Cravenroad7

Forum dylaniato
Oggi è dom nov 28, 2021 3:39 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 180 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 12  Prossimo

283 - Il persecutore
Insufficiente (1-4) 3%  3%  [ 3 ]
Mediocre (5) 8%  8%  [ 9 ]
Accettabile (6) 19%  19%  [ 21 ]
Buono (7-8) 54%  54%  [ 61 ]
Ottimo (9-10) 17%  17%  [ 19 ]
Voti totali : 113
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: lun mar 29, 2010 11:42 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 21, 2005 1:08 pm
Messaggi: 8684
Località: Eternia
reincarnazioni? sei blando.

_________________
Here Lies Our Beloved Skeletor
Born 21 November 2005
Left us 23 June 2021
R.I.P.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: lun mar 29, 2010 11:47 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven nov 28, 2008 6:30 pm
Messaggi: 8883
Località: Chieti
Non tirate in ballo capolavori come "Reincarnazioni" senza validi motivi! Portate un minimo di rispetto per un albo in cui appare una siringa in un occhio! :P :P :P

_________________
"Non è morto ciò che in eterno può attendere, e col volgere di strani eoni anche la morte può morire."


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 12:34 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab ago 23, 2008 12:39 pm
Messaggi: 2114
Nyarlathotep ha scritto:
Non tirate in ballo capolavori come "Reincarnazioni" senza validi motivi! Portate un minimo di rispetto per un albo in cui appare una siringa in un occhio! :P :P :P


diamo al buio quel che è del buio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 12:46 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 18, 2005 12:15 pm
Messaggi: 12171
Località: Verona
Ecco, mi sa che se dovessi scegliere fra Un mondo sconosciuto e Reincarnazioni, sceglierei il primo. Se proprio dovessi scegliere, eh! E anche Il tredicesimo uomo se la gioca. 8)

Ora basta OT per me, che sennò la neo-mod mi rimprovera. :cry:

_________________
È la mia opinione, e la condivido.

Ciao,
Teo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 8:28 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 24, 2009 8:22 am
Messaggi: 1440
Località: cremona
niente da dire ...voto :9!!
albo molto ,ma molto bello!!!
ovvio che il "solito confronto" con i fasti passati lo metterebbe in ombra,ma di quello non me ne frega una cippa!!!
allora lati positivi:
_groucho usato magnificamente,finalmente recupera un' anima da troppo tempo persa....non è la solita macchietta che spara la battuta e via...qui ha una dignita'.... GROUCHISTI DI TUTTO IL MONDO UNITEVI!!!(io sono il grouchista n1)
_dylan in versione incazzato,con la sua personalita' che finalmente riconosciamo!!!!!!!
_l'atmosfera "malsana e angosciante" di tutto l'albo...un graditissimo ritorno!!!
_casertano....gia questo basterebbe a portare l'albo almeno a 7...ma lui fa di piu'!!!!!! mi ha ricordato molto il casertano de "l'inquilino del terzo piano".inoltre il suo modo molto grottesco/caricaturale si sposa con queste trame!!
_di gregorio..beh confeziona una storia molto ben scritta con un gusto sclaviano DOC!!

lati negativi:
_la morte mi piace poco raffigurata cosi', rivoglio il teschio!!!!
_avrei voluto un cameo del burocrate infernale!!!!!
_il buco della trama con bloch che ,dopo essersi dissanguato il conto .....non presta le ultime 666 sterline a dyd...ma lo digeriamo,no???

nel complesso 9 mi sembra doveroso!!!!
.....poi nel prossimo torna mari......

_________________
ma se dal 2023 diventassi io il nuovo curatore di dyd?

IO SONO RKC E SONO FATTO DELLA STESSA MATERIA DI CUI SONO FATTI GLI INCUBI.......
IT BEGINS......08/09/2012

http://it.wikipedia.org/wiki/Sacello


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 11:11 am 
Non connesso

Iscritto il: lun mar 01, 2010 4:23 pm
Messaggi: 913
Fedylaniata ha scritto:
In uno spazio breve avete già  sviluppato una certa quantità di riflessioni interessanti, per cui perdonatemi la ripetitività, ma non ho altri modi di illustrare il mio punto di vista. Saranno poche note.

S
P
O
I
L
E
R

• La patente ripresa degli stilemi sclaviani – dal soggetto-pretesto che si sviluppa per quadri giustapposti di sapore spesso onirico-surreale alle divagazioni ‘sull’uomo della strada’*, dal registro ironico e paradossale alla retorica sull’umana disumanità e via di questo passo – non sfocia comunque nella copia pedissequa e spersonalizzata. La mano di Di Gregorio resta visibile e d’altro canto più d’uno di questi e altri elementi che, setacciando, si possono rilevare fa parte del registro di scrittura del Nostro. Non è tutto oro quello che luccica, certo: non posso non convenire sul fatto che in certi punti si respiri manierismo, ricerca eccessivamente insistita di effetti ironici (la strage!) o d’impatto (certe parentesi oniriche). O che qualche snodo non scorra via liscio, ad esempio l’atteggiamento di Bloch rispetto al fatidico prestito.

