Cravenroad7

Forum dylaniato
Oggi è lun gen 24, 2022 6:03 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 180 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 ... 12  Prossimo

283 - Il persecutore
Insufficiente (1-4) 3%  3%  [ 3 ]
Mediocre (5) 8%  8%  [ 9 ]
Accettabile (6) 19%  19%  [ 21 ]
Buono (7-8) 54%  54%  [ 61 ]
Ottimo (9-10) 17%  17%  [ 19 ]
Voti totali : 113
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: ven apr 02, 2010 1:45 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven ago 25, 2006 4:45 am
Messaggi: 2656
Località: vasto (ch)
Bree Liv ha scritto:
1. mi trovo d'accordo con la Quirky
2. ho votato buono
3. la morte di Casertano a me non è piaciuta!



casertano è morto ?? quando ??????????????

_________________
Un paradosso racchiuso in un ossimoro, schiacciato da una contraddizione
---
Dr.AndreA & Mr.KhA`ronT scrive: *pure io so cretino e mene vanto :)=
Rossella scrive: *ma tu lo sei con stile


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: ven apr 02, 2010 2:36 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 16, 2009 8:17 pm
Messaggi: 2460
Località: Terra di mezzo-Ve
Hanno fatto il funerale ieri!:-)

_________________
"Il mondo si divide in due categorie:
quelli con la pistola carica e quelli che scavano...
...tu scavi!"


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: ven apr 02, 2010 11:10 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 19, 2010 12:31 am
Messaggi: 251
:mrgreen:

Comunque sarà  che a me quel Bengt Ekerot sembra troppo Renato Zero. :oops: :roll:

_________________
On bended knee is no way to be free...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: ven apr 02, 2010 12:05 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven feb 23, 2007 2:58 pm
Messaggi: 5368
Località: Inland Empire
Storia che in quanto a corposità, dialoghi mai banali, utilizzo ingegnoso e non centellinato (in altri casi peraltro malamente) di Groucho, mi ha fatto venire in mente qualche albo degli ultimi di Medda.
Storia della serie "incubo da tormento sociale" ("La Casa degli Uomini Perduti", "L'Ospite Sgradito", "Necropolis"...) dove regna sovrana l'ossessione crescente causata da burocrati, vicini di casa, mostri tormentosi e dove tutto il pathos è quello del dubbio tra reale tormento esterno / vizio mentale, ossessione compulsiva interna. (Crepet mi fa un pippone :D)
Insomma, la storia mi è piaciuta...pur non originalissima in quanto a tematiche, lo svolgimento è piuttosto elegante e di mestiere. La risoluzione finale (ultime 10 pagine) è abbastanza semplice e poco sorprendente ma in definitiva non pregiudica più di tanto il valore indiscusso di questo bell'albo.
Un albo in cui spicca un Groucho scoppiettante, dalle belle battute, intraprendente...insomma, un Groucho -come quello di Medda- diverso (meno macchietta da siparietto comico e più personaggio interattivo).
Per quanto riguarda la Morte, data la sua fisionomia, avrei detto che l'albo segnasse il ritorno di sua sorella Vita. Invece no...in ogni caso mi è molto piaciuta l'interpretazione del Giampo in vena di innovazioni: belle le inquadrature -non banali- in cui la Morte compare, i primi piani (specie quello in cui guarda verso l'alto all'appartamento esploso). Una Morte crudele e compassionevole al contempo, resa stupendamente da una fisionomia spaventosa ma dove può ancora campeggiare un'ombra di pietà.
Insomma...per me un albo degno di nota, uno dei più belli degli ultimi tempi (con Medda e Recchioni). Molto attuale in quanto a tematiche sociali (crisi, banche tiranne, conti che non tornano e tasse da pagare) ed esistenziali che ne derivano (sentimenti di frustrazione, impotenza, ribellione, stanchezza e palle piene).
:+ We love di Grego :+

