Cravenroad7

Forum dylaniato
Oggi è gio dic 03, 2020 9:01 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 150 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 10  Prossimo

# 284 - Nel segno del dolore
Insufficiente (1-4) 6%  6%  [ 6 ]
Mediocre (5) 7%  7%  [ 7 ]
Accettabile (6) 23%  23%  [ 23 ]
Buono (7-8) 52%  52%  [ 52 ]
Ottimo (9-10) 12%  12%  [ 12 ]
Voti totali : 100
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: dom mag 02, 2010 4:34 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 19, 2010 5:29 pm
Messaggi: 170
per compensazione??? sei un giustiziere????

_________________
gloria numquam defluo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: dom mag 02, 2010 6:06 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 18, 2005 12:15 pm
Messaggi: 11914
Località: Verona
Siamo un po' permalosi, eh? :lol:

_________________
È la mia opinione, e la condivido.

Ciao,
Teo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: dom mag 02, 2010 8:04 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun dic 04, 2006 11:38 pm
Messaggi: 1815
Oltre a essere fuori luogo.
Ftate bbonni, pe' cortesia!

Dal momento che non ho mai fatto mistero di seguire con particolare interesse gli interventi di Cyber Dylan e che il suo post ha segnato come un vero e proprio spartiacque, parto da lଠper dire qualcosa sull'albo del mese.

S
P
O
I
L
E
R

Cyber ribadisce più volte che, avendo davvero Pandora facoltà di nuocere al prossimo, le accuse che le vengono rivolte non sono infondate e rinfaccia a Dylan atteggiamenti da «trombone saputello». Ma Dylan, lungi dall'essere perfetto, è un idealista che può assumere talora posizioni di intolleranza a rovescio (e non sono mancate situazioni - ora come ora ho in mente esempi forniti soprattutto da Medda e Barbato - in cui s'è visto ben sfanculato per questo): non solo non vi scorgo un problema, ma in tutto l'albo vedo il titolare di testata caratterizzato in maniera pienamente aderente alla sua psicologia.

Oltreché un'ambiguità di fondo, ben sottolineata da Block, piuttosto interessante: si crea una forte tensione tra la colpevolezza di Pandora, con tutti i chiaroscuri sottesi, e il legame che comunque si instaura tra esseri umani, tra la giustezza della sete di giustizia delle vittime (ma che bel giuoco di parole!) e il linciaggio con cui vogliono perseguirla, questa giustizia. Tali dinamiche, tutto sommato, funzionano, così come in genere i personaggi, da un buon Groucho (che ormai sta grossomodo divenendo piacevolmente costante, ma so già  che mi pentirò d'aver parlato!) e un buon Bloch a quelli che vivono per poche vignette: anche su quest'ultimo aspetto non mi ritrovo nella disamina di Cyber. Semmai, a differenza di quello che leggo da parte di molti, non sono rimasta particolarmente colpita proprio dalla coprotagonista, che assolve sì al suo ruolo ma a mio modo di vedere senza particolari guizzi.

Reputo non deprecabili anche alcune scelte narrative disprezzate, come le questioni lasciate in sospeso - e non ultimo il riufiuto di "razionalizzare" le motivazioni del potere funesto di Pandora - o la presenza di personaggi che vivono per poche vignette ma sono comunque ben caratterizzati e di fili tematici non riannodati e anch'essi giusto accennati.

E allora dov'è il problema? Intanto, una buona metà  dell'albo, segnatamente la seconda, è effettivamente da mani nei capelli, inutilmente contorta e zeppa di circostanze davvero implausibili. Ma soprattutto aleggiano su tutta la storia i difetti che continuo a trovare nello stile di Enna: dalla scrittura dandy, secondo la ficcante definizione data qualche tempo fa da Dario (riapro il suo manuale di retorica: «caratterizzata da una certa ricercatezza e/o ostensione d'eleganza, talvolta eccedente la necessità e/o i contesti narratologici») alla gestione della trama in modo sin troppo scomposto e sfilacciato, senza dare l'impressione di un insieme coerente e unitario. E non siamo, per scelta dell'autore, in un contesto surreale e visionario, «sghangherato e sghangherabile»: l'ambizione è di una storia drammatica e potente, che vuole sfidare il cliché dello spiegazionismo ma si risolve nel pastrocchio. Ecco, qui individuerei essenzialmente i punti deboli. Un'occasione in parte perduta, insomma, di cui mi rammarico tanto più perché Enna, al di là  di tutto, ci sa fare. Ma lo vorrei con la brillantezza con cui l'ho conosciuto in Disney e che a mio avviso ha sfoggiato sull'ultimo CF, e non arroccato su certe posizioni poco produttive.

