gli anni, i mostri ... gli anni che passano ... "


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: dom mag 10, 2020 11:22 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab dic 28, 2013 7:16 pm
Messaggi: 2441
Località: Noland
Zak ha scritto:
Kramer76 ha scritto:
Lord Blendings ha scritto:
Il periodo Recchioni/Barbato/revisione-Gualdoni è stato invece uno dei migliori degli ultimi 15 anni.


a quali numeri della serie regolare corrisponde?

La cosiddetta fase 1. Dal 325 al 336. Prima di spazio (di idee) profondo. Fase 1 che ancora oggi apprezzo e lodo nel suo tentativo di fondere tre percorsi editoriali diversi in uno solo. Li ancora ancora qualche tenue e sparuta traccia del "fu" dylan si pervepiva ancora. Forse, e dico forse, si sarebbe potuto seguire quel solco senza finire nell'orrore attuale. :3


Della fase 1 oltre la regolare segnalerei anche alcuni extra come lo speciale di Gualdoni revisionato La bomba!, l'ultimo gigante e i due Color Fest del 2014.
Tra le annate successive ho trovato buona, a grandi linee (qualche albo pessimo c'è sempre), quella del 2016.

Mi annovero anch'io tra gli entusiasti recchioniani della prima ora. Premettendo che ero talmente annoiato dalla gestione precedente che avrei gradito vari nomi di autori come nuovo curatore, perfino Ruju che ho spesso criticato di aver scritto troppo. Ambrosini e Medda allora, come ora, li ho sempre visti difficili. Speravo soprattutto nella Barbato (pare prima scelta di Sclavi), ma Recchioni, che come autore su Dylan ho spesso apprezzato fino a qualche mese fa, mi sembrò un'ottima alternativa.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: lun mag 11, 2020 12:28 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 21, 2005 1:08 pm
Messaggi: 8684
Località: Eternia
anche il maxi tutto roi.

_________________
Here Lies Our Beloved Skeletor
Born 21 November 2005
Left us 23 June 2021
R.I.P.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: lun mag 11, 2020 2:00 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 20, 2009 12:26 pm
Messaggi: 6397
Località: Inverary 2.0
Jones ha scritto:
Ciao VM. Stai però sovrapponendo il ruolo del responsabile della comunicazione a quello del curatore. Che poi è l'errore che ha fatto la Bonelli


Dear Boy ha scritto:
V.M. ha scritto:
Recchioni, invece, si sa vendere
Agli editori. Ma vende come gli altri.
4Hoods chiude molto prima di Mercurio Loi e Dylan Dog vende da solo.


Appunto, sono tutti Rrobertoni... col culo degli altri :o .
Uno dei grandi meriti del Sommo, per cui provo sincera ammirazione, è l'abilità con cui è riuscito a gettare fumo (all'origano) negli occhi della SBE. Un intortellamento maximo tramite cui ha fatto credere di essere l'unico salvatore della patria rimasto in giro, grazie ai suoi agganci, amichetti, followers, risonanze mediatiche, ideone dirompenti, ed altre menate che si basano solo sull'autoreferenzioalità di un mondo nerdosamente chiuso in sé che non equivale affatto alla stragrande maggioranza dei lettori di DD.

Lettori paganti, sia ben chiaro: non parlo delle groupies che si strazzano le mutande mentre bazzicano tra i suoi blog/profili fb per dire la loro sulla qualsiasi, e scambiarsi pareri tra comari dalle moto carenate ai disegni di Pontrelli, seppur con notevole ed equilibrata disamina, estranea alla frangia dei fanboy.

Forse non è chiaro alla SBE che questa gente parla, straparla, like-a, linka... ma non scuce 1€. Offre visibilità che rimbalza su se stessa. Recchioni ci guadagna di/in immagine, ma la tiratura di Dylan una mazza. Lui si crede la Chiara Ferragni dei fumetti, ma quella tizia se lo magna a colazione come abilità imprenditoriale sulla rete. Perché a lei bastano i contatti, numericamente: in quel momento incassa dalla pubblicità/visibilità dei prodotti che piazza, indossa, o mette a margine della sua immagine e bramano, in quanto marchi commerciali, di vedersi associati ad una che "tira" come lei.

Per i fumetti la cosa è ben diversa. Puoi fari il bello&cattivo tempo sulla rete con la tua vasta eco quanto vuoi, circondato dai tuoi amichetti ed aficionados, tra cui anche i recensori compiacenti dei siti specializzati... MA QUESTO NON VUOL dire portare la gggente in edicola.
Mammagari fosse così semplice... :roll:
Non che sia del tutto vano creare clamore dai riflettori o far risuonare su più largo raggio certe cose... ma non è di certo la panacea ad ogni male SBE, che per troppo tempo ha trascurato questo tipo di approccio, mentre adesso vuole improvvisarne una strategia di massima partendo da degli assunti fallati.

I potenziali nuovi cciovani lettori sono dei fantomatici leopardi albini dell'Eldorado: animali fantastici...e dove trovarli :?: Una fregnaccia semi-utopica. Magari qualcuno di boccabuonissima tra i suoi seguaci, che ha sempre snobbato Dylan dalla sua nascita, grazie a questo baillame mediatico potrebbe esser incuriosito dal provare questofamoso Dog che non è un cane dicuitantosiparla, in omaggio al suo totem di interessi da Tor Pignattara. Ma sono mosche bianche sul culo delle zebre a pois. E non garantiscono fidelizzazione, essendo solo dei curiosi da auge momentanea ad personam :dito: .