_________________
Charades, pop skill
water hyacinth, named by a poet
Imitations of life


Ultima modifica di GiovanePioniere il ven apr 02, 2010 12:12 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: ven apr 02, 2010 12:12 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom lug 26, 2009 2:08 pm
Messaggi: 6107
Località: Terremotopoli
Ho votato accettabile anche se 6 era troppo poco...ma 7 decisamente troppo...facciamo che era un 6.5...va bne tutto ma io leggo dyd per evadere dalla realtà con tutti gli elementi paranormali del caso...quello che si è visto in questo numero invece sono i mostri con cui tutti combattiamo tutti i giorni(tasse apparentemente non pagate con annesse more che si dimostrano poi essere invece frutto di un errore burocratico,bollette che non si riesce a pagare...).La morte di disegnata da Casertano invece non mi dispiace...non la trovo per niete 'sfacciata' come morte ma una morticina a modo e di tutto punto! :D

_________________
fidatevi di me,ho un piano.beethoven.

http://www.flickr.com/photos/36689923@N06/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: ven apr 02, 2010 3:47 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 02, 2008 6:10 pm
Messaggi: 170
Località: Catania
Bellissima storia, un Dylan al verde e col fisco che vuole essere pagato e una ricevuta che non si trova! Finale devo dire che mi è molto piaciuto!!
Ottimi i disegni di Casertano.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: ven apr 02, 2010 9:12 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 11, 2010 11:19 pm
Messaggi: 4046
Località: Milano
Non mi è piaciuto un granchè l'albo. Come incubi con argomenti di attualità mi era piaciuto Mater Morbi. Questa storia mi è' parsa un po' eccessiva ed anche un po' deprimente. Certamente se fosse stata ambientata in Italia, dove il 50% dei contribuenti dichiara meno di 15.000 Euro, sarebbe stata comica.
L'incubo di non farcela, di non arrivare a fine mese, anche per un imprevisto, esiste eccome, ma così sceneggiato mi sembra un po' ridicolo.
Sinceramente non capisco perché la storia piaccia così tanto.
Buona Pasqua!

_________________
Chi sa, fa, chi non sa, insegna, chi non sa insegnare, critica. E chi non sa neppure criticare, scrive recensioni sui forum.


Ultima modifica di Survivor il sab apr 03, 2010 1:10 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: sab apr 03, 2010 2:44 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 08, 2006 12:46 pm
Messaggi: 4831
Ad una rilettura altre cose sanno di già visto...


Ultima modifica di Savelic il lun dic 12, 2011 11:00 am, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: sab apr 03, 2010 9:50 am 
Non connesso

Iscritto il: gio gen 28, 2010 10:21 am
Messaggi: 9
Vediamo un po... Il Persecutore è una storia che non si addice alla tipologia del Fantasy Horror psicologico degno dell'unicità del nostro Dylan Dog. è una storia vero simile, sicuramente tante volte già  accaduta che ci porta in una triste realtà addirittura pessimistica di quando il fisco ti rovina la vita. Quello di cui mi domando è questo: perché un fumetto come Dylan Dog, che come dice il grande filosofo Giulio Giorello "ci restitisce il gusto delle domande bizzarre, quelle a cui nessun educatore saprebbe mai rispondere", deve adesso cambiare rotta? Ha rischiato già  di farlo con Meter Morbi, salvandosi con una grande sceneggiatura e la discussione di un tema attuale quanto relativo quale buona o mala sanità, accanimento terapeutico o tutela etica del paziente. Quì invece niente relatività sociale; quando può il fisco si diverte! è una cosa tanto banale ma altrettanto crudele alla quale si è esposti ogni giorno. Ad un certo punto ho avuto difficoltà a continuare a leggerlo, non per paura o per noia, ma per un vero e proprio trasporto netto nella realtà, cruda. L'unicità del nostro "Zio Dylan" è di trasportarci sempre in un mondo surreale che alla fine si spiega sempre con il razionale.Spero che non si stia perdendo questa unicità.

_________________
Stefano Spagnulo
Non desiderare ciò che non hai mai avuto, desidera di essere, migliore, cercando di raggiungere quello che di buono non hai mai fatto!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: sab apr 03, 2010 1:14 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 11, 2010 11:19 pm
Messaggi: 4046
Località: Milano
Dario84 ha scritto:
Ascensore per l'inferno: Dylan resta bloccato nell'ascensore del tribunale di Londra, luogo in cui si era recato per pagare una multa di 666 sterline e 6 pence (poi evasa da Bloch al posto di Dylan). E presenza della medesima battuta sulle banche che ti danno i soldi solo se dimostri di averli già ...