Resterebbe qualcosa da dire su Mari e sul mio disappunto per vederlo sempre più come un leone a suo agio nella gabbia (bonelliana Ah. Ah. Ah. Battutona!), ma pietà. Ho già  impiegato sin troppo a mettere assieme queste frasi sconnesse.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: dom mag 02, 2010 8:08 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 23, 2007 2:58 pm
Messaggi: 5368
Località: Inland Empire
ma la fedy quanto prendeva di solito ai temi? secondo me a quei professori e professoresse regalava orgasmi multipli...

_________________
Charades, pop skill
water hyacinth, named by a poet
Imitations of life


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: dom mag 02, 2010 8:33 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun dic 04, 2006 11:38 pm
Messaggi: 1815
E... e poi... [singhiozza] mi sentivo sporca, e piangevo. Ma loro mi costringevano, quei porci. Che cosa avrei potuto fare? Era la loro parola contro la mia [testa fra le mani].

No, non ho ripreso la tastiera per dire questa stronzata. Mi è venuto in mente, leggendo il nome di GP, che mi sono scordata di proporre una mia interpretazione alternativa del finale, molto semplice

Spoiler!
Pandora lascia effettivamente Londra e cerca di tornare a una vita normale, secondo le modalità che appunto viene illustrando, ma non è ancora pronta ricontattare Dylan e deve rincantucciarsi un altro po' nel suo limbo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: dom mag 02, 2010 8:36 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven set 23, 2005 2:31 pm
Messaggi: 3027
Località: Palermo
Ecco l'affresco palermitano citato durante la storia e nella copertina di questo mese. Con un appunto: l'affresco era a palazzo Sclafani, oggi si trova dentro il museo di palazzo Abatellis.

Immagine

Piccola curiosità: Il pittore è ignoto, ma si è ritratto. E' l'omino con cappello rosso che guarda chi guarda l'affresco, sulla sinistra, in corrispondenza del "taglio" orizzontale. E accanto a lui, sulla sinistra, l'assistente. Sono gli unici due soggetti che guardano verso l'esterno. Tutti gli altri sono presi da altro... :)

_________________
"Sono gli anni, i mostri ... gli anni che passano ... "


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: lun mag 03, 2010 11:14 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 29, 2006 4:00 am
Messaggi: 828
Seguono possibili

s
p
o
i
l
e
r

@ Fedylaniata

Che Dylan sia un essere tutt'altro che perfetto e che spesso sbagli giudizio mi vede perfettamente d'accordo.
Il guaio è che quest'albo non insinua MAI il sospetto che Dylan sbagli. Il suo punto di vista parte da subito come "privilegiato" (è il protagonista, l'eroe in soccorso della bella, quindi il personaggio in cui siamo portati a identificarci) e non ha alcun contrappunto "ideologico" - salvo il discorso del dottore alla fine, che però lascia il tempo che trova in quanto il dottore è il "cattivo" della situazione. Il lettore assume il punto di vista dell'eroe, non del criminale.

Un'altra autrice, la Barbato, ha sempre avuto l'accortezza di inserire nelle proprie storie -sia pure en passant- un 'contrappeso' che facesse capire al lettore che Dylan è solo un essere umano, e quindi le sue opinioni e i suoi giudizi non sono l'equivalente delle Tavole della Legge ricevute sul Sinai.

Enna invece non insinua alcun sospetto del genere.
In QUESTA storia le opinioni di Dylan sono presentate come oro colato. Non c'è alcun contrappeso.
Lo dimostra il fatto che la stragrande maggioranza degli utenti di questo forum non si è accorta che le opinioni di Dylan sono ripetutamente contraddette dai fatti. Badate: non da altre opinioni, proprio dai FATTI (i pettegolezzi su Pandora si rivelano giusti, la madre di Pandora non è un'imbrogliona, ecc ecc).


Altro problema, il superpotere di Pandora.

Non sono, non sono, NON SONO un fan degli spiegoni :x: ...
...ma...
...ma non ce la faccio a chiudere un occhio su un superpotere che esce della porta e rientra dalla finestra.
Così, a buffo. A seconda di come gira allo sceneggiatore. Non è questione di spiegoni, ma di coerenza narrativa e con le premesse che l'autore stesso ha dato alla storia.