Quelli che Recchioni deve realmente recuperare con il retino, ed Airoldi lo sa benissimo, sono I LETTORI OCCASIONALI di vecchia data, che negli anni hanno sfarfallato sempre più random sino a disaffezionarsi dalla testata per varie ragioni, non ultime la mazzate gualdoniane. Ma anche per ragioni più banali e personali (v. maggiore età, uso di altri media per lo svago, etc) E NON NECESSARIAMENTE legate al mondo del fumetto... perché la maggior parte di questi lettori occasionali medi non ha mai pensato di consultare un sito specifico di intenditori, ignora i forum, le fumetterie, le news sui nuovi CF sperimentali, etc.
Però gira che ti rigira... se riesci a re-incuriosire questo mandria di disaficionados storici, non tornerai alle 200.000 copie al mese, ma tamponerai l'inevitabile emorragia di perdite, che tutti i fumetti storici stanno vivendo, per quanto Dylan goda a prescindere di uno zoccolo durissimo a morire... ma non eterno.

Il presente è sotto gli occhi di tutti.
Io non sono un lettore occasionale lontano da tempo, ma se mi mettessi nei suoi panni, e mi avventurassi per caso sul nuovo Dylan666 dopo che un mio collega mi ha messo la pulce nell'orecchio... gli schiafferei una colonia di zecche nel naso per gratitudine :mad: .

ALOHA NIENTE GRILLI PER LA TESTA
SOLO PIDOCCHI... O MICRO TROLLS [cit]

_________________
Io no capito, io no capito

(anta baka?! [...] kimochi warui)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: lun mag 11, 2020 10:49 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab dic 28, 2013 7:16 pm
Messaggi: 2441
Località: Noland
Wolkoff tocca di nuovo il tema, che ritengo importante, del lettore occasionale.
Una volta ce n'erano moltissimi, di varie testate (anche Nathan Never che pure una certa continuity l'ha sempre avuta), ma soprattutto di Dylan Dog. Compravano un tot di albi all'anno, in varie occasioni (celebrativi, viaggi, copertina accattivante, nasconderci in mezzo una copia di Penthouse, ecc.) e spesso se un numero gli piaceva particolarmente si sentivano spinti ad acquistare anche il successivo e così via. Spesso aveva molta importanza il passaparola. Ricordo quando ero all'università di aver sentito degli studenti consigliarsi l'albo Necropolis ad esempio o anni dopo un conoscente, lettore occasionale, incontrato per caso che mi consigliò (l'avevo già) L'assassino della porta accanto che gli era piaciuto, a sua volta raccomandatogli da altri. Era un altro mondo, grossomodo fino alla metà degli anni 2000, non erano così onnipresenti gli smartphone, il media fumetto aveva ancora un certo appeal popolare, ecc. Questo soprattutto, poi se ci mettiamo una qualità calante che rendeva il lettore occasionale ancora più occasionale se non proprio lo teneva alla larga del tutto, abbiamo il quadro di un'erosione costante di questa tipologia.
Ora, col clamore mediatico di Recchioni, si potrebbe incuriosire un ex lettore (occasionale o fisso) a provarci di nuovo, attirato magari dalle novità (Bloch in pensione, matrimonio, Dylan restyling e chi più ne ha più ne metta), quindi in questo caso la strategia potrebbe essere quella giusta, fargli ricordare in qualche modo un fumetto che una volta leggeva, attirandolo non importa come a riprovarci. Il fidelizzarlo è però un altro paio di maniche...
Ma i lettori che sono sempre stati occasionali, sempre meno certo, ma quelli da 3-5 albi annuali, che erano comunque legati a un certo tipo di Dylan Dog, con caratteristiche immutabili che volevano ritrovare anche se non lo frequentavano mensilmente e soprattutto certi dell'autoconclusività delle storie, ora come si devono sentire? Si imbattono in un ciclo della meteora, credono (si è vista poi com'è stata la realtà) che sia in continuity e se ne tengono alla larga, si imbattono nella saga 666 dove vedono un altro Dylan che non è quello che (ogni tanto) apprezzano, per lo più in albi collegati... Ecco questi lettori è facile che abbandonino del tutto e definitivamente.
Magari però si tratta davvero di una percentuale trascurabile e la Bonelli non ci perde il sonno, chissà. O magari pensano che possono essere facilmente dirottati sul nuovo OldBoy.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: lun mag 11, 2020 12:19 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 21, 2005 1:08 pm
Messaggi: 8684
Località: Eternia
non dite ad oni2 dei lettori occasionali perchè vi dice che sono sempre l'asse portante dell'editore.

_________________
Here Lies Our Beloved Skeletor
Born 21 November 2005
Left us 23 June 2021
R.I.P.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Argomenti vari
MessaggioInviato: lun mag 11, 2020 12:56 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 23, 2013 6:28 pm
Messaggi: 419
long live bugs bunny

_________________
Il grooming è un concetto difficile da spiegare in USA, complicatissimo da recepire nella cultura italica


Ultima modifica di Walecs il lun ago 03, 2020 7:06 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 98 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it