Di Gregorio... :tc:



Anche io ci ho pensato. E mi sembra che in "Ascensore per l'inferno" di Sclavi l'argomento sia più credibile....

_________________
Chi sa, fa, chi non sa, insegna, chi non sa insegnare, critica. E chi non sa neppure criticare, scrive recensioni sui forum.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: sab apr 03, 2010 2:54 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ott 22, 2009 2:57 pm
Messaggi: 101
Benebenebene...commentiamo l' albo.

Disegni belli, non me l' aspettavo, probabilemte in "Fuga dal passato" Casertano era fuori forma, e io ho subito pensato male :cry: mea culpa :cry:
La storia: se uno è sull' orlo del suicidio, legge quella e si uccide immediatamente.
Ma non tanto per il tema in sè (le tasse?? Vabbè che è brutto pensare non riuscire ad arrivare a fine mese, ma nel caso di Dylan quella situazione si poteva superare, in un modo o nell' altro), quanto per come è stata montata su: la vecchina che va in banca con una pistola in mano, Groucho che deve lavorare allo zoo e questo viene paragonato alla peggiore delle pene dell' Inferno, Dylan che si vuole impiccare...e il finale, poi?? I due coniugi che litigano per il vampiro??* Ma che c' entra??? Giusto per far vedere che la ricevuta era impigiliata nella statua (che sfiga!!)...insomma, mi ha lasciata con l' amaro in bocca, e poi la parte in cui è presente Dylan si interrompe senza far vedere come se la caverà, perché alla fine non ha risolto niente...e io ODIO i finali sospesi!

*questo ha peggiorato ancora di più la storia: cioè, le cose di Dylan sono state vendute!!

Nel complesso: la storia si leggeva bene, strutturata molto meglio di Relazioni pericolose.

Disegni: 8
Struttura:8
Storia:5/6

7.

Orpo, scordavo di dire che il ritorno della Morte è stato molto bene accetto, da parte mia!!! Il personaggio che preferisco!!! :D

_________________
Quid est somnus nisi gelidae mortis imago?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: sab apr 03, 2010 9:41 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer lug 25, 2001 1:00 am
Messaggi: 7113
Posso chiedervi di evitare di quotare tutto un messaggio e poi rispondere due righe? Tagliatelo, tanto si capisce lo stesso. E se non si capisce chi legge va a cercare il post intero.
I post quotati male verranno modificati senza preavviso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: sab apr 03, 2010 10:59 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 16, 2009 8:17 pm
Messaggi: 2460
Località: Terra di mezzo-Ve
Detto con quella faccia li non si può che eseguire :D

_________________
"Il mondo si divide in due categorie:
quelli con la pistola carica e quelli che scavano...
...tu scavi!"


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: dom apr 04, 2010 5:29 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer mag 06, 2009 9:54 am
Messaggi: 1484
Dunque...bei dialoghi, nulla da dire...situazioni e battute accattivanti, per carità ...groucho in formissima e anche dylan (finalmente!)...un bel po' di sano cinismo e umore nero, che non guasta mai...eppure non riesco a dare più di un accettabile a questa storia.
Di Gregorio fa un bel quadro di problematiche sociali, che riflettono la crisi che sta attraversando tutto l'occidente da due annetti a questa parte...ovviamente inserisce il nostro indagatore che viene catapultato nelle problematiche quotidiane e nelle tragedie della gente "normale"...peccato che il personaggio in questione non sia proprio quello che si potrebbe definire un uomo comune! Infatti l'elemento soprannaturale viene inserito ma, ahimé, non si amalgama molto bene con lo sviluppo della vicenda. Abbiamo un Morte (scopiazzata palesemente dalla Vita di Sclavi...e quindi da Bergman!) che vaga per la città mietendo vittime tra gli esattori delle tasse cattivi e spietati, che casualmente perseguitano Dylan. Per tutto l'albo il quotidiano e il paranormale sembrano essere due enti a parte, che non hanno nulla a che fare tra di loro (se non nella forzatura della morte degli esattori), per poi magicamente unirsi in un finale, per me, piuttosto banale.
Poi è evidente che oltre a diverse battute, Di Gregorio ha preso la struttura di altre storie già  scritte e riscritte (non ultima "L'ospite sgradito" in cui Medda ha saputo fare un lavoro nettamente migliore). L'andamento delle vicenda: noioso e pesante. La disperazione che scaturisce da certe situazione tragiche raggiunge apici stucchevoli e decisamente imbarazzanti. Salvo giusto le battute di groucho, dialoghi e l'idea di base (in ogni caso nulla di nuovo o innovativo!).