E non tiriamo in ballo l'amore per spiegare il non-contagio di Dylan!
Avete già  dimenticato che la prima contagiata (morta di morte orribile) è stata la migliore amica di Pandora?!?!


Ora spero di non dover ascoltare discorsi del tipo: "Enna voleva dire che l'amicizia non conta un ca**o! Che amici e nemici per gli esseri umani sono la stessa cosa! Perciò tutti crepano! L'amicizia è nulla! Solo l'ammmmmore conta!" :?

_________________
Ti mostrerò la paura in una manciata di pixel...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: lun mag 03, 2010 12:53 pm 
Non connesso

Iscritto il: lun mar 01, 2010 4:23 pm
Messaggi: 913
SPOILER vari ed eventuali...

Perdonami ma non capisco: dici che non ti piacciono gli spiegoni, ma poi ti lamenti che l'autore non abbia reso esplicito nei dialoghi quello che tu stesso hai ammesso si verifica poi nei fatti. Per quanto mi riguarda, questo lasciar trarre le conclusioni all'intuito del lettore, senza servirgli un punto di vista precotto attraverso i dialoghi, è una scelta stilistica che apprezzo moltissimo in questi anni di deliri spiegazionisti.
Non capisco da cosa deduci che gli altri lettori non si siano accorti delle contraddizioni di Dylan: io me ne sono accorto e ti dirò che l'ho trovata una cosa perfettamente in sintonia con quello che secondo me dovrebbe essere sempre il personaggio di Dylan (un indagatore più vittima che risolutore dei suoi e altrui incubi - in questo caso accecato dalla sua indole romantica), tanto che dovrebbe essere una cosa normale, non un elemento da sottolineare. Il fatto che alla fine la ragazza fosse veramente un' untrice, a mio modo di vedere, rende ancora più suggestivo e ambiguo il quasi (molto quasi) happy end: nella deriva razionalista e manichea di cui è preda la serie da molti anni a questa parte, pochi sceneggiatori avrebbero lasciato in vita un personaggio NON innocente (ma non del tutto colpevole) come Pandora.

Cyber Dylan ha scritto:
ma la madre di Pandora non è un'imbrogliona


Beh insomma... a parte come tratta la figlia, se non ricordo male è pur sempre una ricattatrice!

In quanto alle incongruenze sulla trasmissione delle malattie, io avevo capito che era una questione di volontà (più o meno conscia) della ragazza, e che l'amichetta era stata infettata involontariamente quando Pandora ancora nulla sapeva dei suoi poteri (e infatti preso coscienza di questi subito dopo deciderà di non toccare più nessuno). Ma obbiettivamente non ho prestato molto attenzione alla meccanica degli eventi e può darsi che ci siano delle incongruenze.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: lun mag 03, 2010 3:29 pm 
Non connesso

Iscritto il: dom mag 02, 2010 9:42 am
Messaggi: 5
L'ho letto ben due volte, prima di dare un giudizio: mi è piaciuto, la storia è interessante, anche se un po "ingarbugliata" verso il finale e poco chiara in certe situazioni.
Vorrei chiedervi solo una cosa che mi ha lasciato un dubbio:
Spoiler!
Pandora, da quanto ho capito, possiede davvero il potere di uccidere tutto ciò che tocca: ma perché con Dylan non succede niente? Forse perché è innamorata di lui?
E poi: dove si trova alla fine del racconto Pandora?

Non è da molto che leggo Dylan Dog (anzi, è da molto poco), ma devo dire che quest'ultimo albo non è certamente il migliore che io abbia letto fin'ora. "Il persecutore" o "Relezioni pericolose", personalmente, mi sono piaciuti un tantino di più.
Voto: 7,5
Alla prossima avventura!
Ciao!!! :D

Edit Fedylaniata: ho inserito lo spoiler perché è un'informazione rilevante ai fini della trama.