• Alcune scelte, però, sono argute: in particolare ho trovato fulminanti, ad esempio, la sequenza della mora che si aggrava per pochi minuti di ritardo (colpa del malfunzionamento dell’ascensore: pp. 62-66) o il finale, degno coronamento amaro di una vicenda strana e annichilente.

• Coinvolgente la spirale di difficoltà che – con sadismo barbatiano, si può dire! – stritola un Dylan particolarmente reattivo e vivace, l’esatto opposto della figura abulica che purtroppo di questi tempi prende spesso il sopravvento. Forse a tratti sin troppo sopra le righe (anche qui come può capitare con Barbato?), ma nel complesso funziona non male. Al di là  di qualche eccesso nelle stesse di cui dicevo, è una scelta non sciocca riservare alle sequenze oniriche certe scene troppo forti per credere nel loro inveramento (l’ubriacatura e la rissa con accoltellamento, la morte di Bloch!); e oltretutto costituiscono dei gradevoli strumenti per scandire la narrazione**.

• In forma smagliante Groucho, che non esaurisce il suo ruolo nelle due battute di prammatica, ma al di là  delle freddure deprimenti – com’è giusta che sia – sa rivelarsi buon amico e persona capace d’iniziativa. Fa piacere constatare che qualcosina pare smuoversi rispetto al prolungato completo oblio del baffuto comprimario (penso a qualche guizzo di fine 2009). Benino Bloch, che non manca di manifestare la confidenza e l’affetto paterno che lo legano a Dylan, ma poi assume lo strano atteggiamento di cui sopra. La Morte, invece, è poco incisiva e si limita a vagare dispensando giustizia spicciola per poi sciogliere la situazione da deus ex machina. Onesti gli altri personaggi di contorno – villain incluso, se così si può definire – che svolgono dignitosamente la propria funzione.

• Una parola sui disegni. Boh, io non vedo Casertano magicamente trasfigurato: semplicemente il tratteggio è talora più ricco, come detto appunto dall’Horror Club. Anzi, al di là  di qualche eccesso espressionistico/caricaturale (cui raramente ormai rinuncia) l’ho trovato curato ed espressivo, senz’altro piacevole.

Insomma, la mia percezione è quella di un albo che si legge senza eccessivi patemi e senza eccessiva noia, abbastanza vivacizzato da una discreta gestione di attori in scena, scambi dialogici, tempi e modi narrativi. Quel minimo di qualità che auspicherei dovrebbe essere garantita ogni mese.

***


* Qualcosa di simile, in tempi recenti, aveva fatto capolino ne Il piccolo diavolo, ma con minor efficacia.

** Si può notare, en passant, come proprio in questi flash e poi soprattutto nel dialogo finale con lo spettro di Sterling si gettino dei semi di riflessione sul timore dello stigma che può derivare dal prossimo (Dylan evasore, ciarlatano, restio a guadagnarsi da vivere col sudore della fronte, favorito dalle proprie amicizie, egoista verso gli amici che pagano per le sue colpe). Il tema era stato esplorato approfonditamente e sotto altra prospettiva nel recente Il giardino delle illusioni.


Ottimo, quoto tutto. In particolare la parte che ho sottolineato.
Ci troviamo di fronte non ad una gran storia (la sceneggiatura è un po' sfilacciata), ma ad un albo che dovrebbe rappresentare la normalità per la serie.
Finalmente un Dylan "vivo", finalmente un Groucho inserito nella storia senza perdere la sua follia (a cui si perdona qualche battuta in effetti un po' moscia), e gran ritorno di umanità anche per Block, triste e malinconico come un tempo che fu, non l'anonimo passacarte visto negli ultimi anni.
E finalmente una storia che si aggancia con senso e forza al presente. E' riuscita ad angosciare e divertire anche me, che soprattutto negli ultimi tempi, faccio spesso fatica ad arrivare alla fine del mese e devo contare anche i centesimi. Un Dylan dal sapore antico, ma inserito in una storia che poteva essere scritta solo in questi anni.