_________________
‎Una crisi di inspiration? E se non fosse per niente passeggera signorino bello? Se fosse il crollo finale di un bugiardaccio senza più estro né talento?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: # 283 - Il persecutore
MessaggioInviato: mar apr 06, 2010 10:11 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom ott 29, 2006 4:00 am
Messaggi: 829
Per me quest'albo è da 6. :|
E' di certo superiore all'illeggibile Strage dei Graham (non che ci volesse poi molto...) ma Di Gregorio continua a usare Dylan in maniera discutibile.

seguono
S
P
O
I
L
E
R

Il problema principale è che questa non è una storia di Dylan Dog.
Non è una storia horror.
Non è nemmeno una storia in qualche misura "fantastica".

Di 'fantastico' c'è solo la rivelazione finale che l'esattore era un fantasma. Ma anche se fosse stato in carne e ossa, quattro quinti dell'albo sarebbero rimasti tali e quali, con un personaggio nei guai per mancanza di soldi (più che problemi di tasse in sé e per sé) e deve arrabattarsi per risolverli.
Non tiriamo in ballo albi tipo I vampiri, dove l'orrore quotidiano e l'orrore soprannaturale erano palesemente incrociati e sovrapposti, uno metafora dell'altro. Qui non c'è alcuna metafora. Questa storia poteva benissimo essere interpretata da un qualsiasi sig. Rossi Mario con problemi di liquidità, un normale 'uomo della strada' che con incubi/fantasmi/vampiri o orrori di qualsiasi tipo e natura non ha nulla a che vedere.

Di Gregorio usa Dylan come lo usa in genere De Nardo: lo inserisce a forza in soggetti magari interessanti, ma che non hanno niente in comune col nostro Indagatore.

In effetti questa storia avrebbe funzionato meglio se al posto di Dylan ci fosse stato un comune sig. Mario Rossi - anzi il rag. Fantozzi Ugo! :mrgreen:
Ovviamente le situazioni si sarebbero dovute risolvere in maniera più comica (e meno retorica). Tipo la vecchia rapinatrice che, quando l'impiegato si avvicina per calmarla, lo stende con un poderoso diretto! :g: Oppure il ritardo nel pagamento per colpa dell'ascensore... Scena decisamente fantozziana, che purtroppo Di Gregorio non porta alle estreme conseguenze (satirico/umoristiche), preferendo sfornare prevedibili pistolotti retorici contro la burocrazia.

Non ho dubbi che se Sclavi avesse ideato un soggetto del genere lo avrebbe sceneggiato in maniera molto più ironica (vd. Per un pugno di sterline). E la storia avrebbe funzionato meglio, perché la satira è senza dubbio più corrosiva della retorica.

Detto ciò, l'albo si lascia leggere, anche se poggia su una sola idea (dobbiamo rassegnarci: ormai ogni albo di Dylan sfrutta UNA SOLA idea per volta :( ; un'eventuale seconda idea si conserva per un altro albo).
La sceneggiatura lavora 'per accumulo', come una palla di neve che rotola gi๠dalla montagna per diventare una valanga. E' un procedimento facile e abusato, ma abbastanza efficace.

Casertano rifà (benissimo) Casertano.

Il problema di fondo purtroppo resta ineliminabile: questa non è una storia di Dylan Dog.

_________________
Ti mostrerò la paura in una manciata di pixel...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 180 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 ... 12  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it