Ultima modifica di GabrielDog il lun mag 03, 2010 4:08 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: lun mag 03, 2010 3:45 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer mar 17, 2010 2:24 pm
Messaggi: 536
Località: Aversa (CE)
appena terminata, ho votato buono e ne sono contento. finalmente una storia che lascia immaginare a NOI tante cose non spiattellate in discorsi inutili,
Spoiler!
chi sia l'assassino, perché pandora possiede dei poteri e soprattutto dove si trova alla fine della storia, passano in secondo piano.

certo che qualcuno può interpreararli come buchi nella sceneggiatura...io personalmente spero che siano stati lasciati in sospeso di proposito per creare un continuo correlato a questa storia (ipotesi un pò imporbabile, ma ci spero), in cui si da un senso al personaggio di pandora e non si lasci cosi senza capire da dove sia giunto il suo potere.
mari rende il tutto ancora più credibile e secondo me enna ha fatto un buon lavoro ;)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: lun mag 03, 2010 3:54 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun dic 04, 2006 11:38 pm
Messaggi: 1815
Cyber, NON mi è sfuggito il tuo post, solo ora non ho il tempo di rispondere.
Ma prometto che quanto prima questo messaggio sarà  sostituito da un altro in cui lo farà, per quanto certe posizioni rimarranno indubbiamente distanti. Non che sia un male, eh?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: lun mag 03, 2010 5:29 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab ott 02, 2004 7:32 pm
Messaggi: 11130
Località: Napoli
Storia non sempre coerente con sè stessa, ma scritta bene, con uno stile che, seppur dandy riesce a essere evocativo e coinvolgente.
Insomma grandi vizi e grandi virtù, che si compensano vicendevolmente nella mia opinione, tant'è che alla fine ho votato un neutrale ACCETTABILE.

Non ho il tempo di diffondermi di più, mi soffermo solo su un particolare:
Spoiler!
L'assassino della madre di Pandora.
La scelta di non mostrarne il volto è suggestiva, e l'ho apprezzata, può essere uno qualunque fra le sue vittime, e il senso dell'accaduto non cambierebbe di molto.
Se devo indicare un possibile candidato, però escluderei i due che avete citato voi, visto che l'assassino ha una corporatura longilinea, e non massiccia come l'istruttore e il dottore, e indicherei come sospetto il professore di inizio albo, visto che i due condividono un modo di parlare piuttosto forbito (anche se per la verità  è tipico più di tutti dello stesso Enna).
Altrimenti può essere una qualsiasi vittima di Pandora, anche non mostrata nell'albo.


Mari un pò sotto i suoi standard, c'è anche qualche svarione anatomico, ma comunque più che dignitoso, e caratterizza graficamente Pandora in maniera molto valida.


soggetto 5
sceneggiatura7
disegni 6.5

_________________
Carnage - Teatro online
https://www.youtube.com/watch?reload=9&v=x4qv5rBEs9E


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: lun mag 03, 2010 7:56 pm 
Non connesso

Iscritto il: lun mar 01, 2010 4:23 pm
Messaggi: 913
Sulla questione dell'assassino della madre...
Spoiler!
E' il medico: voleva bruciare Pandora e finisce bruciato. Classico espediente narrativo più chiaro di qualsiasi spiegone.
E poi anche lo sguardo che fa nelle ultime scene secondo me voleva essere esplicativo... forse Enna in quel caso ha sottovalutato il fatto che Mari disegna praticamente tutti i personaggi con uno sguardo spiritato :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: mar mag 04, 2010 10:28 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom gen 06, 2008 7:48 pm
Messaggi: 192
Località: Vicenza
Nonostante io sia un "enniano" della prima ora, non sono andato oltre l'ACCETTABILE per questo albo.

Senza dilungarmi a citare tutte le cose già  dette da altri, dico semplicemente che anch'io vi ho trovato tutti i pregi (personaggi ben caratterizzati e gestiti, sceneggiatura con più di un guizzo) e tutti i difetti (soggetto banalotto e incongruenze) sin qui rilevati....

La media è quella.... :wink:

Mari per me fuori categoria, mi piace "a prescindere"... :D

_________________
"...wait in the fire..."


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 284 - Nel segno del dolore
MessaggioInviato: mar mag 04, 2010 4:06 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 08, 2006 12:46 pm
Messaggi: 4831
Un albo abbastanza qualsiasi. Non propriamente brutto e decisamente lontano dal poter essere definito bello.

Sempre per mancanza di tempo, forse motiverò meglio in un secondo momento, ma non ha avuto su di me quell'appeal che sembra aver esercitato su altri utenti (in realtà, pur non essendo un proselito enniano, ho quasi sempre trovato nelle sue storie un qualche fascino che qui non sento).

E poi ci sono tre brutti errori ortografici che, come dragodylaniato ben sa, hanno il potere di deprimermi nel profondo. :(


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 150 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 10  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it