Casertano... boh, mi sorprendono le molte critiche lette in questo forum: per me era, è e sarà  "il" disegnatore di Dylan Dog.

rimatt ha scritto:
Cita:
inoltre, per riprendere il discorso di simonjap...in che senso "si è perso il gusto di leggere"? nel senso che tante persone mentre leggono stanno già  con le antennine pronte per trovare cosa non va...leggere un albo per fare il critico non ti serve, e tanto meno serve agli altri...se un albo non ti ha lasciato nulla a livello emozionale-sentimentale è certamente perché tu non hai letto quell'albo con gli stessi occhi e lo stesso spirito di quando lo leggevi a 10 anni.


Oppure perché è veramente brutto! Insomma, 'sto dubbio poniamocelo, no? :mrgreen:


Guarda che arriva Medda e ti dal del nerd ossessionato dalla "qualità"! :mrgreen:
Non scherziamo: la colpa è SEMPRE del lettore, che non legge più con l'animo candido e puro del fanciullino, ma è divenuto un corrotto e depravato "fanzinaro".
Le storie brutte e gli autori incapaci non esistono; sono solo leggende urbane nate coi forum!

Scherzi a parte: io ho 35 anni e non ho nessuna voglia ne vedo il senso di leggere le storie di Dylan come quando ne avevo 15.
Anche perché tra l'altro credo di essere un lettore migliore oggi di allora.
E comunque "Il persecutore" mi sarebbe piaciucchiata anche nel '89 (di sicuro più della mignaccata "Una voce dal nulla" o della chiaverottata "Incubo di una notte di mezza estate"), mentre la pochezza e sciatteria di una "Relazioni pericolose" mi avrebbero fatto incazzare in qualsiasi data.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 1:51 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun ago 04, 2008 10:09 am
Messaggi: 5648
Località: Palermo in via dei dylaniati n.666
E mi ritrovo anch' io a dire due paroline sull'albo del mese.

Leggendo una storia di DiGregorio si ha sempre la paura della retorica dietro l'angolo, pronta a farti incazzare e imprecare in tutte le lingue del mondo, ma in questa storia si vede che l'autore si "sforza" a non cadere nel solito errore, e in parte riesce nel suo intento. Fuga da passato era permeata dalla ormai conosciutissima retorica digregoriana, esplicita e buttata in faccia. Qui è più contenuto, misurato; in una sola parola meno esplicito e questo per me è un punto a favore con riserva per l'autore.

Fatta questa piccola premessa, credo che la forza dell'albo di questo mese stia proprio nel soggetto. Le tasse - tema mai affrontato fino ad ora e trattato in maniera più che dignitosa - è il mostro del nostro tempo, peggiore di qualsiasi altro vampiro, licantropo o zombi che sia. La loro contrapposizione con i moderni mostri "in giacca e cravatta" è di sclaviana memoria, sottolineata con alcune frasi, pronunciate dallo stesso Dylan che mi ricordano i tempi che furono(magari si trattasse di semplici vampiri!quelli almeno saprei affrontarli..o alcune sequenze come lo stravolgimento dei ruoli tra il barbone e il bancario, che da vittima diventa carnefice.
Dylan è tornato a essere Dylan, - e direi meno male! - Groucho è assolutamente in forma(divertente e a tratti malinconico), funzionale alla trama, pur mantenendo sempre il suo lato grottesco e surreale, Bloch si limita a ricordarci che per il suo Dylan farebbe di tutto(ma va bene anche così).
Forse l'unica pecca a livello dei personaggi - anche se gli altri sono un pò troppo stereotipati - è la morte che gironzola per Londra, troppo moralizzatrice e infilata lଠsolo per giusticare il nome della testata.
Le sequenze oniriche sono gradevoli - i teppisti che gli danno del ciarlatano e poi lo bucano con un coltello è molto d'impatto - ma fine a se stesse.
Il finale è un pò affrettato e sopratutto sottotono per tutto quello che era accaduto fino ad ora, ma non inficia negativamente sulla storia tanto da bocciarla.

La migliore storia di DiGregorio? Forse si.

I disegni mi sono piaciuti, anche se la caratterizzazione grafica della morte non mi è scesa già¹!

Voto 7

_________________
Nobody talks about the pile (cit.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 3:10 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 21, 2005 1:08 pm
Messaggi: 8684
Località: Eternia
non mi stancherò mai di dire che pur con i suoi difetti, reincarnazioni è un albo sufficiente.

_________________
Here Lies Our Beloved Skeletor
Born 21 November 2005
Left us 23 June 2021
R.I.P.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 3:52 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer ott 04, 2006 11:52 pm
Messaggi: 1512
Località: Viareggio
Vedo che il mio voto con cui ho "aperto le danze" sui giudizi di questo albo è stato alla fine il più seguito e concordato dalla maggioranza di noi del forum...bene, sono molto soddisfatto, quest'albo si merita tutti gli elogi che gli sono stati mossi, per adesso si attesta sicuramente al numero 2 dell'anno 2010, dietro alla quasi irraggiungibie "Mater Morbi" (ma quello è un altro pianeta...). Penso che altre dissertazioni siano superflue, è già  stato detto praticamente tutto da chi è intervenuto, posso solo dire di quotare quasi tutti gli aspetti positivi messi in luce, dall'impronta sclaviana dell'albo, all'uso ottimo di Groucho e Bloch, fino all'incazzosità genuina del nostro Dylan, che ci riporta feliciemente per alcuni attimi al Dylan del tempo che fu...complimenti a Di Gregorio e Casertano!!!

_________________
Toh, un "gruppo sondaggi" su Facebook!
https://www.facebook.com/groups/317174995093743/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 4:28 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 21, 2005 1:08 pm
Messaggi: 8684
Località: Eternia
incazzosità genuina? mi è sembrato l'opposto.

_________________
Here Lies Our Beloved Skeletor
Born 21 November 2005
Left us 23 June 2021
R.I.P.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 4:36 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven feb 28, 2003 11:08 am
Messaggi: 111
Casertano è uno dei miei disegnatori preferiti, su DD, e quindi leggere una sua storia ha sempre un sapore speciale. Questa, confrontata con quella del mese scorso, fa poi un figurone, soprattutto per la sceneggiatura. Senza tirare in ballo chissà quali mostri o assassini, Di Gregorio ci racocnta il dramma dell'uomo comune, imprigionato dalla (assurda) burocrazia, portato allo sfinimento da iter che abbatterebbero un toro...ed è quello che succede, sia nell'albo che, purtroppo, nella vita reale. Una storia che certifica, sul solco di MATER MORBI, quanto i mostri siano intorno a noi.

_________________
La mia ferita è la geografia.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 5:06 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 19, 2010 5:29 pm
Messaggi: 170
alcuni dicono che questa è la migliore storia del 2010 dopo Mater Morbi.... mi dissocio!! questa è la migliore del 2010....infatti Mater Morbi è del 2009

_________________
gloria numquam defluo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 5:57 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 03, 2006 3:29 pm
Messaggi: 7581
Località: Grottaglie(TA)
Rientro dopo un lungo periodo di torpore(non ancora finito) per commentare al volo quest'albo che dico subito mi è piaciuto un sacco!(votato BUONO)
Mi ha colpito molto l'angoscia provata dal nostro eroe su un tema, quello delle tasse, che può sembrar banale ma che rappresenta davvero uno degli incubi quotidiani più diffusi.
Merito a Di Gregorio per aver approfondito un argomento "nuovo" trattato solo di sfuggita o in qualche battuta grouchesca in questi anni.
Disegni di Casertano (finalmente) su alti livelli.Se è un esperimento come dicono nell'Horror Club allora è riuscito.Continua così Giampo!
Stano ottimo come quasi tutti i mesi.Ne sballa una ogni anno in media IMO.Bel mese.Mi son divertito a leggere una bella storia.E soltanto questo conta! :)

_________________
----------------------------------------------------------------------------------------------------------

I pigri intelligenti hanno sempre grandi ambizioni, per giustificare la propria pigrizia alla propria intelligenza.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 6:06 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun dic 26, 2005 11:47 pm
Messaggi: 8059
Località: Torino
Cita:
hi mate!
alcuni dicono che questa è la migliore storia del 2010 dopo Mater Morbi.... mi dissocio!! questa è la migliore del 2010....infatti Mater Morbi è del 2009


No. E' del 2010. Fa sempre fede la data esposta sul tamburino in seconda di copertina e non il mese comprendente il giorno in cui esce l'albo (anche perché poi rimane in edicola per quasi tutto il mese segnato all'interno).

_________________
_________________________________________________________________________________

Umpf! Qualcuno mi ha trovato, finalmente... devono aver sentito la puzza... però, bei tempi quando puzzavo solo di whisky...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar mar 30, 2010 7:02 pm 
Non connesso

Iscritto il: mar feb 23, 2010 1:05 pm
Messaggi: 36
vace ha scritto:
Cita:
hi mate!
alcuni dicono che questa è la migliore storia del 2010 dopo Mater Morbi.... mi dissocio!! questa è la migliore del 2010....infatti Mater Morbi è del 2009


No. E' del 2010. Fa sempre fede la data esposta sul tamburino in seconda di copertina e non il mese comprendente il giorno in cui esce l'albo (anche perché poi rimane in edicola per quasi tutto il mese segnato all'interno).



Esattamente...Tanto che non è presente nel concorso "Galeone d'oro 2010" dove avrebbe sbancato su tutti i fronti...E invece quest'ultimo albo ruba a Mater Morbi almeno il titolo della copertina più bella (per ora)... :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 180 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 12  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it